TELEVALLO

Via Antonio Segni 12

 91026 Mazara del Vallo (TP)

Tel./fax 0923 907764 cell. 347 6494279

Redazione: televallo@virgilio.it

  imposta come home page

 

 

 

 

  

 
Notizie

 

 

 

 

Mazara, sequestro di beni a imprenditore della pesca e alla moglie

Mazara, 06.11.2018 - Avrebbe evaso imposte per un importo complessivo di 2,8 milioni di euro. Per questo motivo a un imprenditore mazarese operante nel settore della pesca sono stati sequestrati tutti i beni. Lo ha disposto la procura di Marsala, che nei giorni scorsi ha emesso il provvedimento di sequestro preventivo, poi eseguito dai militari della guardia di finanza di Mazara del Vallo. L’uomo, di cui non è stata resa nota l’identità, è titolare di una società operante nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti della pesca che, all’esito di una verifica fiscale effettuata dalle fiamme gialle, anche con l’ausilio di accertamenti bancari, avrebbe sottratto all’erario imposte dirette e Iva per quasi tre milioni di euro. La società in questione, ora in fallimento e solo apparentemente amministrata dalla moglie dell’imprenditore ma di fatto gestita unicamente da quest’ultimo, avrebbe realizzato vendite in nero di prodotti della pesca per circa 15 milioni di euro dal 2014 al 2016. Anni in cui, inoltre, sarebbero state emesse fatture false da altre due imprese satellite, sempre con sede a Mazara. Tali imprese, secondo quanto ricostruito dai finanzieri, avrebbero gonfiato sistematicamente le fatture di vendita del pesce, indicando quantità di pescato non riportate ovvero superiori a quelle riportate nel giornale elettronico di bordo dei motopescherecci impiegati nelle battute di pesca. Per i titolari delle due aziende è scattata la denuncia alla procura lilibetana per il reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti. Il sequestro preventivo nei confronti dell’imprenditore è scattato per le disponibilità liquide e i beni mobili e immobili riconducibili all’imprenditore mazarese e alla moglie, tra i quali un grosso fabbricato, un’abitazione e una villetta a Tonnarella. A dispetto dell’elevato tenore di vita manifestato sia attraverso il possesso in leasing di un’autovettura di lusso che attraverso la disponibilità di numerosi immobili, ora finiti tutti sotto sequestro, i redditi dichiarati dall’imprenditore in parola e dalla consorte, formalmente contitolare del capitale sociale della società, non hanno mai superato, a testa, i 15 mila euro annui.(riproduzione riservata)



 

 

  Televallo s.r.l. - P.iva 01454940816