Sequestro di una ragazza minorenne, scatta un arresto ad Alcamo

Sequestro di una ragazza minorenne, scatta un arresto ad Alcamo

Si tratta di un 39enne sottoposto ai domiciliari con braccialetto elettronico

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Alcamo hanno arrestato un pregiudicato 39enne per l’ipotesi di reato di sequestro di una ragazza minorenne.

In particolare, un 18enne del posto si è rivolto ai Carabinieridenunciando che il proprio padre, al fine di ostacolare ed osteggiare la relazione sentimentale intrapresa di recente con una ragazza alcamese, aveva ripetutamente minacciato di morte entrambi. 

Alla luce di quanto esposto dal giovane, i Carabinieri, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Trapani, hanno avviato immediate indagini, nel corso delle quali, il 39enne è stato rintracciato alla guida della propria autovettura con a bordo la fidanzata minorenne del proprio figlio.

Secondo la ricostruzione degli eventi effettuata dai militari dell’Arma, mentre il 18enne si trovava presso la Compagnia Carabinieri di Alcamo per formalizzare la sua denuncia, il 39enne si sarebbe recato presso l’abitazione di residenza della giovane fidanzata del figlio dove l’avrebbe minacciata di morte se non avesse interrotto la relazione con il figlio e le avrebbe sottratto il telefono. Successivamente, con ulteriori minacce rivolte sia alla giovane sia alla madre, l’avrebbe costretta a seguirlo in macchina da cui le avrebbe impedito di scendere. In questo frangente, il 39enne avrebbe, inoltre, telefonato al proprio figlio avvisandolo del fatto che la minorenne era con lui e che non l’avrebbe più rivista. 

I gravi indizi di colpevolezza emersi a carico dell’uomo in merito all’ipotesi di reato di sequestro di persona hanno condotto i Carabinieri ad arrestarlo. Lo stesso è stato condotto presso la Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani, così come disposto dal Sostituto Procuratore di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trapani.

In sede di udienza di convalida, valutato lo stato delle indagini, il competete Giudice per le Indagini Preliminari ha ritenuto necessario sottoporre il 39enne alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

È obbligo rilevare che l’odierno indagato e destinatario della misura restrittiva è, allo stato, solamente indiziato di delitto, pur gravemente, e che la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo la emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Tragedia nel ciclismo, Rebellin ucciso da un camion
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 14:41

    ROMA (ITALPRESS) - Un'altra vittima della strada, un altro campione che lascia troppo presto il mondo del ciclismo. Così come Michele Scarponi investito nella 'suà Filottrano il 22 aprile 2017, anche Davide Rebellin paga con la vita le conseguenze di un incidente sulle cui dinamiche la polizia sta ancora indagando. Il 51enne ex campione di San Bonifacio, che aveva salutato l'attività agonistica lo scorso 16 ottobre nella Veneto Classic, non è sopravvissuto ad un impatto con un camion mentre si allenava in bici lungo la SR 11, presso Montebello Vicentino. Rebellin, investito, è morto sul colpo, mentre il guidatore del mezzo pesante non si sarebbe nemmeno fermato, forse per non essersi accorto dell'incidente. Professionista dal 1992 al 2022, Rebellin è stato uno specialista delle classiche: in carriera ha vinto un'edizione dell'Amstel Gold Race (nel 2004), tre della Freccia Vallone (nel 2004, 2007 e 2009) e una della Liegi-Bastogne-Liegi (nel 2004), oltre a una tappa al Giro d'Italia. La sua medaglia più bella, l'argento conquistato nella prova su strada alle Olimpiadi di Pechino 2008, gli fu invece revocata dal Cio per una positività al Cera; un'accusa di doping infamante che gli costò una squalifica di due anni e anche una lunga battaglia giudiziaria. Alla fine ne uscì assolto (così come dalle accuse di evasione fiscale). Nella sua lunga militanza nel ciclismo d'elite, Rebellin ha vestito le maglie di grandi formazioni come Team Polti, Francaise des Juex, Liquigas e Gerolsteiner prima di vivere una 'seconda giovinezzà all'estero per poi chiudere con la Work Service. Il suo palmares conta anche l'argento ai Mondiali su strada di Stoccarda 1991 tra i dilettanti e l'oro in linea ai Giochi del Mediterraneo di Atene 1991. La morte di Rebellin, che nelle dinamiche può ricordare quella di Scarponi e il terribile incidente occorso ad Alex Zanardi, riapre drammaticamente il tema della sicurezza sulle strade. Una scia di sangue che sembra destinata a non esaurirsi mai.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Manovra, Berlusconi “Chiederemo impegno maggiore su lavoro e pensioni”
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 14:21

    ROMA (ITALPRESS) - "Forza Italia darà un contributo concreto e qualificato alla scrittura di un testo che affronti l'emergenza più grave, quella del caro energia, ma che deve cominciare a disegnare l'Italia del futuro. Chiederemo alla maggioranza un impegno ulteriore sulla detassazione dei nuovi assunti, anche per offrire un lavoro a giovani che oggi vivono col reddito di cittadinanza, e per aumentare le pensioni più basse, gravemente erose dall'inflazione". Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenuto in videoconferenza all'assemblea del gruppo alla Camera che aveva all'ordine del giorno la legge di Bilancio. Al centro dell'intervento anche il tema dell'immigrazione e la necessità di un trattato europeo per la ricollocazione dei migranti.- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Ischia, Pichetto Fratin “Il dissesto idrogeologico è emergenza nazionale”
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 14:21

