Coronavirus, gli ultimi dati confermano il calo dei contagi nel Trapanese

Coronavirus, gli ultimi dati confermano il calo dei contagi nel Trapanese

I dati alla data odierna

Gli ultimi dati confermano il trend in calo dei contagi in provincia di Trapani. Nelle ultime 24 ore sono stati accertati 53 nuovi casi, per un totale di 10.513 da inizio pandemia. In calo anche il numero degli attuali positivi al Covid: oggi sono 2.084, ieri erano 2.175 (-91). Per avere un dato così basso di attuali positivi bisgona tornare indietro al 7 gennaio (quel giorno erano 1.906). Non si registra per fortuna alcun decesso, mentre i guariti e negativizzati sono 144, per un totale di 8.217. I ricoverati sono complessivamente 88, di cui 5 in terapia intensiva. Ecco la situazione degli attuali positivi comune per comune.
Alcamo 211
Buseto 1
Calatafimi 11
Campobello 123
Castellammare 64
Castelvetrano 287
Custonaci 45
Erice 185
Favignana 8
Gibellina 38
Marsala 254
Mazara 294
Paceco 33
Pantelleria 5
Partanna 8
Petrosino 22
Poggioreale 2
Salaparuta 9
Salemi 15
San Vito Lo Capo 16
Santa Ninfa 5
Trapani 406
Valderice 24
Vita 18

deceduti 212

guariti 8217

ricoverati in terapia intensiva 5

ricoverati in terapia non intensiva 83

Dato tamponi parziale 687

tamponi per la ricerca dell’antigene 210

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Gas, Von der Leyen “Pronti a studiare un price cap temporaneo”
    by Redazione on 5 Ottobre 2022 at 05:51

    STRASBURGO (FRANCIA) (ITALPRESS) - "I prezzi elevati del gas fanno lievitare i prezzi dell'elettricità. Dobbiamo limitare questo impatto inflazionistico del gas sull'elettricità ovunque in Europa. Siamo quindi pronti a discutere il tetto sul prezzo del gas, che deve essere studiato in modo appropriato e deve essere una soluzione temporanea". Lo ha detto la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, intervenendo alla plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo. "Nel portare avanti la nostra azione, due cose restano fondamentali: agire in modo unitario e solidale - ha aggiunto -. Dobbiamo proteggere i fondamenti della nostra economia, e in particolare il nostro mercato unico".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Calenda “Alle Europee con un partito unico Azione-IV”
    by Redazione on 5 Ottobre 2022 at 05:21

    ROMA (ITALPRESS) - "Renzi ha fatto un passo indietro e questo lo vorrei ricordare. Noi abbiamo già una federazione Azione-Italia Viva che va ampliata, ho detto agli amici di +Europa di venire e di stare nello stesso gruppo in Europa, credo che verranno altre personalità dal centrosinistra e dal centrodestra liberale. Poi costruiremo un partito unico liberal-democratico per arrivare alle Europee". Così il leader di Azione, Carlo Calenda, a Radio Capital. Parlando della formazione del nuovo Governo, Calenda sottolinea che "Salvini è stato al Viminale ma non ci è andato mai, salutava le mucche sulle spiagge e faceva le dirette Facebook dal tetto del Viminale. Se ragionassimo col criterio con cui si ragiona nella vita normale non se lo merita, ma il problema è che merito e politica spesso sono cose che non c'entrano niente.Salvini ha chiuso gli Sprar mandando per strada migliaia di immigrati che ora non sappiamo dove stanno e li ha chiamati decreto sicurezza...altro che sicurezza". Il toto ministri? "Non me ne può fregare di meno. Devono trovare ministri capaci che sappiano gestire, fare il ministro è un lavoro difficile e bisogna metterci persone che lo sanno fare o saremo sempre delusi, noi faremo una opposizione costruttiva, non giochiamo allo sfascio", ha aggiunto.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Pd, Provenzano “Basta governismo, costruiamo l’alternativa”
    by Redazione on 5 Ottobre 2022 at 04:36

    ROMA (ITALPRESS) - "Ora basta governismo, costruiamo l'alternativa". Lo dice il vicesegretario del Pd, Giuseppe Provenzano, in un'intervista a "La Stampa" in cui ribadisce di non volersi candidare alla guida del partito. "Siamo stati sconfitti, ma non siamo vinti. Dobbiamo discutere a fondo, anzi forse dovremo farlo per la prima volta. E non da soli. Non c'è stata un'onda nera, la destra ha preso i suoi voti ma attenzione, l'onda potrebbe arrivare adesso se lasciamo sguarnito il fronte dell'opposizione". Secondo Provenzano "bisogna costruire un nuovo Pd, affrontare finalmente il nodo della sua identità. Si riparte dalle fondamenta, non dal nome. E l'opposizione può essere un'opportunità". Il governismo è stato "l'errore di fondo" del Pd. "Ogni volta c'è stata una ragione, una giustificazione, però alla lunga questo toglie credibilità. Se non hai un'identità riconoscibile è il governo stesso la tua identità. Non possiamo dire, come Jessica Rabbit, che ci disegnano così. Perchè noi siamo così, a tutti i livelli, dal nazionale al locale. Svolgiamo una funzione di governo, ma non una funzione politica. Quella per cui le persone o i gruppi sociali ti affidano le loro istanze e sanno che le porti avanti", prosegue Provenzano. Il partito, osserva Provenzano, non deve sciogliersi ma "solo sciogliere le contraddizioni. In 11 anni di governo, su 15 di vita, abbiamo detto tutto e il contrario di tutto. Un grande partito dev'essere plurale, ma su alcuni punti fondamentali non puoi avere due linee". "Peggio della sconfitta, è stata la reazione della sconfitta", evidenzia. "Io non mi candido" alla segreteria, "è un nome in meno. Voglio confrontarmi sulla politica". - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Calhanoglu rilancia l’Inter, Barca battuto 1-0
    by Redazione on 4 Ottobre 2022 at 19:10

