Mazara, oggi (finalmente) la surroga in consiglio comunale di Casale con Caltagirone

Mazara, oggi (finalmente) la surroga in consiglio comunale di Casale con Caltagirone

La seduta è convocata alle ore 16

Nuovo round politico oggi a Mazara del Vallo tra l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Quinci e l’opposizione consiliare. Oggi alle 16, infatti, è fissata una nuova seduta di consiglio comunale e per l’ennesima volta a tenere banco sarà l’empasse politico scaturito dalla recente rimodulazione di giunta decisa dal primo cittadino. Dopo vari tentativi a vuoto, soprattutto sarà il giorno della verità per la surroga del consigliere comunale dimissionario Gianfranco Casale, nominato assessore, con la prima dei non eletti Paola Caltagirone. Una surroga che “attende” ormai dal 6 ottobre scorso, ma che finora è rimasta bloccata nella bagarre politica che ha visto e vede l’opposizione consiliare, vecchia e nuova, fare il bello e cattivo tempo in aula consiliare forte dei “numeri” a propria disposizione, a discapito di una maggioranza ormai, di fatto, diventata minoranza. Salvo sorprese, oggi la surroga dovrebbe essere definita: l’opposizione dovrebbe garantire i numeri e così, finalmente, la consigliera in pectore Caltagirone dovrebbe finalmente insediarsi al suo posto ristabilendo il quorum del consiglio comunale. Poi, ovviamente, l’opposizione continuerà a fare il proprio cammino politico e, c’è da scommetterci, lo scontro con l’amministrazione comunale continuerà a essere duro. Appuntamento, dunque, oggi alle 16 in aula consiliare. L’ordine del giorno contiene 27 punti: oltre a quelli inerenti la surroga e le successive modifiche nelle varie commissioni consiliari figurano esclusivamente debiti fuori bilancio, così come il punto relativo alle comunicazioni e alle interrogazioni.(riproduzione riservata)

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • A Ischia si scava alla ricerca dell’ultima persona dispersa
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 06:26

    ISCHIA (NAPOLI) (ITALPRESS) - Si continua a scavare a Ischia, alla ricerca dell'ultima persona dispersa. Proseguono, senza sosta, le operazioni di soccorso sull'isola, dopo la frana avvenuta all'alba del 26 novembre. Salito a 11 il numero delle vittime accertate, si cerca adesso l'ultima dispersa. All'appello manca ancora un'altra persona, Maria Teresa Arcamone. I soccorritori sono al lavoro incessantemente, in previsione dell'arrivo sull'isola di una nuova perturbazione meteo. Il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, nel corso di una conferenza stampa in Prefettura, al termine della riunione del Centro operativo soccorsi, al quale hanno preso parte, in videoconferenza, tutti i componenti del Centro operativo comunale di Casamicciola, ha detto che gli sfollati sono circa 300 persone, di cui 59 minori, tutti collocati o in alberghi o presso abitazioni private. Gli edifici verificati sono 1.134 edifici, mancherebbero ancora pochissime unità da controllare. In caso di allerta meteo le persone che dovranno lasciare le proprie case "sono oltre mille, probabilmente 1.300", ha detto ancora il prefetto.Intanto, ieri sera, il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giorgia Meloni, del Ministro per la protezione civile e le politiche del mare Nello Musumeci, del Ministro dell'economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti, del Ministro della giustizia Carlo Nordio e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Marina Elvira Calderone, ha approvato un decreto-legge che dispone interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi eccezionali verificatisi nel territorio dell'isola di Ischia a partire dal 26 novembre 2022.Il testo prevede le prime misure in favore della popolazione dei Comuni di Casamicciola e Lacco Ameno, tra le quali: la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e versamenti tributari, contributivi o di pagamento delle cartelle di pagamento per i residenti delle zone colpite fino al 30 giugno 2023; la sospensione, fino al 31 dicembre 2022, dei termini processuali e dei giudizi civili e penali presso il Tribunale di Ischia o di altri Tribunali nel caso in cui la parte o il difensore siano residenti nella zona colpita dall'evento alluvionale; la medesima sospensione, fino al 31 dicembre 2022, per i giudizi amministrativi, contabili, tributari e militari; la proroga al 31 dicembre 2023 del termine per la cessazione della Sezione distaccata insulare di Ischia, attualmente fissata al 31 dicembre 2022.foto ufficio stampa Vigili del Fuoco(ITALPRESS).

