Commissione di inchiesta su Denise, altro passo in avanti. Ok alla Camera della commissione bilancio

Commissione di inchiesta su Denise, altro passo in avanti. Ok alla Camera della commissione bilancio

Il via libera della commissione bilancio della Camera è arrivato dopo l’ok dato nelle settimane precedenti dalla commissione affari istituzionali

Compie un altro passo in avanti l’iter per l’istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta sulla scomparsa di Denise Pipitone. Ieri, infatti, la commissione bilancio di Montecitorio ha dato il proprio nulla osta all’istituzione dell’organismo di inchiesta prevedendo un fondo spese per i lavori pari a 40 mila euro all’anno, somma che potrà essere incrementata fino a un ulteriore 30% dietro richiesta del presidente della commissione di inchiesta. A illustrare il provvedimento in commissione bilancio è stato il deputato Fabio Melilli. Come si ricorderà, la commissione sarà composta da venti deputati nominati dal presidente della Camera e resterà in carica per tutta la durata residua dell’attuale legislatura. A fine lavori, la stessa commissione presenterà una relazione conclusiva. La commissione di inchiesta, promossa lo scorso maggio dai deputati Alessia Morani e Carmelo Miceli, procederà alle indagini e agli esami con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell’autorità giudiziaria e avrà facoltà di chiedere copie di atti e documenti relativi a procedimenti e inchieste incorso o conclusi presso l’autorità giudiziaria o altri organismi inquirenti, nonché copie di atti e documenti relativi a indagini e inchieste parlamentari, limitatamente ai procedimenti, indagini o inchieste effettuati nell’ambito della scomparsa di Denise Pipitone. Il via libera della commissione bilancio della Camera è arrivato dopo l’ok dato nelle settimane precedenti dalla commissione affari istituzionali. Adesso, resta soltanto il passaggio in Aula parlamentare.