Emergenza Coronavirus, le ordinanze del sindaco di Marsala

Emergenza Coronavirus, le ordinanze del sindaco di Marsala

Le nuove ordinanze urgenti fino al prossimo 25 Marzo regolamentano mercatini, servizi e uffici comunali


Le misure per l’emergenza
  coronavirus, così come ribadite più volte dal Governo Nazionale, rappresentano il perimetro entro il quale l’Amministrazione comunale di Marsala è quotidianamente impegnata a fare scelte importanti per la sicurezza della cittadinanza. D’altra parte, l’obiettivo urgente continua ad essere quello di “contenere il diffondersi del contagio” e, in tal senso, l’unica regola utile è di “restare a casa”. Solo in casi limitatissimi ed eccezionali si può lasciare il proprio domicilio, con obbligo di giustificarne i motivi alle Forze di Polizia. Così, sono via via cresciute le restrizioni imposte dalla legge per la circolazione delle persone, fino a chiudere la quasi totalità degli esercizi commerciali, appunto per evitare gli spostamenti delle persone. In linea con i Decreti Governativi, il sindaco Alberto Di Girolamo ha pertanto emanato nuove ordinanze urgenti che – fino al prossimo 25 Marzo – regolamentano mercatini, servizi e uffici comunali.

– MERCATINI. Ne è vietato lo svolgimento su tutto il territorio comunale, sia di quelli settimanali (zona Stadio e c.da Strasatti) che di quello domenicale (Mercato del Contadino, ex Salato).

– UFFICI COMUNALI. Fermo restando le “attività strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza” – incluse Polizia Municipale e Protezione Civile –  l’Amministrazione Di Girolamo ha indicato i servizi indifferibili da garantirsi con la presenza di dipendenti: segreteria generale, protocollo, manutenzione, gestione del patrimonio, raccolta rifiuti, servizio idrico, trasporto pubblico locale in modalità ridotta. Va evidenziato che l’Amministrazione aveva già programmato le ferie (imposte anche d’ufficio) per molti dipendenti, al fine di ridurre al minimo la presenza di più persone negli Uffici.  Ulteriori disposizioni riguardano:

Servizi Demografici. Saranno operativi – per le sole dichiarazioni di nascita – nelle giornate di Martedì e Giovedì.  Attiva la reperibilità per le dichiarazioni di morte; mentre per eventuali altre richieste ne sarà valutata l’urgenza e l’indifferibilità.

Cimitero. Oltre a continuare a rimanere chiuso per le visite ai defunti, la nuova restrizione riguarda l’ingresso delle salme: sarà consentito solo con feretro saldato.

Infine, a partire da Lunedì prossimo è stata disposta anche la sanificazione di diverse sedi comunali, sia centrali che periferiche.   

Comunicato stampa