Raggiunta l’intesa per il pagamento degli emolumenti arretrati ai lavoratori del servizio igiene pubblica di Mazara

Raggiunta l’intesa per il pagamento degli emolumenti arretrati ai lavoratori del servizio igiene pubblica di Mazara

Positivo tavolo tecnico questa mattina al comune di Mazara

Positivo tavolo tecnico questa mattina al Palazzo di Città, convocato dal sindaco Salvatore Quinci dopo l’avvio delle “procedure di raffredamento” da parte della Ui Trasporti per gli emolumenti pregressi (ottobre e novembre) dei lavoratori dell’igiene ambientale in servizio a Mazara del Vallo. L’intesa raggiunta tra Comune, raggruppamento d’imprese Tech-Icos ed Ecoin, Uil trasporti e lavoratori, prevede lo sblocco dei pagamenti degli stipendi (due mesi arretrati, intera tredicesima mensilità entro dicembre e residuo quattordicesima mensilità già erogata parzialmente). Soddisfazione è stata espressa dall’assessore al Bilancio Caterina Agate che ha partecipato su delega del sindaco e dal responsabile provinciale della Uil Trasporti Giorgio Macaddino, che hanno sottolineato “il senso di responsabilità dimostrato da tutte le parti interessate”. Definita la vicenda del pagamento degli emolumenti arretrati, da gennaio saranno avviate le procedure per il passaggio del servizio di igiene ambientale al nuovo gestore, a seguito della sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa.

Comunicato stampa