Marsala, la polizia arresta un tunisino due volte nel giro di 48 ore

Marsala, la polizia  arresta un tunisino due volte nel giro di 48 ore

L’uomo è stato condotto in carcere

Nella notte tra sabato 17e domenica 18 luglio uu.ss. la Polizia di Stato di Marsala ha tratto in arresto G.A.,cittadino tunisino classe 2000, per i reati di resistenza, violenza, minaccia, oltraggio a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato .Il giovane extracomunitario veniva notato nel centro storico di Marsala, in Via XI Maggio, che infastidiva, insultava e tentava di aggredire diversi passanti, ingenerando preoccupazione e tensione tra gli stessi che, numerosissimi, affollavano la pubblica via, con conseguenti possibili effetti pregiudizievoli anche per l’ordine e la sicurezza pubblica. Il giovane tunisino veniva raggiunto, quindi, da una Volante del locale Commissariato di P.S. il cui equipaggio mentre procedeva alla sua identificazione, vedeva lo stesso scagliarsi con veemenza contro l’autovettura di servizio, danneggiandola e, subito dopo, contro gli stessi agenti intervenuti, opponendosi attivamente al loro operato, proferendo frasi minacciose ed oltraggiose al loro indirizzo. Gli agenti, con non poche difficoltà, riuscivano a contenere il giovane che opponeva resistenza attiva alla loro azione volta a placarne l’impeto e, soltanto, dopo un’articolata azione di mediazione e fermezza, riuscivano a bloccarlo e a renderlo inoffensivo. Stante la flagranza dei reati di resistenza, violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato dell’autovettura di servizio, l’uomo veniva tratto in arresto e posto in regime di arresti domiciliari in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida tenutasi nella mattinata odierna all’esito della quale il Tribunale di Marsala convalidava l’arresto, disponendo nel contempo l’applicazione a carico dell’immigrato della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla p.g. con cadenza giornaliera. L’indagato, tuttavia, nella stessa giornata di domenica, evadeva dagli arresti domiciliari per rendersi irreperibile, tanto da non presenziare alla predetta udienza odierna. Le ricerche condotte dagli agenti del Commissariato di P.S. di Marsala consentivano, nel primo pomeriggio odierno, di intercettare il giovane, mentre questi circolava per le strade del centro cittadino. L’uomo alla vista degli agenti che gli intimavano l’alt polizia si dava ad una precipitosa fuga che si concludeva, dopo un breve inseguimento, con l’arresto dello stesso il quale, dopo le formalità di rito, su disposizione del PM, veniva condotto nel carcere di Trapani in attesa dell’udienza di convalida.

comunicato stampa