Coronavirus, Musumeci vara ulteriori misure restrittive in vista di Pasqua

Coronavirus, Musumeci vara ulteriori misure restrittive in vista di Pasqua

Il governatore ha firmato ieri una nuova ordinanza urgente e contingibile in vista delle festività pasquali

Nuova ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, al fine di proseguire nella strada del contenimento dell’emergenza Coronavirus in Sicilia che fino a questo momento sta dando risultati positivi tanto che l’Isola potrebbe essere la prima regione a raggiungere in Italia l’obiettivo “zero contagi”. Il governatore ieri ha emanato un nuovo provvedimento con il quale sono state date nuove disposizioni e nuove misure restrittive, anche in vista di Pasqua e Pasquetta. Nel dettaglio, Musumeci ha disposto che negli esercizi commerciali di vendita e distribuzione di generi alimentari, anche all’aperto, gli operatori sono tenuti all’uso costante di mascherina e all’utilizzo di guanti monouso o, in alternativa, al frequente lavaggio delle mani con detergente disinfettante. Il governatore ha, altresì, disposto che in ogni luogo nel quale non sia possibile mantenere la distanza di 1 metro tra le persone, è fatto obbligo a ciascuno di coprire naso e bocca con una mascherina o con altro adeguato accessorio. E ancora: le uscite per gli acquisti essenziali, a eccezione di quelle per i farmaci, sono limitate a una sola volta al giorno e a un solo componente del nucleo familiare, così come è inibito l’ingresso nel territorio comunale ai venditori ambulanti al dettaglio, se provenienti da altri comuni. Ovviamente, rimangono interdetti alla fruizione i parchi, le aree gioco, le ville, i boschi, i giardini e ogni altro spazio pubblico, così come permane il divieto di gite fuori porta, di spostamento nelle cosiddette seconde case e verso i luoghi di villeggiatura. La chiusura domenicale e nei giorni festivi si applica anche ai servizi di consegna a domicilio, fatta eccezione per i farmaci e per i prodotti editoriali. Le disposizioni contenute nell’ordinanza di ieri entreranno in vigore domani e resteranno valide fino al 13 aprile.(riproduzione riservata)