TELEVALLO

Via Salomone 6/e

 91026 Mazara del Vallo (TP)

Tel./fax 0923 907764 cell. 347 6494279

Redazione: televallo@virgilio.it

  imposta come home page

 

 

 

 

  

 
Notizie

 

 

 

 

Operazione “Salus Iniqua”, confisca dei beni per Giammarinaro

Trapani, 21.04.2017 - A distanza di sei anni dal sequestro anticipato disposto nell’ambito dell’operazione denominata “Salus Iniqua” arriva, adesso, anche la confisca dei beni riconducibili all’ex deputato regionale salemitano Giuseppe Giammarinaro. Il provvedimento è stato emesso, martedì scorso, dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Trapani, a conclusione del procedimento scaturito dall’operazione condotta, il 17 maggio 2011, da polizia e guardia di finanza. Polizia e guardia di finanza che oggi, dunque, hanno iniziato le operazioni di esecuzione del decreto di confisca. Nei confronti di Giammarinaro è stata disposta anche l’applicazione della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per la durata di cinque anni. Misura alla quale era stato già sottoposto per quattro anni dal 2001 al 2005 essendo indiziato di essere mafioso. La confisca riguarda, nel dettaglio, svariati beni immobili, autovetture, conti correnti e società operanti nel settore sanitario, per un valore stimato in circa 15 milioni di euro. Come si ricorderà, nell’ambito dell’operazione “Salus Iniqua” le indagini eseguite dalla divisione anticrimine della questura di Trapani e dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Trapani avrebbero accertato il complesso quadro di rapporti di natura politico-affaristica in cui l’ex deputato regionale si sarebbe mosso a partire dai primi anni del 2000 e di cui lo stesso Giammarinaro avrebbe beneficiato godendo di sostegno politico. L’ex deputato salemitano avrebbe avuto anche la complicità di vari prestanome i quali, formalmente figuranti quali soci e amministratori di società operanti nel campo delle attività assistenziali e parasanitarie della provincia di Trapani, avrebbero consentito, di fatto, l’occulta gestione di Giammarinaro, all’epoca sottoposto al regime della sorveglianza speciale. Le società finite nel mirino degli inquirenti sono, in particolare, la “Cem” e la “Salus”, nonché varie proprietà immobiliari.(riproduzione riservata)



 

 

  Televallo s.r.l. - P.iva 01454940816