Tari 2021, a Trapani generalizzato calo medio per famiglie e svariate utenze non domestiche

Tari 2021, a Trapani generalizzato calo medio per famiglie e svariate utenze non domestiche

Il Consiglio comunale ha approvato il Pef 2021, la modifica del regolamento pel le agevolazioni Tari e la proposta dell’amministrazione relativa alle tariffe Tari 2021

Nella seduta di martedì 29 giugno 2021, il Consiglio comunale di Trapani ha approvato il Piano Economico Finanziario (PEF) 2021, la modifica del regolamento sulla Tassa dei rifiuti-TARI per l’applicazione delle agevolazioni TARI 2021 con trasferimenti statali e regionali e, infine, la proposta dell’amministrazione relativa alle tariffe TARI 2021.
Per quanto riguarda le tariffe TARI 2021, sebbene con grandi difficoltà derivanti in particolar modo dal nuovo metodo di calcolo e ad altre nuove regole imposte quest’anno dall’Arera che hanno determinato parecchie problematicità nel ripartire il complessivo ingente costo del servizio di raccolta dei rifiuti – che ha registrato un aumento dei costi fissi, rispetto ad una diminuzione di quelli variabili – e che si ricorda, deve per legge obbligatoriamente trovare la sua copertura finanziaria al 100%:
1) Si è riusciti a mantenere stabile il complessivo prelievo tributario con specifico riferimento alle utenze domestiche, registrando un generalizzato calo medio del costo TARI su base annua (che va a sommarsi alla diminuzione – 10% TARI 2020 e – 10% TARI 2019) in relazione alle diverse casistiche riferite al numero degli occupanti ed alla superficie abitativa (ad esempio, un nucleo familiare composto da 4 persone abitanti un appartamento di 100mq verrà a pagare quest’anno una TARI ridotta di circa il 4% rispetto al 2020, pari a 18,45€ in meno). Stessa cosa, ma con cali più consistenti (rispettivamente del 5,5% e del 7%) per le altre categorie familiari di 5 o 6 componenti che occupano la stessa superficie abitativa. Vale la pena far osservare che a dette riduzioni di tassa, vanno peraltro aggiunti i benefici delle agevolazioni e riduzioni che sono state previste e confermate per le categorie meno abbienti, per gli unici occupanti di un immobile, per i nuclei familiari che conferiscono i propri rifiuti differenziati direttamente all’isola ecologica, CCR mobili e per quei cittadini che hanno chiesto e ricevuto in comodato d’uso la compostiera domestica.
2) Per quanto concerne le utenze non domestiche, è stato oggettivamente più complicato pervenire ad un riparto dei costi complessivi del servizio che non risentisse pesantemente dall’aumento dei costi, in questo caso sia di parte fissa che variabile. Volontà dell’amministrazione è sempre stata quella di venire incontro alle attività che in conseguenza della pandemia hanno subito chiusure e restrizioni imposte dai vari provvedimenti emanati dal Governo centrale e regionale che si sono susseguiti fino a poche settimane fa. Pertanto, si è infine potuti pervenire:
a) ad una riduzione della TARI rispetto al 2020 per diverse categorie (bar, caffè, pasticcerie, mense, birrerie, ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub);
b) ad una sostanziale ma in partenza per nulla scontata conferma della tassazione dell’anno precedente per diverse altre categorie (negozi particolari, stabilimenti balneari, esposizioni, autosaloni, attività artigianali) che in buona sostanza hanno così potuto mantenere per quest’anno quasi i medesimi importi con aumenti medi annui molto contenuti, nell’ordine di 20/30 € l’anno;
c) a degli aumenti poco più consistenti, purtroppo inevitabili, per alcune altre categorie (ortofrutta, pescheria, supermercati, macelleria, generi alimentari, pane, pasta) che non essendo state destinatarie di provvedimenti di chiusura o restrizione durante la pandemia hanno potuto continuare ad esercitare la propria attività.
Al riguardo non può però sottacersi che questi ridotti aumenti possono in qualche modo essere considerati “virtuali” in quanto verranno sostanzialmente sterilizzati (tanto per il 2020 quanto per la TARI 2021) dalle misure di ristoro stanziate dal governo centrale con il Decreto Sostegni-bis in corso di conversione al Parlamento e dal governo regionale con la scorsa Legge finanziaria con la quale ha impegnato ingenti somme provenienti dalla riprogrammazione dei fondi europei e che, non appena verranno effettivamente incassate dal comune, saranno destinate d’ufficio in capo a ciascuna attività proprio alla riduzione fino all’80% del tributo 2020/21 tramite un sistema di crediti d’imposta a valere sull’anno in corso, ovvero sull’annualità precedente nel caso in cui registrino un debito pregresso ovvero ancora sulla prossima annualità nel caso invece abbiano a risultare perfettamente in regola coi versamenti effettuati anno per anno.
“Con questo provvedimento, giungiamo ad una redistribuzione più equa rispetto al passato e più attenta alle esigenze manifestateci da diversi comparti produttivi, che sono venuti a lamentarsi non solo di un eccessivo carico tributario posto su poche e ben determinate categorie ma anche una evidente sperequazione con tutte quelle altre categorie che nel tempo sembra siano state tenute al riparo dalla determinazione al margine minimo dei coefficienti moltiplicatori prestabiliti per ciascuna di esse – dichiarano il sindaco Tranchida e l’assessore Bongiovanni -. Ciò ha consentito, con la condivisione e l’assenso del Consiglio comunale, di rivedere complessivamente l’ampiezza di molte “forchette” del Coefficiente Kd e di poter dare risposte concrete nella direzione auspicata proprio ed a partire da quelle categorie che più di altre hanno patito le restrizioni e le chiusure imposte per lungo tempo dalla crisi pandemica. Spiace purtroppo registrare che l’inciviltà di pochi cittadini – che trapanesi non possono definirsi – crea danni a tutti gli onesti contribuenti atteso che i servizi aggiuntivi che il Comune è costretto a pagare per le discariche e rifiuti abbandonati superano abbondantemente 1,5 milioni di Euro annui che potrebbero invece essere reimpiegati nel potenziamento del servizio di spazzamento stradale oppure per diminuire ancora il coso della TARI. Attuiamo controlli e sanzioni, ma non basta: occorre una rivolta dei trapanesi onesti contro gli incivili segnalando ai numeri 3296708111 oppure al 3347997217”.

