Mazara, sequestrato da polizia e Arpa un capannone industriale per illecita gestione di rifiuti

Mazara, sequestrato da polizia e Arpa un capannone industriale per illecita gestione di rifiuti

I titolari dell’attività sono stati denunciati per reati ambientali

Prosegue senza sosta l’attività di prevenzione e repressione messa in campo dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo, impegnato anche nel delicato ambito della tutela ambientale. 

Nei giorni scorsi, personale della U.I.G.O.S. e della Sezione Investigativa del Commissariato, congiuntamente agli operatori del Dipartimento A.R.P.A. di Trapani, hanno sequestrato, a Mazara del Vallo, un capannone di oltre 400 mq, per abbandono incontrollato di rifiuti e per illecita gestione della loro raccolta.  

I poliziotti ed il personale dell’Agenzia regionale di tutela dell’ambiente, in esecuzione di una delega emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, una volta fatto accesso all’interno dell’area interessata, sita in zona periferica della città, hanno constatato che la ditta impegnata nella raccolta di alcune tipologie di rifiuti, aveva ivi depositato diversi fusti di olio esausto in modo illecito, in aperta violazione delleprescrizioni contenute nei provvedimenti autorizzativi all’uopo rilasciate. Sia all’interno del capannone che all’esterno, in un’areaimmediatamente adiacente, erano stati accatastati numerosi contenitori con residui di olii di scarto, misti a rifiuti organici, che venivano illecitamente trattati dalla ditta in parola.

Personale dell’Agenzia ha raccolto campioni dei terreno, al fine di verificare il loro eventuale inquinamento a causa degli sversamenti dei liquidipresenti. 

Ad esito della complessa attività, lintera area è stataposta sotto sequestro al fine di arrestare l’illecita gestione ed esperire, al contempo, tutti gli accertamenti necessari, tanto sotto il profilo documentale che per quanto concerne riguarda la tipologia degli agenti chimici inquinanti utilizzati dai titolari nell’occorso denunciati all’A.G. competente per gli specifici reati ambientali.      

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • I Russi annunciano presa di Lysychansk ma Kiev smentisce, piovono missili
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 15:51

    KIEV (UCRAINA) (ITALPRESS) - "Lysychansk è nostra". "Non è vero niente". E' sull'ultima roccaforte ucraina nella provincia di Lugansk che si è concentrato oggi il botta e risposta non solo militare fra Mosca e Kiev. A dare per conquistata la città dirimpettaia di Severodonetsk, nel cuore del Donbass, è stato uno dei più fedeli sodali di Putin, il leader ceceno Kadyrov che con le sue truppe combatte a fianco del Cremlino fin dallo scorso 24 febbraio. "Le unità alleate sono già nella parte centrale" del capoluogo, ha riferito il rappresentante della repubblica caucasica, secondo il quale "i nostri combattenti stanno utilizzando nuove tecniche di assalto ai quartieri della città, che stanno dando ottimi risultati". Quasi immediata la replica ucraina, che attraverso la Guardia nazionale smentisce la caduta di Lysychansk ammettendo però che le battaglie sono sempre più cruenti e gli edifici in fiamme aumentano di ora in ora. "Negli ultimi giorni, come si evince dai rapporti dello Stato maggiore, la situazione è diventata più difficile - ha spiegato il portavoce Muzychuk - soprattutto nelle direzioni di Lysychansk, Bakhmutsk e nella regione di Kharkiv. Verso Sloviansk il nemico sta cercando di condurre operazioni di assalto e di migliorare la posizione tattica" ma le truppe di Kiev starebbero comunque resistendo.Resta il fatto che, pur lentamente, Mosca avanza ormai in tutto il Lugansk con attacchi aerei e di artiglieria, anche se i progressi sul campo appaiono meno repentini del previsto e la situazione potrebbe invertirsi con l'arrivo in Donbass delle nuove armi. Proprio oggi il presidente Zelensky ha ringraziato gli Stati Uniti per le forniture annunciate che comprendono sistemi missilistici antiaerei "che rafforzeranno in modo significativo la nostra difesa". Si tratta di un pacchetto del valore di 820 milioni di dollari, nel quale sono inclusi anche radar, munizioni e artiglieria pesante.Nel frattempo i russi hanno accentuato gli attacchi anche a nord. Nelle ultime ventiquattr'ore sarebbero stati sparati 270 missili nella regione di Sumy contro infrastrutture e abitazioni che risultano pesantemente danneggiate; problemi anche alle linee elettriche e al sistema acquifero. L'altro fronte caldissimo, in questi giorni, è quello di Mykolaiv, dove anche oggi si sono udite esplosioni a ripetizione. La città meridionale è strategica, per Mosca, per difendere i territori conquistati a sud e per non abbandonare il sogno proibito che rimane la presa di Odessa. Missili, nel tardo pomeriggio, hanno colpito anche la cittadina di Pavlohrad, nella regione di Dnipro.Infine cresce il bilancio degli ultimi spaventosi attacchi contro i civili. A Kremenchuk, nei resti del centro commerciale colpito da diversi missili, sono ben 29 i corpi ritrovati ma non è escluso che la stima possa aumentare ulteriormente. Nell'attacco di ieri al condominio nella regione di Odessa, invece, è salito a 21 il numero delle persone che hanno perso la vita. Solamente nell'ultima settimana sono oltre 20 i bambini rimasti uccisi dalle bombe in Ucraina. L'unica buona notizia è l'annuncio che il 1 settembre a Kiev le scuole dovrebbero aprire regolarmente. Si provvederà alle bonifiche nelle zone adiacenti agli istituti, i rifugi verranno quasi ovunque resi idonei ad accogliere i ragazzi e per tutti gli studenti e gli insegnanti verranno organizzati corsi ad hoc sul comportamento da tenere in caso di attacco. Una situazione ancora lontana dalla normalità ma per i giovani della Capitale è un segnale importante.foto agenziafotogramma.it(ITALPRESS).

