Mazara, ulteriori misure per l’emergenza Coronavirus

Mazara, ulteriori misure per l’emergenza Coronavirus

Anche le attività dei centri diurni per minori, anziani e diversamente abili “Villa Francesca”, “Boccone del Povero” e “La Casa di Giusy” di via Mongitore sono state sospese fino al 15 marzo

Anche le attività dei centri diurni per minori, anziani e diversamente abili “Villa Francesca”, “Boccone del Povero” e “La Casa di Giusy” di via Mongitore sono state sospese fino al 15 marzo quali misure preventive nel rispetto del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo per il “contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus”. Lo rende noto il dirigente del I Settore comunale Maria Gabriella Marascia.

Per quanto riguarda la biblioteca comunale resta confermata la sospensione delle attività di sala lettura e consultazione fino al 3 aprile,  tuttavia rimane aperto al pubblico l’ufficio annesso alla biblioteca dedicato al prestito ed alla restituzione dei libri. Come già avviene nei siti museali, anch’essi aperti,  il personale garantisce modalità d’ingresso contingentata o comunque tale da evitare assembramenti di persone nel rispetto delle prescrizioni del decreto del 4 marzo.

Confermata fino al 3 aprile la sospensione delle manifestazioni pubbliche.

Confermata inoltre l’apertura degli impianti sportivi per le sole gare ufficiali ed allenamenti agonistici, nel rispetto delle prescrizioni e comunque a porte chiuse, vale a dire senza pubblico fino al 3 aprile.

Come previsto dal decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo, l’Amministrazione comunale sta procedendo ad affiggere negli spazi pubblici apposita cartellonista indicante le misure igienico-sanitarie. Tale cartellonistica viene inoltre distribuita alle attività ed alle associazioni di categoria.

 Comunicato stampa