Servizio raccolta e smaltimento rifiuti, a Mazara proroga fino al 30 aprile per il raggruppamento d’imprese Tech Servizi/Icos/Ecoin

Servizio raccolta e smaltimento rifiuti, a Mazara proroga fino al 30 aprile per il raggruppamento d’imprese Tech Servizi/Icos/Ecoin

Lo prevede l’ordinanza urgente e contingibile firmata oggi dal Sindaco Salvatore Quinci

Sarà ancora il raggruppamento d’imprese A.T.I. Tech Servizi/Icos/Ecoin a garantire il servizio di “Raccolta e trasporti rifiuti urbani e speciali assimilati, spazzamento e servizi igiene pubblica nel comune di Mazara del Vallo”, almeno fino al prossimo 30 aprile.

Lo prevede l’ordinanza urgente e contingibile n. 43 firmata oggi dal Sindaco Salvatore Quinci che di fatto proroga la sua precedente ordinanza n. 35/2020 con la quale il raggruppamento d’imprese garantiva il servizio in prosecuzione fino al 31 marzo.

Con decorrenza primo aprile, in base alla determinazione del dirigente del 2° settore n.123 del 18  (vedi nota stampa n. 112 del 24 marzo 220), il servizio doveva essere aggiudicato per cinque anni al raggruppamento d’imprese Multiecoplastic srl con Ecoburgus, ma il Tar Sicilia ha accolto ieri un ricorso del raggruppamento Tech, sospendendo l’efficacia della determinazione dirigenziale n. 123/2020 del Comune. Da qui, per garantire la prosecuzione del servizio ed evitare danni all’ambiente ed alla salute pubblica soprattutto nel corso dell’emergenza Covd19, la decisione del Sindaco di assicurare il servizio in prosecuzione fino al 30 aprile.

La stessa Tech, già destinataria di un provvedimento d’interdittiva della Prefettura di Siracusa ha ottenuto la sospensione temporanea della stessa interdittiva fino alla udienza camerale del Tar Sicilia che si terrà il 9 aprile. Pertanto la vicenda dell’aggiudicazione per il prossimo quinquennio del servizio Rifiuti è ancora da definire.

Nel frattempo il servizio non viene interrotto e pertanto proseguirà fino al 30 aprile con le stesse modalità della differenziata domiciliare finora adottate. L’unica novità riguarda le persone che si trovano in quarantena domiciliare per il Covid 19 alle quali sono stati distribuiti dei kit per l’indifferenziata in attuazione dell’ordinanza emanata il 27 marzo dal Presidente della Regione. Per queste persone la raccolta e lo smaltimento verranno effettuati nel rispetto di quanto stabilito con la stessa ordinanza!

Comunicato stampa