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Ue, Fitto “Sul fondo sovrano il fattore tempo è decisivo”
    by Redazione on 8 Febbraio 2023 at 08:16

    ROMA (ITALPRESS) - "Sul fondo sovrano c'è una sollecitazione forte per la presentazione di una proposta entro l'estate. Il fattore tempo è decisivo ed è interconnesso con il tema la flessibilità". Così il ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto, in audizione alle Commissioni riunite Esteri e Politiche Ue di Camera e Senato in vista del Consiglio europeo straordinario del 9 e 10 febbraio."La flessibilità concessa ci consentirebbe di usare risorse immediate. Ci sono Paesi che hanno posizioni differenti, ci stiamo confrontando, noi il fondo sovrano lo sosteniamo", ha aggiunto.Quanto all'ipotesi di modificare le regole sugli aiuti di Stato in risposta all'Inflation Reduction Act statunitense, il ministro ha sottolineato: "Riteniamo che questa proposta rischia di essere pericolosa perchè altera la tenuta del mercato interno. Queste modifiche devono essere valutate con la massima prudenza, la nostra posizione è molto cauta e non favorevole a questa procedura accelerata".- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • LeBron James scrive la storia, record di punti all-time Nba
    by Redazione on 8 Febbraio 2023 at 07:11

    LOS ANGELES (STATI UNITI) (ITALPRESS) - LeBron James scrive una nuova pagina di storia Nba. La stella dei Los Angeles Lakers aggiorna il record di punti di Kareem Abdul-Jabbar che resisteva oltre 30 anni superando, dunque, quota 38.387 punti, ovvero il massimo fino a questa notte quando il Prescelto, davanti al suo predecessore, nel match contro gli Oklahoma City Thunder (per la cronaca perso in casa con il punteggio di 133-130), si è regalato una prestazione da 38 punti. Ne bastavano 36 per superare il mito Jabbar che ha consegnato, al nuovo miglior realizzatore della storia, il pallone della partita. E' successo a fine terzo quarto quando, dopo l'ennesimo canestro che ha permesso a King James di superare quota 38.387, gli arbitri hanno interrotto il match per celebrare il nuovo re dei punti Nba (ora in totale sono 38.390).- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Terremoto in Turchia e Siria, oltre 8.700 le vittime
    by Redazione on 8 Febbraio 2023 at 06:46

