Partanna, monsignor Russo compie 80 anni di sacerdozio

Partanna, monsignor Russo compie 80 anni di sacerdozio

L’ingresso in seminario nel 1918 e poi l’esperienza del terremoto

102 anni e 80 anni di sacerdozio: monsignor Calogero Russo di Partanna lunedì prossimo festeggerà il traguardo di un anniversario davvero straordinario per la sua ordinazione presbiterale. Nato il 21 maggio 1918, padre Russo è entrato nel Seminario vescovile di Mazara del Vallo nell’ottobre del 1929. La sua vocazione è maturata nell’ambiente di famiglia: papà fabbro, mamma casalinga, discreti proprietari terrieri, due esempi dell’accoglienza dei poveri e dei bisognosi ai quali elargivano sempre qualcosa in natura. L’ingresso in Seminario a soli 11 anni per frequentare il secondo ginnasio: il papà lo aveva iscritto a scuola a 5 anni e prima ancora che si manifestasse la vocazione, lo aveva avviato agli studi. «Nonostante il desiderio del Seminario, quando salutai papà, piansi», scrisse nella prima lettera inviata da padre Russo dal Seminario. L’anticipo negli studi gli giovò al fine dell’ordinazione presbiterale, che avvenne l’8 marzo 1941, a soli 22 anni, con dispensa di Papa Pio XII e dietro segnalazione del Vescovo monsignor Salvatore Ballo. Così padre Russo non fu obbligato a partire per la guerra, come, invece, era d’obbligo per i seminaristi maggiorenni non ordinati. Erano gli anni del Secondo Conflitto Mondiale: «Durante il rito della mia ordinazione sentivo il terribile rombo degli aerei che sorvolavano sulla Cattedrale e, ancor di più, sentivo l’assenza di mio fratello che era combattente», ricorda l’anziano prete. Padre Russo è stato vice-rettore del Seminario, segretario dei Vescovi Ballo e monsignor Gioacchino Di Leo ma anche reggente pro-tempore della Diocesi nell’anno 1949-1950, durante la sede vacante dell’episcopato, per volere del Cardinale Ernesto Ruffini. Diventa parroco nella sua città, Partanna e si preoccupa di conoscere famiglia per famiglia. Compra centinaia di copie del Vangelo per distribuirle. Ma padre Russo ha vissuto anche i momenti difficili del terremoto del 1968 nella Valle del Belìce: Papa San Paolo VI gli donò una utilitaria per consentirgli di facilitare la sua azione di apostolato tra le famiglie sfollate e disagiate. In questi anni moltissimi preti lo hanno voluto incontrare nella sua abitazione di Partanna. Tra questi anche don Andrea Santoro che poi, da missionario, è stato trucidato in Turchia nel 2006. Oggi padre Russo vive attorniato dalla gioia dei parenti. Il Vescovo monsignor Domenico Mogavero ha voluto che a casa sua si allestisse un “Piccolo oratorio Gesù maestro” dove in questi anni padre Russo ha potuto continuare a celebrare la santa messa, seguita da alcuni fedeli. Oggi la celebrazione è sospesa a causa del Covid-19. «Per lui è tanto importante celebrare – spiega il giovane amico sacerdote don Giuseppe Inglese – per sentirsi prete: è questo il suo fascino, lui è un prete innamorato di Dio».

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Conte, “Renzi-Calenda come ‘Una poltrona per 2’, vediamo quanto dura”
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 16:31

    ROMA (ITALPRESS) - L'accordo tra Renzi e Calenda? "Mi verrebbe da commentare con il titolo di quel famoso film 'Una poltrona per duè. Vediamo quanto durerà e se riusciranno ad andare d'accordo almeno in campagna elettorale". Lo ha detto il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, a "Controcorrente" su Rete4. "Girano dei video in cui, qualche giorno fa, Calenda dichiarava che gli faceva orrore far politica e governare con chi ha cercato di sponsorizzare il rinascimento saudita: oggi invece li vediamo affianco", sottolinea.(ITALPRESS).Photo credits: www.agenziafotogramma.it

  • Letta, “Il nostro obiettivo è essere prima lista del Paese”
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 16:01

