Scoperto un traffico di cocaina e hashish a Trapani, 5 le misure cautelari eseguite dai carabinieri

Scoperto un traffico di cocaina e hashish a Trapani, 5 le misure cautelari eseguite dai carabinieri

Per tutti, l’ipotesi di reato è detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Nel corso della notte tra il 22 e 23 dicembre 2021, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Trapani, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Il provvedimento ha raggiunto 5 persone del posto, tutti censurate. In particolare, due uomini di 43 e 22 anni sono stati sottoposti alla custodia cautelare in carcere, mentre un 20enne, un 26enne e un altro 22enne sono stati ristretti presso le loro abitazioni in regime di arresti domiciliari, con applicazione di braccialetto elettronico. Per tutti, l’ipotesi di reato è detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel dettaglio, l’odierno esito di attività di indagine, sviluppato sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Trapani, traeva origine mentre i militari indagavano per far luce su un grave episodio di minaccia commessa ai danni di un esercente trapanese. In tale contesto, i Carabinieri si sono così imbattuti in un presunto traffico di droghe di diversa tipologia, avviando poi un nuovo filone di indagini. Durante le investigazioni, mediante lo svolgimento di attività tecniche e di molteplici servizi di osservazione e pedinamento, i militari dell’Arma hanno raccolto gravi elementi indiziari a carico degli indagati. Sono stati accertati, infatti, numerosi episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, sia al dettaglio che non, avvenuti tra i mesi di dicembre 2020 e giugno 2021 nella città di Trapani e nella frazione Casa Santa di Erice. Le droghe maggiormente cedute erano del tipo cocaina, venduta a 50 euro al grammo e hashish a 5 euro per dose. L’indagine, già in fase di riscontro delle informazioni, aveva premesso di arrestare in flagranza di reato altre tre persone e di segnalare diversi assuntori non terapeutici alla Autorità Amministrativa. Le indagini degli inquirenti proseguono al fine di raccogliere ulteriori riscontri investigativi.

comunicato stampa