  • Covid, in Italia 84.700 casi e 63 decessi nelle ultime 24 ore
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 13:51

    ROMA (ITALPRESS) - Sono 84.700 i nuovi positivi in Italia, su un totale di 325.588 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. E' quanto emerge dal quotidiano bollettino sull'emergenza Coronavirus emesso dal Ministero della Salute. Sono 63 i deceduti, per un totale di persone scomparse da inizio pandemia che tocca quota 168.488. I ricoverati con sintomi negli ospedali italiani sono 7.035 (205 in più di ieri), dei quali 275 (+11) in terapia intensiva.- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Jakobsen vince la 2^ tappa del Tour, Van Aert in giallo
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 13:36

    NYBORG (DANIMARCA) (ITALPRESS) - Fabio Jakobsen ha vinto la seconda tappa del Tour de France 2022, la Roskilde-Nyborg di 202,2 chilometri. L'olandese della Quick-Step Alpha Vinyl ha tagliato il traguardo in 4h34'35", precedendo in volata il belga Wout Van Aert (Jumbo Visma) e il danese Mads Pedersen (Trek-Segafredo). Il belga Yves Lampaert (Quick-Step Alpha Vinyl Team), rimasto coinvolto in una a circa 20km dal traguardo, ha ceduto dunque la maglia gialla proprio al connazionale Van Aert. Domani si torna in strada per la terza frazione della Grande Boucle, la Vejle-Sonderborg di 182 chilometri.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Pole di Sainz a Silverstone su Verstappen e Leclerc
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 13:21

    SILVERSTONE (INGHILTERRA) (ITALPRESS) - Carlos Sainz ottiene la pole position nelle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Sotto la pioggia a Silverstone, il pilota della Ferrari piazza il colpaccio con il giro in 1'40"983 davanti alla Red Bull dell'olandese e campione in carica Max Verstappen e al compagno di squadra, il monegasco Charles Leclerc. Prima pole per lo spagnolo del Cavallino, in una qualifica tiratissima per le condizioni metro. Quarto posto per Sergio Perez (Red Bull), seguito da Lewis Hamilton (Mercedes); ottavo George Russell (Mercedes). - foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Siccità, a Verona scattano divieti per uso dell’acqua potabile
    by Redazione on 2 Luglio 2022 at 12:01

    VERONA (ITALPRESS) - A seguito del perdurare della situazione meteorologica e della conseguente emergenza idrica, il sindaco di Verona Damiano Tommasi, ha firmato l'ordinanza che limita l'uso dell'acqua potabile ai fini domestici, per la pulizia personale e per l'igiene. Un invito anche ad adottare comportamenti e abitudini utili a ridurre gli sprechi, responsabilizzando ciascun cittadino sull'importanza delle singole azioni per cercare di arginare il problema. Fino al 31 agosto sarà quindi vietato usare acqua potabile proveniente da fonte idrica per l'irrigazione di orti, giardini e campi sportivi, per il lavaggio di automobili, salvo impianti autorizzati, per il riempimento di piscine e per ogni altra attività che non sia strettamente necessaria ai fini del fabbisogno umano. L'eventuale utilizzo per gli scopi sopra descritti e vietati, seppur sconsigliato, può avvenire soltanto dalle ore 21 alle 6. Per i trasgressori sono previste sanzioni fino a 500 euro.(ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-