    ROMA (ITALPRESS) - In Turchia e Siria continua la corsa contro il tempo dopo il terremoto che ha distrutto interi edifici, fatto crollare palazzi e lasciato tantissime persone sotto le macerie. Molti i salvataggi, diverse le storie di bambini estratti vivi ma anche un bilancio delle vittime che con il passare delle ore diventa sempre più drammatico: si contano ora oltre 8.700 morti ma i numeri sono ancora provvisori.In Turchia le vittime sono 6.234, secondo quanto riferito dall'agenzia turca Anadolu, che cita l'autorità per la gestione delle emergenze del paese (Afad). I feriti causati dai terremoti nella provincia di Kahramanmaras sono 37.011. Per il vicepresidente turco Fuat Oktay, citato da Anadolu, nel paese sono crollati 5.775 edifici mentre più di 8 mila persone sono state messe in salvo. Alle vittime in Turchia si aggiungono coloro che hanno perso la vita in Siria. In base a quanto riporta Sky News, nell'area del paese controllata dal governo, ci sarebbero 1.250 vittime mentre più di 1.280 persone sarebbero morte nelle aree della Siria controllate dall'opposizione. Le vittime totali, quindi, sono oltre 8.700.Si scava ancora tra le macerie mentre il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha dichiarato lo stato di emergenza per tre mesi nelle dieci province colpite dal sisma.Intanto dal mondo sono arrivati gli aiuti per le zone colpite dal terremoto. La squadra di soccorritori italiani è già al lavoro in Turchia. Dall'Italia sono partiti vigili del fuoco, personale sanitario e della Protezione civile, oltre a equipaggiamenti e attrezzature speciali. Sarà anche inviato un ospedale da campo. "La squadra di soccorritori ed esperti italiani - ha spiegato ieri in una nota il Dipartimento della Protezione Civile - si affianca alle ulteriori 26 squadre europee impegnate nelle attività di ricerca, soccorso e assistenza medica provenienti da 19 Paesi dell'Unione, per un totale di 1.150 soccorritori".Nella notte il gruppo di cinofili e operatori Usar dei Vigili del fuoco italiani hanno lavorato ad Antiochia per "le ricerche sotto le macerie di dispersi dopo il crollo di una palazzina di 5 piani", scrivono i Vigili del fuoco in un tweet.La Farnesina, intanto, sta ancora cercando di mettersi in contatto con l'unico italiano che non è stato ancora rintracciato tra i connazionali presenti sul luogo del terremoto.- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Sanremo al via con Mattarella, Benigni, Ferragni. Blanco distrugge i fiori
    by Redazione on 7 Febbraio 2023 at 23:15

