Scuole ex Provincia, restano aperte alcune questione nel Trapanese

Scuole ex Provincia, restano aperte alcune questione nel Trapanese

Occhi puntati sul futuro dell’istituto Allmayer di Alcamo

Il Commissario Straordinario del LCC di Trapani, Dott. Raimondo Cerami, continua il suo impegno rivolto alle Istituzioni scolastiche per consentire una migliore gestione finanziaria ed
amministrativa, attraverso le seguenti concrete azioni.
Il Commissario ha formulato la direttiva che nel bilancio in corso di approvazione vengono confermate le assegnazioni delle risorse finanziarie per le spese di funzionamento e manutenzione ordinaria ex lege 23/96 stanziate nell’anno 2019, anno nel quale le stesse erano state incremento del 15%, cui si aggiunge la somma di Cento mila euro già erogata quando le attività didattiche si svolgevano ancora in presenza, per la sanificazione delle Scuole Superiori.
Tale azione, consente di fornire ai Dirigenti Scolastici un quadro certo e completo della dotazione finanziaria disponibile per l’intero anno 2020 nel bilancio di ciascuna istituzione.
L’incremento dei fondi destinati alle spese di funzionamento ed alle manutenzioni ordinarie persegue la finalità che, in presenza di una riduzione delle prime, quelle di funzionamento a causa della
diversa organizzazione e grazie alla didattica a distanza, vengano adeguatamente utilizzate per la
manutenzione ordinaria di ciascun istituto, anche per migliorarne l’igienicità e la sicurezza in vista della
ripresa delle lezioni in presenza, secondo quelle che saranno le indicazioni ministeriali che il Libero
Consorzio si impegna a rendere attuabili in ogni sede scolastica.
Il Commissario ha disposto, inoltre, di confermare quanto già concretamente posto in essere
nell’anno 2019 in merito all’assegnazione straordinaria di fondi per manutenzioni straordinarie, che di volta in volta sono stati assegnati ai dirigenti scolastici che hanno curato direttamente la spesa, con una azione sinergica tra amministrazioni pubbliche, anche quest’anno, pertanto, i dirigenti scolastici potranno formulare segnalazioni puntuali di interventi manutentivi straordinari che, previa verifica dell’urgenza e della congruità della spesa da parte degli uffici del LCC, potranno formare oggetto di anticipazione di spesa da rendicontare.
Il LCC, anche in questo periodo emergenziale, continua a perseguire l’obiettivo primario della
dismissione delle locazioni degli edifici ad uso scolastico anche, come più volte dichiarato mediante una
politica di investimento volta all’acquisto di immobili da destinare ad edilizia scolastica. Se, in alcuni comprensori del territorio provinciale, sono state trovate soluzioni che hanno permesso di utilizzare immobili di proprietà comunale grazie alla collaborazione sinergica tra le amministrazioni locali, lo stesso non si può dire per il comprensorio di Alcamo.
Sebbene, vi siano state diverse riunioni ed interlocuzioni con gli attori interessati ed analizzate
svariate proposte, ancora oggi non è stata trovata la soluzione definitiva al problema. Il Commissario prosegue nella ricerca di edifici pubblici idonei ad ospitare l’Istituto “Allmayer” –
unica locazione attiva nel comprensorio che beneficia del contributo regionale per il pagamento del fitto fino a luglio 2020.
Anche l’ipotesi di acquisto dell’edificio di proprietà privata che da tempo ospita l’Allmayer non
può affatto dirsi vicina ad una soluzione positiva, in quanto l’offerta presentata (nell’ambito della
manifestazione d’interesse per l’acquisto di immobili da destinare ad edilizia scolastica nel Comune di
Alcamo) dai proprietari dell’edificio non è stata ritenuta congrua dal LCC rispetto ai criteri di stima del
più probabile valore di mercato adottati dall’Agenzia del Territorio, ed è in corso di verifica una ulteriore,
di poco ridotta, offerta fatta pervenire dai proprietari. In assenza di una apposita contribuzione regionale, da tempo richiesta dal LCC, per il prossimo anno scolastico prosegue l’attività di ricerca delle soluzioni, tenuto conto che nell’incontro a tal fine organizzato il 02.02.2020 è stata acquisita la dichiarazione da parte dei sindaci del comprensorio di
Alcamo della indisponibilità di immobili pubblici, dichiarazione che ha permesso a questo Ente di ritenere
conclusa la ricerca di immobili pubblici, che era stata posta quale condizione per l’esito della
manifestazione di interesse per eventuale acquisto di immobili privati. In merito, il LCC ha sempre e formalmente indicato i seguenti criteri per l’opera di
razionalizzazione dell’edilizia scolastica superiore e la eliminare delle locazioni passive di immobili, in
ordine decrescente: utilizzazione di immobili scolastici di altri enti ex L. n. 23/96; utilizzazione di altri immobili di proprietà pubblica non già destinati ad edilizia scolastica; acquisto di immobili di terzi con
pagamento del prezzo in più annualità senza interessi, per sostituire la spesa annuale corrente del canone di locazione con la spesa di investimento del rateo di acquisto; rinnovo del finanziamento da parte della Regione Siciliana sì da dare copertura finanziaria alla suddetta locazione a partire dal secondo semestre dell’Anno 2020.
Restano, pertanto, attive le ipotesi che, venendo a scadere la contribuzione da pare della Regione
finalizzata al pagamento di tale locazione ed in assenza di nuove specifiche assegnazioni finanziarie, si
debba ricorrere anche all’utilizzazione di edifici già di proprietà del LCC, ma in altri comuni limitrofi ad Alcamo, disponendo, quindi, il trasferimento del liceo “Allmayer” presso gli immobili siti in
Castellammare del Golfo e Calatafimi.