    MILANO (ITALPRESS) - Tre punti d'oro per l'Inter di Simone Inzaghi, che grazie al gol di Calhanoglu batte il Barcellona per 1-0 e riapre il discorso qualificazione agli ottavi di finale. Trama tattica della gara da subito chiara, con il Barcellona che domina in palleggio la metà campo nerazzurra, mentre l'Inter prova a far male in ripartenza. Al 7' gli uomini di Inzaghi trovano un capovolgimento di fronte che favorisce il tiro dalla lunga distanza di Calhanoglu, reattivo Ter Stegen a mettere in angolo la conclusione del turco. Inter che si difende dai molteplici attacchi del Barcellona e al 28' trova anche la rete del vantaggio con Correa, bravo a liberarsi di Ter Stegen e mettere in porta il pallone, ma in posizione di offside. Si resta sullo 0-0, con il Barcellona che continua a tenere il possesso palla, senza però creare minacce concrete. Nel recupero del primo tempo è l'Inter a trovare il gol dell'1-0, con l'ennesima azione manovrata che porta all'assist di Dimarco per la conclusione, stavolta letale, di Calhanoglu, che batte Ter Stegen e porta avanti i nerazzurri. Il secondo tempo riparte con i catalani a trazione anteriore e l'Inter costretta a difendersi in maniera serrata nella propria area di rigore. Pochi i sussulti degni di nota di Lautaro e compagni, che cercano di tenere alto il baricentro anche grazie all'ingresso di Dzeko. Al 68' altro squillo del Barcellona, con il pallone pericoloso di Dembelè, l'uscita goffa di Onana che favorisce il tap in a botta sicura di Pedri. Esultano i blaugrana, ma è ancora il Var ad annullare tutto per un tocco di mano di Ansu Fati sul cross di Dembelè. Inter che resta rintanata nella propria trequarti campo, ma con ordine e sacrificio riesce a far fronte anche alle ultime offensive spagnole. Nel finale anche un tocco dubbio di Dumfries in area di rigore, lascia però correre Vincic che dopo 8 minuti di recupero manda in archivio la gara.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Goleada Napoli in casa Ajax, finisce 1-6
    by Redazione on 4 Ottobre 2022 at 19:00

    AMSTERDAM (OLANDA) (ITALPRESS) - Un Napoli sontuoso domina e stravince in rimonta per 6-1 sul campo dell'Ajax, avvicinandosi così a grandi passi verso il passaggio del turno. Forte di questi 3 punti, la squadra di Spalletti vola in testa a punteggio pieno a quota 9 e si avvicina così agli ottavi di finale. Le due squadre torneranno ad affrontarsi tra 8 giorni a campi invertiti.Decisive le reti siglate già nel primo tempo da Raspadori, Di Lorenzo e Zielinski, che indirizzano subito il match dopo lo svantaggio iniziale. Sono infatti i lancieri a passare al 9'. Bergwijn aggira la difesa, entra in area e serve all'indietro Taylor che calcia di prima intenzione addosso a Kudus che infila Meret per l'1-0 grazie a una deviazione fortunosa. Il pari è quasi immediato e arriva al 18'. Dopo un fraseggio tutto di prima, Olivera fugge sulla sinistra e mette in mezzo una palla al bacio sulla testa di Raspadori che insacca nell'angolino. I partenopei giocano meglio e al 33' completano la rimonta con capitan Di Lorenzo, che supera di testa Pasveer sfruttando al meglio un cross dalla destra di Kvaratskhelia. Il tris arriva al 45', quando la difesa di casa lascia un'autostrada a Zielinski che si inserisce centralmente dopo un assist di Anguissa, si invola verso la porta e infila il portiere con il mancino per il 3-1 con cui si va all'intervallo. Al 2' della ripresa arriva subito il poker. Pasveer sbaglia a impostare, Anguissa intercetta e serve Raspadori che calcia di prima con il destro infilando il portiere per il 4-1. Al 18', Kvaratskhelia corona una grande prestazione ricevendo da Raspadori dopo un uno-due e superando Pasveer per il 5-1. Al 28' gli olandesi rimangono in 10 per il doppio giallo inflitto a Tadic. Al 36' gli uomini di Spalletti firmano il sesto e ultimo gol del loro match, quando Simeone batte Pasveer con il destro dopo un bell'assist di Ndombèlè. Nel finale c'è ancora tempo per una traversa colpita dallo stesso Ndombèlè, ma il punteggio non cambierà più.- foto Image - (ITALPRESS).