Mazara, iniziativa del Wwf per la giornata dedicata alle zone umide

Mazara, iniziativa del Wwf per la giornata dedicata alle zone umide

L’iniziativa del Wwf si terrà domenica prossima

Il WWF O.A. Sicilia Area Mediterranea Sede di Mazara del Vallo organizza, Domenica 02 Febbraio 2020, in occasione dellaGiornata Mondiale delle Zone Umide,  un percorso didattico formativo per soci e non, finalizzato a conoscere e tutelare le Zone Umide di Importanza Internazionale del nostro territorio.

La passeggiata naturalistica, che avrà come tema “La biodiversità delle zone umide”, riguarderà il Sito “Ramsar” Margi Milo, Margi Nespolilla e Margi Spanò, in territorio del Comune di Petrosino. Inizio attività a partire dalle ore 9,30 con raduno presso il Bar Grand’ Italia in Via Bessarione 112, Mazara del Vallo. 

La Convenzione sulle Zone Umide (Firmata a Ramsar, Iran, nel 1971), denominata “Convenzione di Ramsar”, è un trattato intergovernativo che fornisce il quadro per l’azione nazionale e la cooperazione internazionale per la conservazione e l’uso razionale delle zone umide e delle loro risorse.

Ad oggi sono 168 i paesi che hanno sottoscritto la Convenzione e sono stati designati 2.209 siti Ramsar per una superficie totale di 210.897.023 ettari.

Tra i siti designati la Sicilia ne annovera sei, di cui ben quattro sono in Provincia di Trapani: Le Saline di Trapani e Paceco, Le Paludi Costiere di Capo Feto, Margi Spanò, Margi Nespolilla e Margi Milo, I Laghi di Murana, Preola e Gorghi Tondi, Lo Stagno Pantano Leone.  

Le aree umide svolgono un’importante funzione ecologica per la regolazione del regime delle acque e come habitat per la flora e per la fauna, inoltre sono tra gli ambienti più produttivi al mondo. Conservano la diversità biologica e forniscono l’acqua e la produttività primaria da cui innumerevoli specie di piante e animali dipendono per la loro sopravvivenza. Essi sostengono alte concentrazioni di specie di uccelli, mammiferi, rettili, anfibi, pesci e invertebrati.

Secondo il Segretariato della Convenzione di Ramsar, l’87% delle zone umide del mondo sono andate perse negli ultimi 300 anni a causa delle condizioni ambientali, ecco perché salvarle dall’estinzione rappresenta obiettivo primario della lotta ai cambiamenti climatici.

A tal proposito il WWF O.A. Sicilia Area Mediterranea ha inviato all’ Amministrazione Comunale di Mazara del Vallo una richiesta urgente di interventi per la tutela del Sito “Ramsar” di Capo Feto e all’Amministrazione Comunale di Campobello di Mazara una richiesta urgente di interventi per la tutela del  Sito “Ramsar” Stagno Pantano Leone.  

Comunicato stampa