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • M5S, Di Maio “Dibattito surreale minaccia la tenuta del Governo”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 17:46

    ROMA (ITALPRESS) - "Da giorni, mentre il governo italiano è impegnato in importanti summit internazionali, non si fa altro che alimentare tensioni con dibattiti e dichiarazioni surreali, che minacciano chiaramente la tenuta dell'esecutivo. Queste dinamiche rischiano solo di indebolire la credibilità dell'Italia, farci sfumare il raggiungimento di importanti obiettivi come il tetto massimo al prezzo del gas e farci perdere i fondi del PNRR. Non si può essere "responsabili" solo la domenica, creando tensioni e instabilità per il resto della settimana. Si metta al primo posto l'interesse del nostro Paese". Così in una nota il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, fondatore dei gruppi "Insieme per il Futuro".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Salvini “La sinistra vuole fare saltare il Governo”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 17:11

    ROMA (ITALPRESS) - "Mi sembra evidente la volontà della sinistra di far saltare il governo". Il leader della Lega Matteo Salvini ha concluso con queste parole, sottolineate dagli applausi dei deputati del partito, la riunione con i parlamentari convocata per fare il punto della situazione. "Mentre noi in Senato stavamo approvando l'equo compenso, alla Camera Pd e 5Stelle hanno imposto ius soli mascherato e droga libera", ha aggiunto Salvini.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Pnrr, Brunetta “Avanti con la riforma della P.A.”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 13:56

    ROMA (ITALPRESS) - "L'Italia di Mario Draghi ha raggiunto anche tutti i 45 obiettivi del Pnrr relativi al primo semestre 2022. Con la trasmissione alla Commissione europea della richiesta di pagamento della seconda rata da 24,1 miliardi, il nostro Paese si conferma tra gli Stati del gruppo di testa nell'Ue sul fronte dell'attuazione del Pnrr. Abbiamo ricevuto più soldi di tutti, ma rispondiamo con serietà e credibilità, mantenendo gli impegni presi. Un segno tangibile del patrimonio di credibilità e reputazione conquistato in questi 16 mesi di governo". Così, in una nota, Renato Brunetta, ministro per la Pubblica Amministrazione."Voglio anche ricordare che siamo il Paese più impegnato nella modernizzazione della Pubblica amministrazione, non solo dal punto di vista dell'ammontare delle risorse messe a disposizione (oltre il 70% dei fondi europei stanziati a questo scopo), ma anche dal punto di vista della qualità delle riforme e degli investimenti finanziati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza - aggiunge -. Siamo, infatti, presenti in tutti gli ambiti prioritari individuati dalla Commissione europea: public service delivery, formazione e sviluppo delle competenze dei dipendenti pubblici, semplificazione amministrativa, miglioramento dei processi decisionali, modernizzazione delle procedure di reclutamento, miglioramento della trasparenza dell'azione amministrativa"."Un'altra spinta decisiva alla riforma del pubblico impiego, in questo senso, arriva dal decreto 'Pnrr 2' appena approvato definitivamente dalla Camera, con i nuovi profili professionali pronti al decollo, il rafforzamento del portale inPA (che diventa l'unica porta d'accesso digitale ai concorsi pubblici e alle procedure di mobilità), l'introduzione degli assessment anche nelle selezioni del personale non dirigenziale, la delega ad aggiornare il Dpr 487/1994 sui concorsi, la revisione del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici e l'introduzione di azioni positive per favorire la parità di genere nell'accesso alla Pa e nelle progressioni di carriera, le nuove regole su comandi e distacchi, il rafforzamento di Formez PA e Scuola Nazionale dell'Amministrazione - sottolinea il ministro -. Ringrazio tutti i miei collaboratori, il Gabinetto, il Dipartimento della Funzione pubblica, l'Aran, il Formez, la Sna. Senza gioco di squadra nulla sarebbe stato possibile. Sono orgoglioso del lavoro svolto, con il contributo sempre costruttivo del Parlamento e il confronto costante con le Regioni, le Province e i Comuni. Un lavoro, quello dell'intero Governo, che è proseguito senza ritardi nonostante il dramma della guerra in Ucraina e che non si fermerà: siamo già all'opera per tagliare entro fine anno i prossimi traguardi, che valgono altri 22 miliardi di investimenti per l'Italia di domani, nel segno delle riforme, della crescita e dell'inclusione".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Arriva “Bugatti”, il primo singolo in spagnolo di Aida Yespica
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 13:11