  • Poker alla Costa Rica ma non basta: Germania fuori dai Mondiali
    by Redazione on 1 Dicembre 2022 at 20:11

    AL KHOR (QATAR) (ITALPRESS) - Una vittoria con due gol di scarto, ma inutile per il passaggio del turno. La Germania vince 4-2 contro la Costa Rica, ma per via del ko della Spagna i tedeschi escono per la seconda volta consecutiva nella fase a gironi. Inutile la doppietta di Havertz e le reti di Fullkrug e Gnabry: i tedeschi vengono eliminati, ancora una volta.La Germania è scesa in campo con un unico obiettivo, vincere segnando più gol possibili. Due le occasioni sciupate - clamoroso il colpo di testa uscito per questione di centimetri di Muller - prima di trovare il gol in buca d'angolo sul colpo di testa di Gnabry, servito con un cross morbido di Raum dalla corsia mancina. Il primo squillo della Costa Rica è arrivato alla mezz'ora, ma Campbell non è riuscito a trovare l'impatto con la sfera all'altezza del dischetto. Nella parte finale del primo tempo i tedeschi hanno sprecato opportunità a ripetizioni, la Costa Rica ne ha approfittato con Fuller, abile a sfruttare la follia difensiva di Rudiger: decisivo l'intervento di Manuel Neuer - il portiere con più partite in Coppa del Mondo con 19 presenze -, attento a deviare la conclusione in calcio d'angolo. E se nella ripresa ci si aspettava una partita a senso unico, il 2-1 del Giappone contro la Spagna ha praticamente ribaltato l'inerzia: al 13' della ripresa Tejeda, approfittando di una respinta centrale di Neuer e di un'amnesia difensiva collettiva, ha trovato la rete del pareggio. L'impensabile è accaduto al 25' - con Musiala fermato poco prima due volte dal palo -, in un mischione in area di rigore Vargas ha trovato la deviazione vincente con la complicità di Neuer. Nemmeno tre minuti e Havertz ha strappato il gol del pareggio, rimettendo la Germania in corsa per la qualificazione. In quattro minuti la squadra di Flick ha trovato le due reti necessarie per poter vincere una partita complicata: prima Havertz e poi Fullkrug hanno provato a spaventare Spagna e Giappone, ma la vittoria non è servita per poter approdare agli ottavi. - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Il Giappone batte 2-1 la Spagna: entrambe agli ottavi
    by Redazione on 1 Dicembre 2022 at 20:11

