Abbattimento degli alberi nella via Mons. Costantino Trapani, interviene l’associazione “Pro Capo Feto” di Mazara

  • In MAZARA
  • 23 Aprile 2021
  • 422 Views
Abbattimento degli alberi nella via Mons. Costantino Trapani, interviene l’associazione “Pro Capo Feto” di Mazara

L’associazione rimane in attesa di riscontro e di un confronto al fine di potere migliorare la vivibilità urbana

Si legge nel comunicato stampa dell’assessore Michele Reina che: “La via Monsignor Costantino Trapani risulta essere una delle vie interessate dal percorso previsto all’interno della rete piste ciclabili nell’ambito di Agenda Urbana. Abbiamo pensato di risolvere il problema con la realizzazione di una pista ciclabile in sostituzione dello spartitraffico esistente, in quanto siamo consapevoli del grado di pericolosità della strada. Purtroppo, la sconnessione del manto stradale ha fatto verificare nel tempo numerosi sinistri mettendo a rischio la vita di automobilisti, motociclisti e ciclisti. Questa pista ciclabile sarà il ricongiungimento di quella che verrà realizzata anche in via Giovanni Bessarione. Per ogni albero che verrà rimosso, l’amministrazione comunale si impegna a farne piantare almeno tre». Il filare di 29 esemplari di Pinus pinea, lungo lo spartitraffico, non può essere eliminato a cuor leggero per realizzare una “pista ciclabile” od anche perché il manto stradale è stato compromesso dalle radici. All’eliminazione possono essere ricercate altre soluzioni per cui,
si chiede -se tale decisione è accompagnata da una relazione che ne giustifichi l’eliminazione; -se è stato chiesto il parere al Distaccamento Forestale di Castelvetrano o all’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Trapani e, non ultimo, al prof. Giuseppe Trombino, consulente del Comune per la redazione del Piano Urbanistico Generale (PUG). Il verde pubblico a Mazara è carente ed il comune non si è ancora munito di un regolamento del verde, tant’è che di recente sulla sponda nord-est della famosa colmata B (Laguna di Tonnarella a livello nazionale), arbitrariamente, sono state impiantate bacchette di “Ailanthus glandulosa”, genere di pianta invasiva, originaria dalla Cina, quando la Commissione comunale VincA, nel 2017, ha prescritto di impiantare il quel posto esclusivamente “canneti e tamericeti”. A fronte di tutto ciò, si chiede, altresì, se codesta Amministrazione sta osservando la Legge 14 gennaio 2013, n.10, “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” che, tra l’altro, prevede: • il Censimento del verde; • il Regolamento del verde; • il Piano del verde; • il Piano di monitoraggio e gestione del verde. Sempre nella stessa legge è contemplato che si debba piantare un albero per ogni neonato e per ogni bambino adottato, altro che i tre ventilati da codesta Amministrazione per ogni Pino italico, abbattuto nella via Mons. Costantino Trapani. Fermo restando il fatto che, nel programmare l’impianto di alberi, sarebbe opportuno confrontarsi con la cittadinanza. Oggi ricorre la giornata della terra, ed è doveroso ricordare che il verde urbano e gli alberi hanno la funzione di depuratori naturali dell’aria, di mitigatori dell’effetto serra dato che assorbono l’anidride carbonica e le altre emissioni di origine antropica; hanno la funzione di miglioramento del microclima e in questo periodo e per buona parte della stagione estiva, proprio i pini che si vogliono abbattere, ospitano la nidificazione di diverse specie di uccelli e di invertebrati. Specie animali che in altri posti della Città anche nel periodo invernale sono stati sfrattati, viste le potature radicali che si continuano a fare anche sui sempreverdi Ficus benjamin. Si rimane in attesa di riscontro e di un, auspicabile, confronto, possibilmente sul posto, al fine di potere, assieme, migliorare la vivibilità urbana.

Pro Capo Feto APS Federazione Nazionale Pro Natura Anna Quinci

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Brasile stellare, 4-1 a Corea del Sud e quarti con Croazia
    by Redazione on 5 Dicembre 2022 at 20:11

