Erice, al via i lavori di completamento della scuola Pagoto di via Tivoli

Erice, al via i lavori di completamento della scuola Pagoto di via Tivoli

L’intervento si concluderà in 12 mesi

Nei prossimi giorni si procederà alla consegna dei lavori che avranno la durata di 12 mesi

Il progetto di completamento, per il quale è prevista, al lordo del ribasso d’asta, una spesa complessiva di € 1.730.000,00, prevede la costruzione di una palestra, il completamento della sistemazione esterna dell’intero complesso scolastico, la fornitura degli arredamenti dell’Auditorium recentemente realizzato oltre alla realizzazione di un impianto fotovoltaico.

La nuova Palestra sarà composta da un ampio unico locale destinato a campo da gioco polivalente con una pavimentazione in legno ed una gradinata per il pubblico con 200 posti a sedere. Nel completamento delle opere esterne è prevista la pavimentazione di tutti i viali di accesso ai parcheggi e di quelli di collegamento fra i vari edifici, la collocazione di nuovi pali per l’illuminazione notturna, la sistemazione a verde, la realizzazione di un impianto di videosorveglianza.

“E’ un altro cantiere che parte – ha commentato il vice sindaco Gian Rosario Simonte – da sportivo sono doppiamente soddisfatto perché oltre a completare la scuola realizzeremo un impianto sportivo con 200 posti a sedere che oltre alle esigenze scolastiche sarà certamente a disposizione degli sportivi del territorio.”

“Oggi si celebra la giornata internazionale per l’infanzia e l’adolescenza e non ci poteva essere notizia migliore di questa – ha commentato la Sindaca Toscano, in questi giorni ad Arezzo per l’Assemblea annuale dell’ANCI – l’attenzione verso il mondo scolastico per noi è sempre al primo posto. Il diritto allo studio, il diritto di frequentare scuole sicure ed ambienti confortevoli, il diritto di vivere l’esperienza scolastica in ambiente accoglienti e belli, il diritto a praticare lo sport in palestre confortevoli, il diritto a far emergere le proprie inclinazioni artistiche, sono principi per noi irrinunciabili. Noi la “La Giornata mondiale per l’infanzia e l’adolescenza” la celebriamo così, con i fatti, con l’ennesima opera pubblica iniziata. Ci avviamo a completare un progetto che quando venne presentato a suo tempo, oltre 25 anni fa se non ricordo male, sembrava solo un sogno perché troppo ambizioso. Oggi, con grande perseveranza, siamo riusciti ad appaltare anche l’ultimo stralcio di questa splendida opera pubblica che arricchirà ancora di più il nostro patrimonio scolastico”