Dichiarazioni sindaco Quinci, comunicato del sindacato “Usli”

Dichiarazioni sindaco Quinci, comunicato del sindacato “Usli”

Il comunicato stampa

A leggere i giornali o aggregatori di notizie, con i vari comunicati stampa di redivivi personaggi, per i quali non esiste il confronto leale sulle questioni, ma nemici d’abbattere; mi viene da piangere, e non solo metaforicamente. In queste ore impazza “il tutti contro il sindaco di Mazara del Vallo”, con uno sport che è facilissimo fare: estrapolare da una comunicazione/intervista, una parte e decontestualizzarla , a volte anche in maniera meschina. Uomini, forse sarebbe meglio dire “uominicchi” che da dipendenti hanno avuto un passato nemmeno troppo lontano, da veri è propri “ nulla facenti” che con il loro agire anche in sedi giudiziarie si sono letteralmente “fregati gli stipendi” e non solo, punti sul vivo, tentano di strumentalizzare le dichiarazione improvvide, ammettiamolo , ma non sempre irreali del sindaco. Politici, politicanti ex consiglieri da “passati turbolenti” anche sotto l’aspetto giudiziario che si ergono a difensori dei lavoratori……. Gente che oggi si lamenta, per la lente, il focus , che la Corte dei Conti ha acceso su Mazara del Vallo dimentichi che loro stessi stanno, (o forse non lo faranno mai) restituendo il maltolto accertato dalla Corte dei Conti ai danni del Comune di Mazara del Vallo. E allora come stanno veramente le cose? chi ha portato sull’ asserito lastrico il Comune di Mazara del Vallo? Vedete che fra avere debiti ed avere crediti di difficile riscossione qualche differenza c’è. Chi indebito il comune per svariati milioni di euro oggi regolarmente pagati da quest’amministrazione? Il Sindaco di Mazara del Vallo ha sbagliato? Sicuramente si!! senza ma e senza se, ha sbagliato sui tempi e le modalità di espressione, ha sbagliato prestando il fianco alle strumentalizzazioni facili. Ma ha tutti i torti in quel che dice? dobbiamo da sindacalisti difendere l’indifendibile, perche ci sono le rsu alle porte e il voto dei dipendenti ci costringe a dare loro ragione a prescindere ? o siamo ancora capaci scevri da condizionamenti politici, con le elezioni delle rsu e le elezioni regionali alle porte, di fare una analisi reale di ciò che da decenni accade nel Comune di Mazara del Vallo. Sono 30 anni o quasi che faccio il sindacalista di “ campagna” quello con le scarpe grosse, al Comune di Mazara del Vallo. E ho la presunzione di dire che in questi 30 anni ho imparato a conoscere uomini e cose, soprattutto ho imparato a distinguere di quale stoffa siano fatti tutti i politici che si sono alternati alla guida della città, ho imparato a riconoscere chi si è smontato pure le porte , metaforicamente parlando, del Comune, conosco chi ha riempito il Comune di Mazara del Vallo di persone destinati ad altri impieghi, chi ha importato nel Comune forze lavoro non sempre necessarie da altri lidi, che magari fino qualche mese prima erano quelli che un tempo si

