Castellammare, esonda il fiume San Bartolomeo

Castellammare, esonda il fiume San Bartolomeo

Al momento si sono registrati solo alcuni allagamenti di terreni in prossimità del fiume

«Esonda il fiume san Bartolomeo e al momento si sono registrati solo alcuni allagamenti di terreni in prossimità del fiume, dal lato di Castellammare. L’allerta rimane massima ed invitiamo i cittadini che vivono nelle zone circostanti il fiume o transitano, a prestare la massima attenzione. Le consistenti piogge delle ultime ore hanno provocato la piena del fiume. Monitoriamo lo stato dei luoghi».

Il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Protezione Civile Leonardo D’Angelo invitano la cittadinanza a fare attenzioneperché è in corso l’esondazione del fiume san Bartolomeo al confine tra i Comuni di Castellammare ed Alcamo. Oltre i limiti di piena anche il torrente Guidaloca, sempre nel territorio di Castellammare del golfo.

«Prosegue lo stato di allerta per la pioggia continua in corso in queste ore ed il livello d’acqua del fiume San Bartolomeo si è innalzato notevolmente ed è passato repentinamente alla piena– spiegano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Protezione Civile Leonardo D’Angelo-. Al momento si registrano solo alcuni danni ai terreni adiacenti il San Bartolomeo ma occorre la massima allerta e prudenza anche nella zona del torrente Guidaloca».

«Come sottolinea la protezione civile occorre prestare particolare attenzione ai deflussi nelle aree urbane, soprattutto proprio in prossimità dei corsi d’acqua perché prosegue anche domani, 11 novembre, l’allerta arancione indicata per quasi tutta la Sicilia. Ci saranno ancora temporali, rovesci di forte intensità, forti raffiche di vento e frequente attività elettricaconcludono il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Protezione Civile Leonardo D’Angelo-. Occorrono massima attenzione e prudenza negli spostamenti».