    ROMA (ITALPRESS) - "Il nostro obiettivo è essere la prima lista del Paese. Questa destra la possiamo battere solo noi". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, intervenuto al comitato dei volontari alla presentazione del simbolo elettorale. "Insieme siamo in grado di arrivare a essere, il 25 settembre, la prima lista del Paese".(ITALPRESS).Photo credits: Ufficio stampa Pd

  • Dai leader del centrodestra via libera al programma elettorale
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 15:41

    ROMA (ITALPRESS) - "I leader dei partiti che compongono il centrodestra hanno condiviso e dato il via libera al programma di governo che la coalizione realizzerà dopo le elezioni del 25 settembre quando, finalmente, l'Italia potrà avere un governo coeso e capace di dare al Paese delle risposte concrete. Un programma che si articola in 15 punti, serio e realizzabile, incentrato sulla tutela dell'interesse nazionale e della Patria, sulla crescita economica e sulla difesa del potere d'acquisto delle famiglie". E' quanto si legge in una nota congiunta dei leader dei partiti del centrodestra."Nel documento, elaborato nelle scorse settimane da un tavolo tecnico composto dai delegati di tutte le forze del centrodestra, vengono ribaditi i nostri valori e la nostra collocazione in Europa, nell'Alleanza Atlantica e in Occidente, la necessità di una profonda riforma fiscale con la Flat Tax, del superamento della legge Fornero con Quota 41, dei Decreti sicurezza, dell'autonomia regionale e del presidenzialismo e di tutti gli altri elementi che sono indispensabili per affrontare i problemi dell'Italia e dare finalmente il via a un rilancio che non può più essere rinviato - prosegue la nota -. Il centrodestra sottolinea anche i temi delle infrastrutture strategiche, delle riforme come quelle della giustizia e della pubblica amministrazione, passando, ovviamente per la necessità di tagliare il carico fiscale a famiglie e imprese".- foto ufficio stampa Fdi -(ITALPRESS).

  • Italia d’argento nella staffetta 4×200 agli Europei di nuoto
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 15:36

    ROMA (ITALPRESS) - L'Italia conquista la medaglia d'argento nella finale della 4x200 uomini agli Europei di nuoto in corso a Roma, al Foro Italico. Marco De Tullio, Lorenzo Galossi, Gabriele Detti e Stefano Di Cola chiudono in 7'06"25 e rimontano nelle ultime due frazioni sino al secondo posto, assestandosi alle spalle dell'Ungheria (oro in 7'05"38) e davanti alla Francia (bronzo). "Una bella staffetta, ci siamo divertiti. Con un Milak così credo si potesse fare poco, Stefano (Di Cola) ha fatto una grande cosa nell'ultima, Marco (De Tullio) ha aperto bene, e Galossi ha coperto", ha dichiarato Detti. "L'ultima gara della stagione si fa sentire ma ho iniziato bene e siamo contenti", ha aggiunto De Tullio ai microfoni della Rai. "Sono molto emozionato - ha ammesso Galossi - so che sarebbe potuta andare meglio ma ho dato tutto la mattina. E' andata bene, non ci credevamo quasi più, quindi bravi tutti". "Una gara bellissima - ha chiuso Di Cola - alla virata del 100 ho sentito anche il pubblico. La finale di Budapest è un ricordo recente e ci siamo riscattati. Siamo giovani e un bel gruppo, continuiamo così". - foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Razzetti d’oro nei 400 misti agli Europei di nuoto
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 15:16

    ROMA (ITALPRESS) - Arrivano le prime medaglie in vasca per l'Italia agli Europei di nuoto in corso a Roma, al Foro Italico. Nella finale dei 400 misti uomini Alberto Razzetti conquista l'oro in 4'10"60 precedendo l'ungherese David Verraszto e l'altro azzurro Pier Andrea Matteazzi, medaglia di bronzo in 4'13"29."E' una sensazione difficile da descrivere a parole, far cantare l'inno a tutta la piscina è un qualcosa che ricorderò per sempre. Ho la pelle d'oca a ripensarci, sono davvero felicissimo", ha dichiarato Razzetti. "Vincere davanti a questo pubblico e ai miei amici è un sogno che si avvera", ha ammesso Matteazzi.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).