definivano impiegati di concetto e nel trasferire le carte al comune si sono scoperti funzionari di categoria superiore, ingessando di fatto il comune e impedendo che si potessero bandire concorsi. Certo se ascolto tutta la registrazione con un minimo di serenità allora mi accorgo che il Sindaco stesso non sta generalizzando, non sta dicendo che tutti i dipendenti siano fannulloni, vogliamo rimproverarlo perchè affetto da troppa “lealta”? perche parla non con metodi studiati senza infingimenti? Da politico ingenuo? Forse da non politico? . facciamolo!! ma abbiamo risolto i problemi della città? Sicuramente no!! Sono certo, e nella sue dichiarazioni con un minimo di serenità si evince, che il Sindaco sia ben cosciente che tanti lavoratori portano avanti la “carretta comune” con dignità e sottopagati per non aver avuto negli anni la possibilità di emergere attraverso le progressioni verticali !!! ma dimentichiamo che le ultime progressioni verticali possibili furono bloccate oltre dieci anni fa all’ultimo momento ( forse perchè qualcuno non era gradito che progredisse) dall’amministrazione Cristaldi? O dimentichiamo che assessore proponente Siragusa, si vide non portare in giunta la delibera già scritta per le progressioni verticali? Che il Comune di Mazara del Vallo abbia un numero esagerato di forza lavoro “ bassa “ è un fatto innegabile come è innegabile che manchino funzionari e dirigenti e che scelte scellerate del passato fanno si che bisogna risolvere con soluzioni diversi. Certo caro Sindaco, mi sarei aspettato, una discontinuità con la nomina di esperti, ma una cosa la riconosco: oggi abbiamo esperti che aiutano a risolvere i problemi aiutano a dare soluzioni a quella forza lavoro di apice; spesso insufficiente che è costretta a utilizzare le categorie inferiori che necessariamente vanno instradate nell’alveo della correttezza amministrativa, ma che certamente non hanno colpe!! Abbiamo nomine di esperti sicuramente diverse da alcune nomine di segretarie particolari a cui magari faceva seguito la nomina della segretaria particolare della segretaria particolare ( che poi magari fosse la nuora poco importava…..) Ma fare un assioma fra spesa del personale e spesa degli esperti che ribadisco è purtroppo necessaria , mi creda è stato un errore logico, e come aver dato un assist a tutto il popolo dei nulla facenti che purtroppo si annida fra i dipendenti leali di questo Ente. E mal si concilia con le sue stesse azioni politiche che hanno visto lei assumere impegni e mantenere impegni di gratificazione verso tutto il personale che da anni viveva nel precariato e che lei sta portando a 36 ore lavorative. Non mi piacciono i tempi e le modalità usate ,non mi piace che passi l’idea che i dipendenti del Comune di Mazara del Vallo siano tutti fannulloni, ma allo stesso modo riconosco che non tutte le sue affermazioni siano sbagliate. Il vero problema è che spesso anche in fase di valutazione dei risultati, anche chi fa il suo lavoro onestamente viene accumunato a chi si nasconde nel sottobosco per non fare nulla. Le assicuro che ci sono dipendenti che lavorano, senza limiti di orario, che vanno oltre il dovuto che consentono a questo ente di “ reggere” che non meritano di essere additati come il male del Comune di Mazara del Vallo, e ai quali rivolgo un appello leale e sincero: non “lasciatevi trascinare in questo gioco becero non utile a nessuno “. Sappiate discernere con parsimonia le parole i fatti le azioni. “Prima o poi arriverà il tempo in cui capiremo di non avere avuto la forza di reagire alle bugie alle calunnie che non sono più un fatto anomalo o stravagante, ma un elemento portante della lotta politica a volte nascosta dietro al sindacalismo. In molte dichiarazioni si palesa la radicata convinzione dell’impunità, contando sul fatto che tanti hanno la memoria corta. Ma le questioni di principio esistono: non è lecito mentire, non è lecito diffamare. Ed è giusto evidenziare le bugie le diffamazioni le strumentalizzazioni prima che diventino “ verità”. “ un sindacalista di campagna” Donato Giglio

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Pd, Bonaccini “Mi candiderò se capirò che può essere utile”
    by Redazione on 29 Settembre 2022 at 16:26

    ROMA (ITALPRESS) - "Mi candiderò alla segreteria del PD se capirò che può essere utile. Non servirà il nome di Bonaccini o di un altro se non affrontiamo i problemi cruciali. Se ragionassi solo sulla chiave di una mia vittoria, mi sarei potuto candidare già alle Europee, ma non ragiono così. Non sono importanti i nomi e ho poco apprezzato alcune autocandidature di questi giorni perchè Enrico Letta ha proposto di riflettere. Dobbiamo prima capire in che direzione si vuole andare. Dobbiamo fare un percorso che deve essere ordinato, perchè se partiamo con le autocelebrazioni e le autocandidature prima di decidere che percorso intraprendere, non andiamo lontano". Così il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7. "Fare il congresso prima della fine dell'anno è impossibile, per le regole che abbiamo. Bisogna conciliare un tempo giusto per fare un largo coinvolgimento e non sostituire un segretario ad un altro. Quindi a gennaio o febbraio, nel giro di pochi mesi, ma dandoci il tempo di discutere e di rigenerarci", ha aggiunto. Per Bonaccini "abbiamo perso le elezioni perchè, io penso, non avevamo un profilo forte e un'identità precisa. Dovremmo allearci con chi condivide un programma riformista e progressista, per poter battere le destre alle urne. Il Pd deve essere un partito di sinistra, radicato sul territorio e presente con le persone".(ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-

  • Ucraina, von der Leyen “Democrazia prevarrà, valore da proteggere”
    by Redazione on 29 Settembre 2022 at 15:56

