Coronavirus, 5 casi a Salemi

Coronavirus, 5 casi a Salemi

Il sindaco Domenico Venuti fa il punto della situazione

“Sono cinque i casi di positività al Covid-19 accertati al momento nella nostra città: di questi, quattro sono ricoverati in ospedale e uno si trova in isolamento domiciliare. I dati ricevuti dall’Asp di Trapani dipingono un quadro molto serio, con un numero di contagi destinato ad aumentare, ed è per questo che ho chiesto alle autorità sanitarie di adottare ogni utile iniziativa volta a prevenire la ulteriore diffusione del virus. Il riscontro dei casi di positività, con le informazioni giunte in nostro possesso grazie anche all’intervento del prefetto, ci preoccupa ma al tempo stesso è la prova dell’esistenza di un buon sistema di screening e monitoraggio sul territorio”. Lo afferma il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, che ha inviato una nota ai vertici dell’Asp di Trapani in cui chiede di realizzare “iniziative efficaci di contenimento” sottolineando la necessità di avviare un’azione di screening con tamponi faringei allargato il più possibile alla popolazione, “con l’obiettivo – spiega Venuti – di individuare anche i possibili soggetti asintomatici”.
          In isolamento controllato, intanto, anche i componenti dei gruppi familiari legati ai cinque casi finora riscontrati: i controlli sono effettuati dalle autorità sanitarie provinciali e dal Comune. Il sindaco di Salemi, secondo cui “è indispensabile agire tempestivamente e in maniera estesa per la tutela della salute della comunità”, chiede anche “celerità” nelle decisioni.  Venuti rivolge poi un appello ai salemitani : “Tutto questo deve indurci al massimo rigore nei comportamenti. Dobbiamo restare a casa e proseguire con l’isolamento sociale, unica arma in questo momento per difenderci dal virus. I controlli proseguiranno”.
          Dopo un confronto con la giunta, i capigruppo consiliari, il presidente del Consiglio comunale e i componenti del Coc, il sindaco di Salemi ha poi inviato una lettera al prefetto, Tommaso Ricciardi, in cui chiede una sorveglianza H24 da parte delle forze dell’ordine. “Abbiamo la necessità di eliminare gli spostamenti impropri sul territorio, per questo è necessario aumentare le forze in campo”. Negli uffici comunali, intanto, sono in fase di studio, ulteriori misure precauzionali che verranno calibrate e decise in base alle ulteriori evidenze.
          Venuti, infine, ha emesso un nuovo avviso indirizzato agli operatori commerciali della città rimasti aperti in virtù delle indicazioni del governo. Nella nota si richiama al “rigoroso rispetto” delle disposizioni in materia di igiene e sanità volte alla prevenzione del contagio: tra queste il contingentamento degli accessi e il mantenimento della distanza di almeno un metro. Se non sarà possibile garantire quest’ultima indicazione le attività “dovranno essere chiuse”. Nell’avviso si consiglia anche la predisposizione del servizio di consegna domicilio. I controlli sul rispetto delle disposizioni continueranno a essere effettuati da polizia municipale e forze dell’ordine.

Comunicato stampa