Regionali, Vito Gancitano superstar a Mazara con tremila voti. Basteranno per l’Ars?

  • In MAZARA
  • 26 Settembre 2022
  • 690 Views
Regionali, Vito Gancitano superstar a Mazara con tremila voti. Basteranno per l’Ars?

Completato lo scrutinio della sezioni a Mazara del Vallo

Completato lo scrutinio della sezioni a Mazara del Vallo per lo spoglio per le elezioni regionali. Le sezioni scrutinate sono 50 su 50. Il più votato tra i candidati all’Ars è stato l’attuale presidente del consiglio comunale, Vito Gancitano, così come già accaduto alle amministrative del 2019.
Ecco tutti i dati aggiornati nella città del Satiro riguardanti le preferenze per i candidati all’Ars
Vito Gancitano 2.975
Toni Scilla 1.770
Pietro Marino 1.641
Nicola La Grutta 1.314
Giuseppe Bianco 1.044
Giuseppe Bonanno 326
Maricò Hopps 290
Sergio Tancredi 219
Fabrizio Misuraca 202
Angela Marino 144
Francesca Incandela 53

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Arrestato in Francia trafficante guineano di essere umani
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 08:31

    TREVISO (ITALPRESS) - Arrestato in Francia, in esecuzione di un mandato d'arresto europeo disposto dal Tribunale di Treviso, il presunto responsabile dell'ingresso in Italia di centinaia di clandestini. Si tratta di uno dei tre guineani coinvolti nell'operazione "Maltàs Passeur", conclusa nell'ottobre 2021 dal Gruppo di Treviso, indagine che aveva permesso di portare alla luce come decine di clandestini, utilizzando documenti d'identità contraffatti, fossero entrati nel territorio nazionale a bordo di voli di linea da Malta, atterrati in numerosi aeroporti italiani.Il trafficante di essere umani, insieme ai due connazionali, era già stato destinatario, al termine delle indagini, di un provvedimento cautelare, consistente nell'obbligo di dimora nel comune di residenza e di detenzione domiciliare nelle fasce orarie serali e notturne.L'indagato, in realtà, subito dopo la notifica dell'ordinanza disposta dal gip di Treviso, si era dileguato dal suo domicilio in provincia di Napoli, rifugiandosi in Francia, motivo per cui il Tribunale di Treviso, nel gennaio 2022, ha disposto la più grave misura cautelare personale della custodia in carcere.E' stato così che i finanzieri trevigiani si sono messi sulle sue tracce scovandolo, dopo mesi di ricerche, a Orleans (Francia), dove aveva deciso di presentare domanda di protezione internazionale, pur non avendone diritto.Grazie alla collaborazione della Procura Generale presso la Corte d'Appello d'Orleans e della locale polizia giudiziaria, il ricercato è stato tratto in arresto e, nei prossimi giorni, dovrà comparire innanzi all'autorità giudiziaria di Treviso e rispondere del reato di favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina.Sono stati i Finanzieri del Comando Provinciale di Treviso, con la collaborazione del II Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell'Interno, a condurre le indagini che hanno portato all'arresto del trafficante. Investigazioni che avevano preso avvio nel dicembre 2019, quando, presso l'aeroporto "Antonio Canova" di Treviso, furono fermati due clandestini africani, provenienti da Malta, che avevano entrambi lo stesso passaporto contraffatto, la cui identità apparteneva in realtà a una terza persona.Grazie all'incrocio delle informazioni ottenute tramite le intercettazioni telefoniche, l'analisi delle liste passeggeri e delle prenotazioni di volo delle diverse compagnie aeree, la consultazione delle banche dati del Ministero dell'Interno e l'esame dei conti correnti bancari degli indagati, era stato ricostruito il collaudato sistema illecito, ideato dai tre guineani per introdurre clandestinamente in Italia decine di immigrati africani, utilizzando sistematicamente Malta come scalo.Gli stranieri irregolari provenienti dal continente africano, prima di essere definitivamente trasferiti in Italia, venivano infatti condotti nell'isola, dove potevano disporre di un alloggio temporaneo, fornito dagli stessi indagati.Successivamente, sfruttando documenti di identità contraffatti o intestati ad altri soggetti compiacenti, i tre facevano imbarcare gli immigrati a bordo di voli aerei, con destinazione gli aeroporti di Treviso, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Bari, Torino, Orio al Serio, Napoli, Perugia, oltre che a bordo di traghetti diretti a Catania. La tariffa fissata per ciascun ingresso irregolare variava tra i 450 e i 700 euro a clandestino.Il quadro investigativo allora emerso si è rivelato ben più grave grazie ai documenti sequestrati al ricercato in provincia di Napoli, allorquando venne trovato in possesso di svariati documenti d'identità e passaporti, utilizzati per favorire l'ingresso in Italia dei clandestini. Proprio l'esame di tali documenti, insieme all'analisi del contenuto delle chat rinvenute sul telefono cellulare, ha permesso di ricostruire un numero ben più alto di clandestini introdotti in Italia, pari ad altre duecento persone circa.(ITALPRESS).