    DOHA (QATAR) (ITALPRESS) - Un Brasile spettacolare annienta la Corea del Sud, vincendo per 4-1 contro i malcapitati avversari e raggiungendo la Croazia nei quarti del Mondiale in Qatar. Un trionfo costruito interamente nel primo tempo, con Neymar al rientro dal primo minuto dopo l'infortunio patito all'esordio e subito in palla. Alla prima occasione, dopo 7 minuti, la nazionale verdeoro passa in vantaggio. Raphinha mette dentro una palla dalla destra che finisce sul destro di Vinicius, il quale apre il piatto trafiggendo il portiere sul palo lontano per l'1-0. All'11', Richarlison si procura un rigore per atterramento in area da parte di Jung. Dal dischetto si presenta Neymar, che spiazza Kim Seung-Gyu per il 2-0. Il primo squillo asiatico arriva al 17', quando Alisson salva alla grande in tuffo su una conclusione dal limite di Hwang Hee-Chan. Neymar e compagni sono però implacabili e al 29' calano il tris. Richarlison avvia l'azione e la chiude, dopo una grande imbucata di Thiago Silva, superando Kim Seung-Gyu con un mancino ravvicinato. Gli uomini di Tite regalano spettacolo e al 36' centrano il poker. Vinicius entra in area dalla sinistra e scodella per Paquetà, che calcia al volo trovando l'angolino e il 4-0. In pieno recupero, Richarlison sfiora la doppietta ma si fa neutralizzare un destro ravvicinato dal portiere. Si va al riposo sul 4-0. In avvio ripresa si rivede Alisson, che al 2' compie una gran parata su Son che in precedenza aveva approfittato di una marcatura troppo leggera da parte di Marquinhos. Al 9' è Kim Seung-Gyu a evitare la "manita", deviando in tuffo il sinistro di Raphinha. Al 16' il portiere si ripete nuovamente sul giocatore del Barcellona. Al 23', Alisson mantiene inviolata la sua porta con un grande intervento in tuffo su Hwang Hee-Chan. Il portiere del Liverpool deve però capitolare al 31' su un pregevole mancino dalla lunga distanza del neo entrato Paik Seung-Ho, il quale firma il 4-1 che regala per lo meno un sorriso ai suoi. Il risultato non cambierà più. Il Brasile prosegue dunque la sua corsa mondiale qualificandosi ai quarti di finale, dove venerdì alle 16 se la vedrà con la Croazia.- Foto Image -(ITALPRESS).

  • Ucraina, Crosetto “Disimpegnarci? Saremmo fuori comunità occidentale”
    by Redazione on 5 Dicembre 2022 at 20:06

    ROMA (ITALPRESS) - "Dal primo giorno di guerra, parallelamente alla strategia di salvare l'Ucraina esiste una strategia per arrivare ad una soluzione pacifica. Il passaggio di questa conclusione è nelle mani però di una sola persona, Putin". Così il ministro della Difesa, Guido Crosetto, ospite di Quarta Repubblica su Rete4. "Chi pensa che l'Italia dovrebbe disimpegnarsi dal conflitto - aggiunge il ministro - deve pensare che la guerra non finisce, i problemi non finiscono, il prezzo del gas sarebbe lo stesso. Di diverso ci sarebbe che saremmo fuori della comunità occidentale". Foto: agenziafotogramma.it(ITALPRESS).

  • Calenda “Con Renzi arriveremo a un partito unico nel 2024”
    by Redazione on 5 Dicembre 2022 at 19:35

    ROMA (ITALPRESS) - "Con Renzi firmeremo nei prossimi giorni la Federazione di cui io sarò capo politico. Nel 2024 dovremo arrivare ad un partito unico. Lo faremo, e poi gli italiani giudicheranno". Così Carlo Calenda, leader di Azione, ospite di Tg2 Post.Foto: agenziafotogramma.it(ITALPRESS).

  • Sisal Wincity, al via la collaborazione con lo chef Simone Rugiati 
    by Redazione on 5 Dicembre 2022 at 17:51