    SANREMO (ITALPRESS) - La prima serata del festival di Sanremo riserva un fuori programma quando Blanco, tornato sul palco poco dopo la mezzanotte, per presentare il suo nuovo singolo "L'isola delle rose", distrugge le rose sul palco perchè, afferma, "non mi sentivo in cuffia e ho voluto lo stesso divertirmi". "Era dai tempi di Bugo e Morgan che non vivevo qualcosa di simile", commenta Amadeus.Ad aprire la serata è un minuto di silenzio per le vittime del terremoto che ha colpito la Turchia e la Siria, il saluto al presidente della Repubblica Mattarella omaggiato dall'inno d'Italia intonato da Gianni Morandi che invita il pubblico a unirsi a lui. Ancora prima dell'inizio della gara, Roberto Benigni, non prima di aver ironizzato sulla longevità all'Ariston di Amadeus ("Le faccio notare che lei è al secondo mandato, Amadeus al quarto e ha già prenotato il quinto. Ora mi dica lei: è costituzionale? Bisogna fermarlo"), omaggia la Costituzione che ha compiuto il 75° anniversario. "Un'opera d'arte che sprigiona una forza evocativa e rivoluzionaria", la definisce il comico toscano che, tra i 556 padri costituenti, ricorda Bernardo Mattarella, genitore del presidente della Repubblica. Un intervento di 18 minuti in cui Benigni pone l'accento sull'articolo 11 ("L'Italia ripudia la guerra"), sull'articolo 21 sulla libertà di espressione e di pensiero, concluso con un monito: "La cosa migliore per il futuro è ricordarsi di avere il passato bene presente". Ad aprire la gara è Anna Oxa in abito nero. Con gIANMARIA, vincitore assoluto di Sanremo Giovani e secondo cantante in gara, arriva la prima gaffe: Amadeus sbaglia il nome del giovane chiamandolo Sangiovanni. Non fa gaffe, ma tradisce l'emozione, Chiara Ferragni che, prima di cominciare la discesa delle scale, si fa inquadrare di spalle per sottolineare la scritta 'Pensati liberà sulla stola dell'abito.L'applauso più sentito è quello tributato a Marco Mengoni, di ritorno in gara a Sanremo a 10 anni dalla vittoria con "L'essenziale". Gianni Morandi con Bella Belinda, e i Pooh con un medley dei loro successi, fanno ballare l'Ariston, per poi abbandonarsi alla commozione con l'omaggio a Stefano D'Orazio. Si commuove anche Ferragni nel monologo sotto forma di lettera a se stessa bambina in cui prende di mira gli hater e invita ogni donna a "non sminuirsi", a combattere il sessismo e a vivere in maniera positiva e libera il proprio corpo. Corpo che, platealmente, finge di mostrare presentandosi con un abito bianco che solo apparentemente lascia poco all'immaginazione. "Voglio tranquillizzare tutti: non sono nuda, è un disegno del mio corpo.Il corpo di una donna non deve mai generare odio o vergogna", dice. A esibirsi durante la serata anche Mr. Rain, Ariete, Ultimo, Coma_Cose, Elodie, Leo Gassman, Cugini di Campagna, Gianluca Grignani, Olly, Colla zio, Mara Sattei. -foto agenziafotogramma.it-(ITALPRESS).

  • Tris della Juve a Salerno, doppietta di Vlahovic
    by Redazione on 7 Febbraio 2023 at 20:51

    SALERNO (ITALPRESS) - La Juventus domina e vince per 3-0 sul campo della Salernitana, trascinata da un attacco decisamente in palla. Sono infatti Di Maria e Vlahovic, autore di una doppietta, i migliori in campo tra le fila dei bianconeri per i quali va a segno anche Kostic. L'avvio è piuttosto bloccato, ma l'episodio chiave arriva al 25'. Di Maria serve Miretti in area, che anticipa Nicolussi Caviglia e viene atterrato in area. L'arbitro concede il calcio di rigore, che Vlahovic trasforma per l'1-0. Il serbo non segnava da ottobre. L'ex viola ci riprova al 33' con un potente mancino da posizione defilata, che però termina fuori. L'attaccante è in palla e al 37' va via con eleganza a Troost-Ekong e ci prova con il mancino, con la conclusione che termina a lato. Al 43', Miretti è costretto a uscire dal campo in barella a causa di un infortunio alla caviglia. Due minuti dopo, arriva il raddoppio. Di Maria sbaglia una conclusione con il destro che si trasforma in un perfetto assist involontario per Kostic, che da posizione ravvicinata batte Ochoa con il sinistro. Allo scadere del recupero, Locatelli viene servito in area dal solito Di Maria e tenta un pallonetto su Ochoa in uscita che però salva in corner. E' il 2-0 con cui le due squadre vanno al riposo. La musica non cambia in avvio di ripresa e dopo appena due minuti, gli ospiti calano il tris. Nicolussi Caviglia sbaglia in impostazione, Fagioli ruba palla e verticalizza per Vlahovic che di sinistro infila Ochoa nell'angolino per il 3-0. I campani si vedono per la prima volta al 5', quando Coulibaly sfonda a destra e mette in mezzo un rasoterra teso sul secondo palo sul quale si avventa Dia, che in scivolata spedisce fuori da ottima posizione. Gli uomini di Allegri sfiorano il poker all'8', quando Di Maria centra in pieno la traversa con un sinistro di prima intenzione dal limite dopo l'assist di uno scatenato Vlahovic. Al 16', il neo entrato Bonazzoli sfiora il gol della bandiera con un sinistro dal limite che esce di pochissimo. Nel finale c'è ancora tempo per un palo colpito da Kean su assist di Chiesa. Il risultato non cambierà più. Grazie a questo successo, la Juventus sale al decimo posto a quota 26. La Salernitana rimane invece quint'ultima con 21 punti all'attivo e con 7 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).