  • Covid, incidenza stabile e tre regioni a rischio alto
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 07:36

    ROMA (ITALPRESS) - Stabile l'incidenza settimanale a livello nazionale del Covid-19: 386 ogni 100.000 abitanti (25 novembre-1 dicembre) rispetto a 388 ogni 100.000 abitanti (18-24 novembre).Nel periodo 9-22 novembre, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,14 (range 1,05-1,20), in aumento rispetto alla settimana precedente e superiore alla soglia epidemica. L'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero diminuisce e si trova appena sopra la soglia epidemica: Rt=1,01 (0,98-1,04) al 22 novembre, rispetto a Rt=1,07 (1,04-1,10) al 15 novembre. E' quant emerge dai dati della Cabina di regia dell'Istituto Superiore di Sanità. Il tasso di occupazione in terapia intensiva sale al 3,2% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 1 dicembre) rispetto al 2,5% (rilevazione al 24 novembre). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 13,3% (rilevazione al 1 dicembre) rispetto al 12% (rilevazione al 24 novembre). Tre regioni sono classificate a rischio alto, tutte per molteplici allerte di resilienza, undici sono a rischio moderato e sette classificate a rischio basso. Dodici regioni/province autonome riportano almeno una allerta di resilienza. Quattro riportano molteplici allerte di resilienza. (ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-

  • A Ischia si scava alla ricerca dell’ultima persona dispersa
    by Redazione on 2 Dicembre 2022 at 06:26

    ISCHIA (NAPOLI) (ITALPRESS) - Si continua a scavare a Ischia, alla ricerca dell'ultima persona dispersa. Proseguono, senza sosta, le operazioni di soccorso sull'isola, dopo la frana avvenuta all'alba del 26 novembre. Salito a 11 il numero delle vittime accertate, si cerca adesso l'ultima dispersa. All'appello manca ancora un'altra persona, Maria Teresa Arcamone. I soccorritori sono al lavoro incessantemente, in previsione dell'arrivo sull'isola di una nuova perturbazione meteo. Il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, nel corso di una conferenza stampa in Prefettura, al termine della riunione del Centro operativo soccorsi, al quale hanno preso parte, in videoconferenza, tutti i componenti del Centro operativo comunale di Casamicciola, ha detto che gli sfollati sono circa 300 persone, di cui 59 minori, tutti collocati o in alberghi o presso abitazioni private. Gli edifici verificati sono 1.134 edifici, mancherebbero ancora pochissime unità da controllare. In caso di allerta meteo le persone che dovranno lasciare le proprie case "sono oltre mille, probabilmente 1.300", ha detto ancora il prefetto.Intanto, ieri sera, il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giorgia Meloni, del Ministro per la protezione civile e le politiche del mare Nello Musumeci, del Ministro dell'economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti, del Ministro della giustizia Carlo Nordio e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Marina Elvira Calderone, ha approvato un decreto-legge che dispone interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi eccezionali verificatisi nel territorio dell'isola di Ischia a partire dal 26 novembre 2022.Il testo prevede le prime misure in favore della popolazione dei Comuni di Casamicciola e Lacco Ameno, tra le quali: la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e versamenti tributari, contributivi o di pagamento delle cartelle di pagamento per i residenti delle zone colpite fino al 30 giugno 2023; la sospensione, fino al 31 dicembre 2022, dei termini processuali e dei giudizi civili e penali presso il Tribunale di Ischia o di altri Tribunali nel caso in cui la parte o il difensore siano residenti nella zona colpita dall'evento alluvionale; la medesima sospensione, fino al 31 dicembre 2022, per i giudizi amministrativi, contabili, tributari e militari; la proroga al 31 dicembre 2023 del termine per la cessazione della Sezione distaccata insulare di Ischia, attualmente fissata al 31 dicembre 2022.foto ufficio stampa Vigili del Fuoco(ITALPRESS).

