Mazara, i fine settimana come “Far West”. Il M5s lancia l’allarme microcriminalità

Mazara, i  fine settimana come “Far West”. Il M5s lancia l’allarme microcriminalità

I consiglieri Coronetta e Pipitone presentano un’interrogazione indirizzata al sindaco Quinci

Allarme microcriminalità a Mazara del Vallo. A lanciarlo sono i due consiglieri comunali del Movimento 5 stelle, Antonella Coronetta e Maurizio Pipitone, attraverso un’interrogazione consiliare indirizzata al sindaco Salvatore Quinci e al presidente del consiglio comunale Vito Gancitano con la quale i due pentastellati chiedono all’Amministrazione di attivarsi per garantire una maggiore sicurezza sul territorio soprattutto nei weekend. Nel fine settimana, infatti, i due consiglieri evidenziano che la questione diventa allarmante con cittadini e turisti terrorizzati e presi di mira da bande di ragazzini. “Il fenomeno della microcriminalità”, si legge nell’interrogazione a firma di Coronetta e Pipitone, “sembra in continuo aumento e a farne le spese sono i cittadini che sempre più spesso sono vittime di atti di violenza gratuita. Nonostante il periodo trascorso “forzatamente” chiusi in casa a causa dell’emergenza Covid”, prosegue l’interrogazione, “gruppi eterogenei di ragazzi italiani e non, minorenni e maggiorenni, pensano che sia corretto trasformare ogni fine settimana in un far west creando caos nelle vie del centro e picchiando e minacciando altri ragazzi. Come se non bastasse, aggiungono i due grillini, “si è registrato anche l’aumento di rapine e furti a danno di giovani e il danneggiamento di beni pubblici e privati”. Da qui la richiesta al primo cittadino di sapere come intenda procedere per affrontare al meglio la situazione in città.