    ROMA (ITALPRESS) - "Oggi, ancora una volta, una democrazia lotta per la propria sopravvivenza contro l'aggressione di un autocrate straniero. L'attacco della Russia contro l'Ucraina è l'ennesima battaglia in una guerra che infuria da 25 secoli. La guerra dell'autocrazia contro la democrazia. E sono profondamente convinto che la democrazia prevarrà". Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo intervento al Forum sulla democrazia ad Atene. "Ma è anche preoccupante vedere che le tragedie del passato continuano a ripetersi e che troppi, in Europa, hanno sottovalutato le minacce sia fuori che dentro i nostri confini. Per più di 70 anni, il nostro continente ha marciato incessantemente verso la democrazia. E molti di noi - ha aggiunto - hanno iniziato a credere che l'Europa e tutta l'umanità avrebbero continuato ad avanzare naturalmente verso la libertà e la cooperazione pacifica. Abbiamo iniziato a dare per scontata la democrazia. Oggi ci rendiamo conto che la storia non si muove sempre in linea retta. Ci sono battute d'arresto e ritorni. Ed è compito di ogni generazione lottare per la democrazia. E' nostro compito generazionale aiutare gli ucraini mentre combattono per il loro diritto di determinare il proprio futuro. E' nostro compito - ha sottolineato - proteggere le nostre democrazie dai ricatti russi e dalle ingerenze delle autocrazie. Ed è nostro compito contribuire a rafforzare tutte le democrazie in Europa", ha concluso la presidente della Commissione europea.(ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-

  • Energia, Draghi “Serve una risposta comune europea contro i rincari”
    by Redazione on 29 Settembre 2022 at 14:06

    ROMA (ITALPRESS) - "La crisi energetica richiede da parte dell'Europa una risposta che permetta di ridurre i costi per famiglie e imprese, di limitare i guadagni eccezionali fatti da produttori e importatori, di evitare pericolose e ingiustificate distorsioni del mercato interno e di tenere ancora una volta unita l'Europa di fronte all'emergenza. Davanti alle minacce comuni dei nostri tempi, non possiamo dividerci a seconda dello spazio nei nostri bilanci nazionali. Nei prossimi Consigli Europei dobbiamo mostrarci compatti, determinati, solidali - proprio come lo siamo stati nel sostenere l'Ucraina". Lo afferma in una nota il presidente del Consiglio, Mario Draghi.- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Energia, aumento elettricità +59% nei prossimi tre mesi
    by Redazione on 29 Settembre 2022 at 13:41

    ROMA (ITALPRESS) - Con un intervento straordinario, ritenuto necessario per le condizioni di eccezionale gravità della situazione, l'Arera limita l'aumento dei prezzi dell'energia elettrica per le famiglie ancora in tutela e, pur rimanendo su livelli molto alti, evita il raddoppio. L'Autorità, per limitare ulteriormente gli aumenti dei prezzi su famiglie e imprese, ha deciso di posticipare eccezionalmente il necessario recupero della differenza tra i prezzi preventivati per lo scorso trimestre e i costi reali che si sono verificati, anch'essi caratterizzati da aumenti straordinariamente elevati.Nel terzo trimestre, in base ai dati di preconsuntivo, il prezzo unico nazionale dell'elettricità (PUN) è pressochè raddoppiato rispetto al secondo trimestre e quasi quadruplicato rispetto al livello medio del corrispondente trimestre del 2021.L'intervento eccezionale dell'Autorità per il quarto trimestre del 2022, che si somma agli interventi del Governo, pur non essendo in grado di limitare gli aumenti, ha ridotto al +59% l'aumento del prezzo di riferimento dell'energia elettrica per la famiglia tipo in tutela. L'enorme crescita dei prezzi all'ingrosso e il loro mantenersi su livelli altissimi, si riflette sulla differenza di spesa rispetto all'anno precedente.In termini di effetti finali, per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia-tipo nel 2022 (1° gennaio 2022 - 31 dicembre 2022) sarà di circa 1.322 euro, rispetto ai 632 euro circa del 2021 (i 12 mesi equivalenti dell'anno precedente). In base al nuovo metodo di calcolo introdotto a luglio dall'Area il prezzo del gas per i clienti ancora in tutela verrà aggiornato alla fine di ogni mese e pubblicato nei primi giorni del mese successivo a quello di riferimento, in base alla media dei prezzi effettivi del mercato all'ingrosso italiano. Il valore del prezzo gas, che sarà pagato dai clienti per i consumi di ottobre, verrà quindi pubblicato sul sito dell'Autorità entro 2 giorni lavorativi dall'inizio di novembre. (ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-

  • Governo, Calenda “Nel centrodestra caos gigantesco”
    by Redazione on 29 Settembre 2022 at 13:11

    ROMA (ITALPRESS) - "Nel centrodestra c'è un caos gigantesco che è emerso già durante la campagna elettorale, quello che mi preoccupa è il merito delle proposte. Sono due le questioni che deve affrontare quella coalizione: una riguarda Berlusconi e Salvini, l'altra Giorgia Meloni in merito alle scelte che farà, sulla qualità delle persone che sceglierà". Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, ospite di "Tagadà" su La7."In questo momento non c'è sbocco per un governo di unità nazionale. Il centro sarà cruciale per evitare gli estremismi dei sovranisti", ha aggiunto.- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).