Una pensilina per la fermata degli autobus a Campobello di Mazara

Una pensilina per la fermata degli autobus a Campobello di Mazara

La pensilna realizzata in legno è stata collocata all’interno della villa comunale del comune campobellese

Una pensilina per la fermata degli autobus, fruibile da tutti i ragazzi che ogni mattina devono attendere il mezzo per raggiungere gli istituti scolastici fuori sede è stata donata dalle imprese “TRE PIÚ- Costruzioni in legno e “Oddo Paolo” al Comune di Campobello e collocata all’interno della villa comunale.
L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Castiglione ha infatti concesso alle due imprese uno dei 5 spazi destinati a fermata dell’autobus in cambio della cura e della manutenzione della pensilina per i prossimi 5 anni.
La pensilina, progettata dall’ARCHINAMSTUDIO dell’architetto Maurizio Agola, è stata realizzata totalmente in legno e dotata di luci a led e presa di ricarica WIFI. A consegnarla al sindaco Castiglione, nei giorni scorsi, sono stati gli stessi titolari della TREPIÚ, Giacomo Ienna e Giuseppe Vivona, il titolare dell’impresa edile Paolo Oddo e il progettista Maurizio Agola, che ha dichiarato: «Abbiamo voluto donare questa pensilina alla comunità campobellese, poiché riteniamo che il bene comune passi anche attraverso l’iniziativa privata volta a migliorare la vivibilità del territorio. In particolare, con questo piccolo gesto, abbiamo voluto offrire un servizio utile soprattutto ai nostri ragazzi. Ringraziamo l’Amministrazione comunale per aver accolto la nostra iniziativa». «In questi 5 anni – ha aggiunto il sindaco Castiglione – abbiamo implemento alcune virtuose iniziative, quale quella dei contratti di sponsorizzazione e quella di Adotta un Monumento, volte a promuovere la collaborazione tra amministrazione e cittadini, con l’obiettivo di accrescere il senso di appartenenza nei confronti dei propri luoghi di vita attraverso la convivenza civile e responsabile. Nell’esprimere il ringraziamento dell’intera comunità campobellese al progettista e agli imprenditori che hanno donato la pensilina, auspico che la loro iniziativa possa essere preso ad esempio per tutti».

Comunicato stampa