Mazara, arma rinvenuta al porto

Mazara, arma rinvenuta al porto

Si tratta di un fucile semiautomatico. Indagano i carabinieri

Nella mattinata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo hanno rinvenuto, su segnalazione di un cittadino, nelle acque antistanti la banchina  di via Molo Comandante G. Caito, un fucile semiautomatico marca “Franchi” calibro 12 con matricola abrasa e 15 munizioni del medesimo calibro.

Il munizionamento  era sparso su una scaletta del molo, mentre a pochi metri di distanza i militari dell’Arma si sono accorti della presenza del calciolo dell’arma poi recuperata che galleggiava, appena in superficie.

Tutto l’armamento veniva posto sotto sequestro per le indagini del caso, il fucile verrà inviato al RIS di Messina dove i tecnici dell’Arma cercheranno di ricostruire la matricola per addivenire al legittimo proprietario e eseguire una verifica balistica.

Veniva altresì richiesto l’intervento di personale del Nucleo Subacquei di Messina per verificare l’eventuale presenza di ulteriore materiale adagiato sul fondale.