Campobello, continuano gli interventi di disinfezione del territorio comunale disposti dall’amministrazione comunale

Campobello, continuano gli interventi di disinfezione del territorio comunale disposti dall’amministrazione comunale

L’intervento, anche questa volta, sarà eseguito grazie alla collaborazione di un gruppo di agricoltori

Continuano gli interventi di disinfezione del territorio comunale disposti dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Castiglione al fine di prevenire i rischi di contagio da COVID 19.
Dopo un primo servizio eseguito venerdì scorso (13 marzo), sempre grazie alla collaborazione di un gruppo di agricoltori campobellesi, che in maniera assolutamente gratuita metteranno nuovamente a disposizione i propri mezzi, si terrà domani sera, venerdì 20 marzo, il secondo intervento straordinario di sanificazione dell’intero territorio comunale (Campobello, Tre Fontane e Torretta Granitola).
Il servizio prenderà il via alle ore 18 dalle frazioni balneari di Tre Fontane e Torretta Granitola, mentre a partire  dalle ore 21.30 circa la disinfezione sarà eseguita nell’intero centro urbano di Campobello, mediante l’impiego di ipoclorito di sodio in soluzione a concentrazioni non nocive per la salute umana.
In via esclusivamente precauzionale, si raccomanda pertanto ai cittadini di chiudere le finestre, di non lasciare panni stesi al di fuori delle proprie abitazione e di tenere al riparo gli animali domestici per l’intera durata degli interventi.
La cittadinanza sarà comunque preventivamente avvisata anche mediante sistema audio-fonico diffuso per le vie del paese.
«Non finirò mai di ringraziare i nostri encomiabili agricoltori per la grande disponibilità dimostrata nei confronti dell’intero paese – dichiara il sindaco Castiglione – In questo momento di estrema difficoltà, Campobello sta dimostrano di essere una comunità unita e solidale. L’unico modo concreto che i cittadini campobellesi hanno per dimostrare la propria riconoscenza nei confronti di questi agricoltori e di tutti coloro che oggi sono in prima linea per combattere questa grave epidemia, è quello di restare a casa, limitando il più possibile i contatti che favoriscono il contagio. #IORESTOACASA».

Comunicato stampa