TELEVALLO

Via Antonio Segni 12

 91026 Mazara del Vallo (TP)

Tel./fax 0923 907764 cell. 347 6494279

Redazione: televallo@virgilio.it

  imposta come home page

 

 

 

 

  

 
Notizie

 

 

 

 

Dragaggio, adesso si punta tutto sul soil washing

Mazara, 06.12.2018 - Soil Washing, ovvero lavaggio del suolo. E’ questa la strada che la Regione intenderebbe intraprendere per avviare, finalmente, il tanto attesto dragaggio del porto canale di Mazara del Vallo. E’ questa la novità principale emersa, ieri mattina, in occasione di un’audizione che si è tenuta sulla vicenda a Palermo, presso la quarta commissione dell’Assemblea regionale siciliana. Una riunione durante la quale si è fatto il punto della situazione e al termine della quale è emersa questa proposta progettuale. All’incontro, presieduto dalla deputata Giusy Savarino, hanno preso parte il commissario straordinario per la realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico in Sicilia, Maurizio Croce, il dirigente del dipartimento regionale della protezione civile, Calogero Foti, i deputati regionali Sergio Tancredi e Eleonora Lo Curto, nonché il presidente del distretto della pesca e crescita blu di Mazara del Vallo, Nino Carlino. Nel dettaglio, dunque, l’idea sarebbe quella di avviare, utilizzando fondi previsti nel cosiddetto “Patto per il Sud”, un’attività di soil washing di tipo mobile. In pratica, una tecnica che permetterebbe di dragare una buona parte del porto mazarese con il recupero delle sabbie lavate: una parte di esse sarebbe riutilizzata per azioni di ripascimento della costa già soggetta a erosione, un’altra riciclata e immessa nel ciclo produttivo, una restante parte, infine, conferita in discarica speciale. Quanto costerebbe tale tipo di operazione quanto tempo ci vorrebbe non è dato sapere. Nel frattempo, come ribadito durante la riunione di ieri, stanno per essere avviate una nuova attività preliminare di caratterizzazione dei fanghi del porto di Mazara, visto che la precedente analisi è scaduta da oltre tre anni, e un’attività di indagine batimetrica sull’area portuale del fiume Mazaro; tutto ciò al fine di dare inizio al progetto per la soluzione definitiva del problema dell’ormai quasi innavigabilità del porto mazarese. La seduta della quarta commissione dell’Ars sarà nuovamente riconvocata una volta completati gli studi preliminari per l’avvio dei lavori di escavazione. Soddisfatto dell’esito della riunione si è detto il presidente del distretto mazarese, Nino Carlino.(riproduzione riservata)



 

 

  Televallo s.r.l. - P.iva 01454940816