    DOHA (QATAR) (ITALPRESS) - Il Giappone firma il colpaccio e batte in rimonta la Spagna per 2-1, con le due squadre che possono comunque festeggiare insieme il passaggio del turno. Dopo il vantaggio iniziale di Morata e un sostanziale dominio delle Furie Rosse, sono i lampi di Doan e Tanaka in avvio di ripresa a ribaltare il punteggio e a decidere l'incontro, con i Samurai Blu che chiudono il girone addirittura al primo posto. Gli iberici prendono subito in mano il pallino del gioco e all'11' vanno in vantaggio. Azpilicueta pennella un gran cross dalla destra sulla testa di Morata, che firma l'1-0 e il terzo gol del suo torneo. L'attaccante ex Juventus ci riprova al 22', ma la sua conclusione incrociata con il destro viene parata centralmente da Gonda. Gli spagnoli controllano la gara senza troppi affanni e il primo tempo si chiude sull'1-0 in loro favore. A meno di tre minuti dall'inizio della ripresa, un errore difensivo spagnolo permette agli asiatici di pareggiare. Balde si fa anticipare di testa, il neo entrato Doan si porta la palla sul sinistro e scaglia un tiro che piega le mani a un colpevole Simon che sembrava sulla traiettoria. Tre minuti dopo, si completa l'incredibile rimonta. Doan mette una palla tagliente dalla destra, Mitoma ci arriva in scivolata e crossa in mezzo per Tanaka che da due passi insacca anticipando Rodri e siglando il 2-1, con benedizione del Var. Al 25' Mitoma sguscia via sulla sinistra e mette al centro per Doan che ci prova con il destro al volo ma sbaglia l'impatto con il pallone. Gli uomini di Luis Enrique riprendono a macinare possesso palla, ma in modo sterile. La prima occasione della ripresa arriva solo al 44', quando Gonda deve respingere lateralmente un sinistro velenoso da fuori di Asensio. Pochi istanti dopo, il portiere interviene su Dani Olmo bloccando la sua conclusione ravvicinata dopo la chiusura di un buon triangolo con Ferran Torres. L'assalto finale di Busquets e compagni non produce ulteriori grattacapi alla difesa avversario e il risultato non cambierà più. Il Giappone firma così una nuova impresa conquistando i 3 punti che gli consentono di concludere il gruppo E in vetta a quota 6 e di volare agli ottavi, dove lunedì affronterà la Croazia. La Spagna perde ma si salva, centrando il secondo posto e passando così al turno successivo dove se la vedrà con il Marocco.- foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Ucraina, Biden “Sono pronto a parlare con Putin”
    by Redazione on 1 Dicembre 2022 at 20:06

    WASHINGTON (USA) (ITALPRESS) - "E' una guerra malata" ed esiste un solo modo per fermarla, cioè che Vladimir Putin "si ritiri" dall'Ucraina. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel corso di una conferenza stampa alla Casa Bianca con il presidente francese Emmanuel Macron. La Russia "sta infliggendo un'incredibile carneficina alla popolazione civile dell'Ucraina. Bombardando asili nido, ospedali, orfanotrofi. E' pazzesco quello che sta facendo", ha aggiunto Biden sottolineando di non avere nell'immediato un piano per contattare Putin, ma è "pronto a parlare" con il leader russo "se dovesse mostrare di cercare un modo per porre fine alla guerra". "Se fosse così, dopo aver consultato gli alleati francesi e della Nato, sarò felice di sedermi con Putin per vedere cosa vuole, cosa ha in mente. Ma non l'ha ancora fatto. Nel frattempo penso che sia assolutamente fondamentale continuare a sostenere il popolo ucraino". - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Covid, la Corte costituzionale salva l’obbligo vaccinale
    by Redazione on 1 Dicembre 2022 at 18:21

    ROMA (ITALPRESS) - "La Corte ha ritenuto inammissibile, per ragioni processuali, la questione relativa alla impossibilità, per gli esercenti le professioni sanitarie che non abbiano adempiuto all'obbligo vaccinale, di svolgere l'attività lavorativa, quando non implichi contatti interpersonali. Sono state ritenute invece non irragionevoli, nè sproporzionate, le scelte del legislatore adottate in periodo pandemico sull'obbligo vaccinale del personale sanitario". E' quanto rende noto l'Ufficio comunicazione e stampa della Corte costituzionale, in attesa del deposito delle sentenze. "Ugualmente non fondate, infine, sono state ritenute le questioni proposte con riferimento alla previsione che esclude, in caso di inadempimento dell'obbligo vaccinale e per il tempo della sospensione, la corresponsione di un assegno a carico del datore di lavoro per chi sia stato sospeso; e ciò, sia per il personale sanitario, sia per il personale scolastico", conclude la nota. - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).