San Carlo Borromeo, il comune di Mazara presenta ricorso al Tar

San Carlo Borromeo, il comune di Mazara presenta ricorso al Tar

A rappresentare Palazzo dei Carmelitani dinanzi al Tar sarà il legale mazarese Walter Marino

Come preannunciato nei giorni scorsi dall’Amministrazione guidata dal sindaco Salvatore Quinci, il Comune di Mazara del Vallo si rivolge al Tar Sicilia per riottenere il finanziamento a favore del complesso immobiliare San Carlo Borromeo. Con propria determinazione, infatti, lo scorso 30 ottobre il primo cittadino ha dato mandato di presentare ricorso al Tribunale amministrativo regionale con l’obiettivo di far annullare dai giudici il decreto di revoca del finanziamento in questione deciso dalla Regione a inizio ottobre. A rappresentare Palazzo dei Carmelitani dinanzi al Tar sarà un avvocato esterno, ovvero il legale mazarese Walter Marino. Dunque, il Comune non ci sta a perdere 1,7 milioni di euro concessi nel 2010 per la ristrutturazione del complesso immobiliare San Carlo Borromeo che sarebbe dovuto diventare un centro di accoglienza per minori stranieri non accompagnati. Come si ricorderà, a distanza di anni, nonostante i lavori siano stati completati da tempo, la struttura è tuttora chiusa e non in funzione. Ciò ha spinto il dirigente generale del dipartimento regionale della Famiglia, Rosolino Greco, a firmare il decreto di revoca del finanziamento. Soldi che, ovviamente, il comune di Mazara dovrà restituire se la giustizia amministrativa respingerà il ricorso.(riproduzione riservata)