TELEVALLO

Via Salomone 6/e

 91026 Mazara del Vallo (TP)

Tel./fax 0923 907764 cell. 347 6494279

Redazione: televallo@virgilio.it

  imposta come home page

 

 

 

 

  

 
Notizie

 

 

 

 

Dragaggio, arriva la svolta positiva? Modificato il parere del 2016

Mazara, 01.08.2017 - Dopo anni di annunci e di attesa, forse è arrivata finalmente la svolta definitiva per l’avvio dei lavori di dragaggio del porto canale di Mazara del Vallo. O meglio, del primo stralcio di un intervento che punta a far tornare navigabile il fiume Mazaro. Dalla Regione è arrivato, infatti, il via libera, seppur con alcune prescrizioni, al deposito dei fanghi nella cosiddetta colmata B. La firma sul parere è del dirigente generale del dipartimento regionale per l’ambiente, Rosaria Barresi, ovvero la stessa burocrata che, lo scorso novembre, aveva rilasciato il parere positivo per l’avvio del dragaggio ma, contestualmente, aveva vietato il conferimento del materiale di risulta nell’area lagunare antistante il lungomare Fata Morgana. Una svolta positiva, insomma, che dovrebbe dare il là ai lavori. Il “nuovo” parere giunge a conclusione dell’iter avviato lo scorso 2 marzo, su input del presidente del distretto della pesca di Mazara, Giovanni Tumbiolo, presso il ministero dell’ambiente, a Roma. Cinque mesi nei quali sono stati compiuti tutti i “passi” amministrativi per superare il parere del novembre 2016, come la realizzazione dello studio di incidenza ambientale “ordinato” dall’ufficio del commissario delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico in Sicilia guidato da Calogero Foti e la seguente realizzazione della valutazione di incidenza ambientale effettuata dal comune mazarese. Dalle risultanze di tali atti è scaturito il “nuovo” parere della Barresi, che risale ad appena qualche giorno addietro e che “supera”, di fatto, la nota del 2011 dell’Ispra, organismo del ministero che aveva stoppato lo scarico dei fanghi in colmata. Il dirigente generale ha preso atto della valutazione fatta dal comune e ha, dunque, modificato parzialmente il parere espresso in precedenza, consentendo di depositare nella colmata B soltanto una determinata tipologia di sedimenti derivanti dal dragaggio. Una modifica, si legge nel provvedimento a firma della Barresi, “subordinato al pieno rispetto delle mitigazioni fatte proprie nel provvedimento del comune mazarese”. Prima dell’inizio dei lavori, in pratica, il comune dovrà delimitare l’area della colmata nella quale conferire i materiali e in ogni caso i lavori non potranno interessare la colmata per tutto il periodo di nidificazione delle specie ornitiche sottoposte a tutela.(riproduzione riservata)

Giovanni Dilluvio



 

 

  Televallo s.r.l. - P.iva 01454940816