    MILANO (ITALPRESS) - Passione per il buon cibo. E' questo lo spirito che unisce Sisal Wincity e Simone Rugiati da cui nasce una collaborazione triennale sancita per dare voce all'espressione di una continua ricerca della qualità che rappresenta l'anima dell'accordo. Il pubblico di Milano ha scoperto le novità con un aperitivo alla presenza dello chef presso Diaz 7 a Milano. Da un lato la filosofia e l'esperienza nella ristorazione e nel banqueting di alto livello di Simone Rugiati, da sempre capace di coniugare tradizione e creatività con l'attenzione alla sostenibilità. Dall'altro Sisal Wincity, un format d'intrattenimento unico dove la ristorazione si integra perfettamente con il territorio e luoghi eclettici ed eleganti dove spettacoli di intrattenimento, sport, cultura trovano un nuovo spazio per esprimersi."Sono molto orgoglioso e colmo di aspettative per questa nuova collaborazione con lo chef Simone Rugiati - ha sottolineato Massimo Ingrassia - Retail Managing Director Sisal -. Abbiamo scelto Simone, oltre che per le sue indiscusse competenze come chef, anche per le sue caratteristiche umane e personali, sensibile alle tematiche sociali e ambientali. La sua anima sostenibile e innovatrice è affine alla filosofia di Sisal e sono certo ci permetterà di tracciare un nuovo percorso che rappresenterà un cambio di passo sulla ristorazione e sull'intrattenimento di Sisal. La leva enogastronomica è certamente un ingrediente indispensabile per garantire lo spirito di leggerezza e aggregazione che è proprio dei nostri punti vendita. Insieme a Simone Rugiati - conclude Ingrassia - siamo convinti che tradizione e innovazione possano generare nuove forme di interesse".Simone Rugiati ha accettato di varcare i confini del suo Food Loft per avere l'opportunità di trasmettere a un pubblico più ampio le "sue" ricette, e collaborare con Sisal Wincity in una logica di rivisitazione delle proposte culinarie delle sale di Milano, Roma, e Firenze.A Rugiati sarà affidato anche il compito di selezionare le materie prime per garantire la rotazione dei menù in base alla stagionalità delle materie prime e alle diverse occasioni di consumo durante la giornata. Il tutto rispettando sempre le coordinate stilistiche date dalla formazione degli chef di sala, dalle tecniche di lavorazione e di cottura che assecondino le naturali proprietà degli ingredienti. Un occhio di attenzione verrà riservato anche alla selezione dell'offerta dei bar all'interno delle sale, perchè piacevole deve essere anche e solo uno spuntino."L'ingrediente viene prima dello chef - dichiara Rugiati -. Le mie proposte per Sisal Wincity saranno semplicemente a servizio del pubblico. Vorrei riportare la 'semplicità' nei piatti senza rinunciare all'apporto creativo e alla personalità e gusto del risultato finale, per assicurare al prodotto la possibilità di esprimersi al massimo delle sue potenzialità lavorandolo il meno possibile per rispettarne il valore nutrizionale, riducendo gli sprechi in cucina e rispettando la stagionalità degli ingredienti".- foto ufficio stampa Sisal Comunicazione -(ITALPRESS).

  • Mafia, Mattarella “Rinnovare solidarietà ai familiari delle vittime”
    by Redazione on 5 Dicembre 2022 at 17:20

    ROMA (ITALPRESS) - "Trent'anni non sono pochi. Ma ogni anno il ricordo è sempre con lo stesso valore e intensità che c'era nei primi giorni. Però questo di far vedere le conseguenze sulla vita familiare dei congiunti, sullo sconvolgimento di prospettive di futuro e di condizioni è il modo per far toccare con mano l'orrore di quello che commette la mafia con i crimini. Ed è il modo - come ho detto - più efficace, anche per i giovani, per trasmettere questo messaggio di consapevolezza". Lo ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha ricevuto questo pomeriggio al Quirinale, in occasione del trentennale delle stragi del '92, Lamberto Giannini, Capo della Polizia - Direttore generale della Pubblica Sicurezza, con una delegazione di familiari delle vittime e superstiti delle Stragi di Capaci e di Via D'Amelio composta da Maria Rosaria Costa (vedova di Vito Schifani), Concetta Mauro Martinez (vedova di Antonio Montinaro), Rosalba Terrasi (fidanzata di Rocco Dicillo), Angelo Corbo (ferito Strage Capaci), Provvidenza Mazza (consorte di Angelo Corbo), Giuseppe Costanza (ferito Strage Capaci), Manfredi Borsellino (figlio del Magistrato Paolo Borsellino) e vice Questore della Polizia di Stato, Lucia Borsellino (figlia del Magistrato Paolo Borsellino), Desiree Benedetti (figlia di Maria Rosaria Costa), Luisa Affatato (madre di Rocco Dicillo) e Mauro Parissone di "42° Parallelo" società di produzione del documentario "I ragazzi delle Scorte" che andrà in onda sui canali Rai."C'è stata una crescita molto grande in questi anni - prosegue -. Però far vedere le conseguenze umane, familiari, concrete, nella vita quotidiana, che si prolungano nel tempo, è il modo più efficace e più forte per toccare con mano, e per rendersi conto di che cosa comporta. Tra l'altro, so bene che l'attività di scorta non era soltanto, per coloro che ricordiamo, un'attività professionale, un modo di impegnarsi professionalmente. Era anche frutto di una passione e del legame con la persona con la quale si stava. Era frutto di passione e anche un contributo protagonista alla vita civile e di sicurezza del Paese.Per questo ricordarlo è fondamentale, e questo modo è particolarmente efficace. E' anche un modo per far rinnovare, intorno ai familiari delle vittime e ai superstiti, la solidarietà del Paese che - ripeto - non si è attenuata, non è venuta meno affatto. Però è bene contribuire a farla stare sempre al massimo livello. Ed è questa la solidarietà che intendo esprimervi adesso, questa sera. Per chi, come me, ha avvertito da vicino quei due eventi e ha avuto quindi maggiore capacità di poter comprendere cosa comportavano come effetti pubblici e come conseguenze private, familiari, nella vita quotidiana, l'apprezzamento per questa iniziativa è ancora più alto".-foto ufficio stampa Quirinale-(ITALPRESS).