  • Poker alla Costa Rica ma non basta: Germania fuori dai Mondiali
    by Redazione on 1 Dicembre 2022 at 20:11

    AL KHOR (QATAR) (ITALPRESS) - Una vittoria con due gol di scarto, ma inutile per il passaggio del turno. La Germania vince 4-2 contro la Costa Rica, ma per via del ko della Spagna i tedeschi escono per la seconda volta consecutiva nella fase a gironi. Inutile la doppietta di Havertz e le reti di Fullkrug e Gnabry: i tedeschi vengono eliminati, ancora una volta.La Germania è scesa in campo con un unico obiettivo, vincere segnando più gol possibili. Due le occasioni sciupate - clamoroso il colpo di testa uscito per questione di centimetri di Muller - prima di trovare il gol in buca d'angolo sul colpo di testa di Gnabry, servito con un cross morbido di Raum dalla corsia mancina. Il primo squillo della Costa Rica è arrivato alla mezz'ora, ma Campbell non è riuscito a trovare l'impatto con la sfera all'altezza del dischetto. Nella parte finale del primo tempo i tedeschi hanno sprecato opportunità a ripetizioni, la Costa Rica ne ha approfittato con Fuller, abile a sfruttare la follia difensiva di Rudiger: decisivo l'intervento di Manuel Neuer - il portiere con più partite in Coppa del Mondo con 19 presenze -, attento a deviare la conclusione in calcio d'angolo. E se nella ripresa ci si aspettava una partita a senso unico, il 2-1 del Giappone contro la Spagna ha praticamente ribaltato l'inerzia: al 13' della ripresa Tejeda, approfittando di una respinta centrale di Neuer e di un'amnesia difensiva collettiva, ha trovato la rete del pareggio. L'impensabile è accaduto al 25' - con Musiala fermato poco prima due volte dal palo -, in un mischione in area di rigore Vargas ha trovato la deviazione vincente con la complicità di Neuer. Nemmeno tre minuti e Havertz ha strappato il gol del pareggio, rimettendo la Germania in corsa per la qualificazione. In quattro minuti la squadra di Flick ha trovato le due reti necessarie per poter vincere una partita complicata: prima Havertz e poi Fullkrug hanno provato a spaventare Spagna e Giappone, ma la vittoria non è servita per poter approdare agli ottavi. - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Il Giappone batte 2-1 la Spagna: entrambe agli ottavi
    by Redazione on 1 Dicembre 2022 at 20:11

    DOHA (QATAR) (ITALPRESS) - Il Giappone firma il colpaccio e batte in rimonta la Spagna per 2-1, con le due squadre che possono comunque festeggiare insieme il passaggio del turno. Dopo il vantaggio iniziale di Morata e un sostanziale dominio delle Furie Rosse, sono i lampi di Doan e Tanaka in avvio di ripresa a ribaltare il punteggio e a decidere l'incontro, con i Samurai Blu che chiudono il girone addirittura al primo posto. Gli iberici prendono subito in mano il pallino del gioco e all'11' vanno in vantaggio. Azpilicueta pennella un gran cross dalla destra sulla testa di Morata, che firma l'1-0 e il terzo gol del suo torneo. L'attaccante ex Juventus ci riprova al 22', ma la sua conclusione incrociata con il destro viene parata centralmente da Gonda. Gli spagnoli controllano la gara senza troppi affanni e il primo tempo si chiude sull'1-0 in loro favore. A meno di tre minuti dall'inizio della ripresa, un errore difensivo spagnolo permette agli asiatici di pareggiare. Balde si fa anticipare di testa, il neo entrato Doan si porta la palla sul sinistro e scaglia un tiro che piega le mani a un colpevole Simon che sembrava sulla traiettoria. Tre minuti dopo, si completa l'incredibile rimonta. Doan mette una palla tagliente dalla destra, Mitoma ci arriva in scivolata e crossa in mezzo per Tanaka che da due passi insacca anticipando Rodri e siglando il 2-1, con benedizione del Var. Al 25' Mitoma sguscia via sulla sinistra e mette al centro per Doan che ci prova con il destro al volo ma sbaglia l'impatto con il pallone. Gli uomini di Luis Enrique riprendono a macinare possesso palla, ma in modo sterile. La prima occasione della ripresa arriva solo al 44', quando Gonda deve respingere lateralmente un sinistro velenoso da fuori di Asensio. Pochi istanti dopo, il portiere interviene su Dani Olmo bloccando la sua conclusione ravvicinata dopo la chiusura di un buon triangolo con Ferran Torres. L'assalto finale di Busquets e compagni non produce ulteriori grattacapi alla difesa avversario e il risultato non cambierà più. Il Giappone firma così una nuova impresa conquistando i 3 punti che gli consentono di concludere il gruppo E in vetta a quota 6 e di volare agli ottavi, dove lunedì affronterà la Croazia. La Spagna perde ma si salva, centrando il secondo posto e passando così al turno successivo dove se la vedrà con il Marocco.- foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).