    ROMA (ITALPRESS) - "Il dissesto idrogeologico è una emergenza nazionale che lo Stato non ha saputo affrontare efficacemente ma non è una battaglia di parte, non è una bandiera ideologica. Abbiamo il dovere di dare delle risposte concrete per rallentare l'impatto del cambiamento climatico sull'ambiente e sulla salute ed evitare l'errore di rincorrere l'emergenza". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, rispondendo al question time alla Camera. "La fragilità del territorio ischitano è accertata e documentata - ha aggiunto - l'intensa e non sempre programmata attività urbanistica ha comportato l'innalzamento del livello del rischio idrogeologico al massimo grado".Il ministro ha ricordato che "il 49% del territorio dell'isola ha pericolosità elevata e molto elevata per frane e sono oltre 13 mila gli abitanti residenti nelle aeree a maggiore pericolosità di frane. Per la messa in sicurezza della zona costiera e per la riduzione dell'erosione del Comune di Casamicciola sono stati stanziati, 12 anni fa, 3 milioni e 100 mila euro ma gli interventi risultano ancora in fase di progettazione". Pichetto Fratin ha ricordato che: "per il contrasto del dissesto idrogeologico sul territorio nazionale il ministero provvede alla programmazione delle risorse rese disponibili". -foto agenziafotogramma.it-(ITALPRESS).

  • eCampus, laurea honoris causa in Scienze dell’Economia a Lella Golfo
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 13:06

    ROMA (ITALPRESS) - "Per il costante impegno rivolto all'integrazione della parità di genere e dei diritti umani nella moderna economia di mercato" il rettore dell'Università eCampus, Enzo Siviero, ha conferito nella sede di Roma dell'Ateneo la Laurea magistrale honoris causa in Scienze dell'Economia a Consolata "Lella" Golfo. Fondatrice e presidente della Fondazione Marisa Bellisario, ma non solo: una personalità poliedrica e un'attività instancabile quella di Lella Golfo come deputata, giornalista, imprenditrice, da sempre impegnata in missioni umanitarie fino a ricevere prestigiosi riconoscimenti nazionali e internazionali e le onorificenze al merito di Commendatore e Cavaliere della Repubblica Italiana. Il ministero dell'Università e la Ricerca ha accolto la proposta dell'Università eCampus di conferirle il prestigioso titolo con la seguente motivazione: "Si ritiene che la signora Lella (Consolata) Golfo sia meritevole del conferimento della Laurea Magistrale Honoris Causa in Scienze dell'Economia per i risultati raggiunti e l'impegno profuso verso la promozione di una crescita economica che elevi la realtà aziendale alla stregua di strumento di inclusione sociale volto ad includere la tutela dei diritti fondamentali nella gestione e nel management imprenditoriale, in una costante battaglia orientata alla progressiva erosione di quel trade off tipico dell'economia capitalistica tra profitto e inclusione sociale. Dalle imprese più grandi alle piccole realtà commerciali l'impegno della signora Golfo si è esteso anche in ambito internazionale ove la creazione di nuove realtà economico-commerciali fondate sulla valorizzazione dei prodotti locali e sulla formazione manageriale delle donne del luogo è divenuta strumento di lotta alla discriminazione e alle pari opportunità".Il rettore Siviero è stato affiancato dalla presidente di Poste Italiane Maria Bianca Farina durante la cerimonia per l'esposizione della Laudatio.- foto ufficio stampa Università eCampus -(ITALPRESS).

  • Manovra, 2 italiani su 3 promuovono misure per mamme e taglio del cuneo
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 11:06

    ROMA (ITALPRESS) - Negli ultimi giorni, il nuovo Governo guidato da Giorgia Meloni sta formulando e discutendo la sua prima manovra finanziaria. In generale, dopo le primissime informazioni emerse e diffuse dalla stampa, il giudizio "a caldo" della popolazione italiana è diviso tra chi promuove queste prime proposte (il 40,4%) e chi, invece, non ne è ancora convinto e boccia questa prima manovra (41,2%). Un giudizio che, non avendo ancora sufficienti informazioni per la valutazione, è legato in buona parte all'appartenenza politica degli elettori. Infatti emerge una condivisione e approvazione netta e quasi totalitaria da parte dell'elettorato di centrodestra e, di contro, una netta bocciatura da parte del centrosinistra e degli elettori del Movimento 5 Stelle. Analizzando nello specifico alcuni dei provvedimenti proposti, emerge comunque un'approvazione da parte di circa 2 italiani su 3 per le misure a favore di mamme (66,7%) e lavoratori dipendenti (65,8%), come per esempio il taglio del cuneo fiscale. Meno convincenti, invece, le misure per i lavoratori autonomi, la tregua fiscale (come ad esempio la rottamazione delle cartelle esattoriali) e la riduzione delle accise sui carburanti.Dati Euromedia Research - Realizzato il 23/11/2022 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 1.000 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne.- foto Euromedia Resarch -(ITALPRESS).