    MILANO (ITALPRESS) - Debutta Bugatti, con uscita contemporanea su tutte le principali piattaforme digitali e distribuito da Ada Music Italy il primo singolo cantato da Aida Yespica, la nota ex modella, show girl di origine venezuelana.Bugatti, primo singolo di Aida Yespica, irrompe nel panorama musicale italiano e si candida di diritto tra i tormentoni dell'estate 2022. Il brano prodotto in Miami style da Max Calo (nominato agli Grammy Awards) e scritto da Fridah è una melodia Reggaeton con testo in spagnolo che strizza l'occhio alla musica Pop. Caratterizzato da sonorità tipicamente latine ma con influssi di musica elettronica, il brano ha intensità sonore coinvolgenti e delicate che richiamano alla mente dell'ascoltatore l'atmosfera unica di Miami con le sue palme cullate dal vento le strade larghe e auto sfreccianti.E' la storia di due amici di genere indefinito che vogliono vivere la notte di Miami senza limiti alla guida della loro auto e a forza di incrociare gli sguardi e sfiorarsi, scoprono di essere in realtà più che amici ma guidati da un ardente desiderio l'uno per l'altro.La voce di Aida è dolce e delicata, infatti la show girl ha frequentato nei mesi prima del lancio un corso intensivo di canto per prepararsi al grande debutto."E' un sogno che si avvera - ha dichiarato Aida Yespica - io ho sempre amato cantare, ma non avevo mai pensato di riuscire a farlo in modo professionale fino ad arrivare a incidere una mia canzone. E' il regalo più bello che mi potessi fare per i miei primi 40 anni, un emozione incredibile. Ringrazio infatti tutte le persone che mi hanno supportato da Mariana Vatamanu, il mio manager Daniele Tiveron a Max Calo e naturalmente Fridah che è un artista incredibile".- foto ufficio stampa Aida Yespica -(ITALPRESS).

  • Nato, Draghi “No rischio escalation ma dobbiamo essere pronti”
    by Redazione on 29 Giugno 2022 at 13:01

    MADRID (ITALPRESS) - "No, non c'è un rischio di escalation ma bisogna essere pronti, ad oggi non vediamo un rischio di escalation". E' quanto ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso di un punto stampa al vertice Nato di Madrid. "E' un momento importante per la Nato perchè l'Alleanza si allarga e la presenza dell'Europa aumenta, si arriva a una corrispondenza tra Ue e Nato, quindi - ha aggiunto - anche su molte divergenze di opinioni sulla costruzione della difesa europea e di una sua complementarietà con la Nato vengono superate. Per quanto riguarda l'Italia si tratta di 70 militari americani in più e un sistema di difesa antiaerea, mi viene descritto dal ministro della Difesa come un assestamento che era già in programma. Il sistema di difesa aereo deve andare a rinforzare il fianco orientale dell'Alleanza. Noi - ha proseguito - abbiamo assunto il comando Nato in Bulgaria e aiutiamo la Romania, c'è un pattugliamento aereo dei Baltici in corso da vari mesi. Le forze che verranno mandate sono circa 2.000 soldati, 8.000 sono invece in stanza in Italia pronti, eventualmente fosse necessario". Infine un commento sulle vicende interne alla maggioranza. In riferimento alle voci sulla richiesta di Draghi di rimuovere Conte, il premier ha così precisato: "Ci siamo parlati con Conte poco fa, l'avevo cercato stamattina e mi ha chiamato lui, abbiamo cominciato a chiarirci e ci risentiamo domani per vederci al più presto. Il governo non rischia".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).