Denise, indagini archiviate. Piera Maggio e Piero Pulizzi: “Noi non molliamo”

Denise, indagini archiviate. Piera Maggio e Piero Pulizzi: “Noi non molliamo”

Oggi tornerà a riunirsi la commissione affari istituzionali della Camera dei deputati che proseguirà l’esame della proposta di istituire una commissione di inchiesta ad hoc sulla scomparsa di Denise

“Non molliamo”. Firmato Piera Maggio e Piero Pulizzi. I genitori di Denise Pipitone incassano l’archiviazione delle indagini bis sul rapimento della loro bambina ma guardano avanti con ancora maggiore determinazione nella ricerca della verità. Nella ricerca della loro figlia e dei colpevoli. Non si fermano e non si fermeranno mai, insomma, nonostante il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Marsala, Sara Quittino, abbia deciso l’archiviazione delle nuove indagini accogliendo la richiesta in tal senso avanzata nelle settimane scorsa dalla procura lilibetana. Per il gip non ci sono elementi tali nei confronti degli indagati che possano resistere in un eventuale processo. Respinta l’opposizione all’archiviazione presentata dal legale di Piera Maggio e Piero Pulizzi, l’avvocato Giacomo Frazzitta. E, dunque, stop alle indagini. Escono di scena, dunque, i quattro indagati dell’inchiesta bis: i coniugi romani che si erano inventati di aver visto Denise, Giuseppe Della Chiave e Anna Corona. Ma Piera Maggio e Piero Pulizzi non mollano e lo hanno ribadito stamattina in un post pubblicato sui social: “La nostra opposizione alla richiesta di archiviazione”, affermano i genitori di Denise, “è stata proposta poiché la Procura a firma di 3 magistrati aveva scritto che le frasi ascoltate dai carabinieri del comando provinciale non esistevano e che se fossero state realmente profferite sarebbero state di interesse investigativo”. Piera Maggio e Piero Pulizzi, però, evidenziano come i loro consulenti abbiano, invece, “chiarito al di là di ogni ragionevole dubbio che quelle frasi di “interesse investigativo” erano state dette”. “Noi”, hanno concluso i genitori di Denise, “staremo ad attendere come sentinelle cosa farà adesso la Procura della Repubblica”. Intanto, oggi tornerà a riunirsi la commissione affari istituzionali della Camera dei deputati che proseguirà l’esame della proposta di istituire una commissione di inchiesta ad hoc sulla scomparsa di Denise Pipitone.