Tre palermitani sono stati denunciati dai carabinieri per avere raccolto ricci nell’area marina delle Egadi

Tre palermitani sono stati denunciati dai carabinieri per avere raccolto ricci nell’area marina delle Egadi

Nel corso di ulteriori controlli i carabinieri della compagnia di Trapani hanno denunciato altre tre persone

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Favignana hanno deferito in stato di libertà alla competente A.G., per aver raccolto ricci in mare in area marina protetta, tre soggetti originari e residenti a Palermo, P.R. classe 79, P.F. classe 88 e B.A. classe 91.Nel corso di un servizio di controllo del territorio,giunti nei pressi di Cala Rotonda, i Carabinieri venivano attratti da un’autovettura parcata sul ciglio della strada. Poco distanti, ben nascosti in un insenatura della scogliera i tre soggetti intenti a spaccare ricci e conservare le uova in bicchieri di plastica che in quel momento erano già 39. Oltre ai bicchieri pieni di uova i militari sequestravano e rigettavano in mare oltre mille ricci Sempre nella stessa giornata i Carabinieri della Stazione di Locogrande durante, un posto di controllo, sottoponevano ai normali accertamenti un mezzo con apposta sul retro la targa prova la quale risultava contraffatta per tanto venivano denunciate 2 persone C.P classe classe 64 ed M.E. classe 81.  Infine nella tarda serata i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno denunciato Viviani Claudio, in atto sottoposto agli arresti domiciliari, arrestato dai Carabinieri di Erice il fine settimana appena trascorso, in quanto sorpreso fuori dalla propria abitazione.

Comunicato stampa