Mazara, arriva la videosorveglianza per contrastare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti in città

Mazara, arriva la videosorveglianza per contrastare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti in città

Attraverso le telecamere verranno controllate a distanza le zone più sensibili del territorio comunale

Tempi duri per i cittadini incivili che a Mazara del Vallo hanno il vizietto di abbandonare indiscriminatamente i rifiuti in varie zone della città. Un fenomeno che negli ultimi tempi ha assunto proporzioni preoccupanti e causato la presenza di numerose discariche abusive qua e là. Ecco allora che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Quinci ha deciso di intervenire in maniera repressiva avviando un sistema sperimentale di videosorveglianza che consenta al Comune di cogliere sul fatto i cittadini incivili e multarli a dovere. Il servizio verrà attivato per sei mesi e verrà fornito da una ditta della Sicilia orientale per un importo complessivo di quasi 30 mila euro. Le telecamere verranno installate nei punti critici in cui in questi mesi si sono verificati gli episodi più frequenti. Un controllo a distanza, insomma, che si spera possa in qualche modo debellare o quantomeno ridurre tale abbandono di rifiuti in città, un fenomeno che ovviamente crea danni di immagine a Mazara e anche rischi igienico-sanitari per i cittadini.(riproduzione riservata)

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Manovra, 2 italiani su 3 promuovono misure per mamme e taglio del cuneo
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 11:06

    ROMA (ITALPRESS) - Negli ultimi giorni, il nuovo Governo guidato da Giorgia Meloni sta formulando e discutendo la sua prima manovra finanziaria. In generale, dopo le primissime informazioni emerse e diffuse dalla stampa, il giudizio "a caldo" della popolazione italiana è diviso tra chi promuove queste prime proposte (il 40,4%) e chi, invece, non ne è ancora convinto e boccia questa prima manovra (41,2%). Un giudizio che, non avendo ancora sufficienti informazioni per la valutazione, è legato in buona parte all'appartenenza politica degli elettori. Infatti emerge una condivisione e approvazione netta e quasi totalitaria da parte dell'elettorato di centrodestra e, di contro, una netta bocciatura da parte del centrosinistra e degli elettori del Movimento 5 Stelle. Analizzando nello specifico alcuni dei provvedimenti proposti, emerge comunque un'approvazione da parte di circa 2 italiani su 3 per le misure a favore di mamme (66,7%) e lavoratori dipendenti (65,8%), come per esempio il taglio del cuneo fiscale. Meno convincenti, invece, le misure per i lavoratori autonomi, la tregua fiscale (come ad esempio la rottamazione delle cartelle esattoriali) e la riduzione delle accise sui carburanti.Dati Euromedia Research - Realizzato il 23/11/2022 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 1.000 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne.- foto Euromedia Resarch -(ITALPRESS).

  • Gravina “Juve? No a linciaggi di piazza, aspettiamo le indagini”
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 10:46

    NAPOLI (ITALPRESS) - "Non mi piace l'idea di sanzionare alcune realtà, nel caso specifico la Juventus, prima che ci sia un processo. Ci sono delle indagini, ci sono delle acquisizioni di atti, la nostra procura è allertata, ma non conosciamo l'esito e lasciamo andare avanti la magistratura ordinaria: c'è comunque un collegamento tra i due rami di giustizia, aspettiamo cosa emerge dal processo e poi facciamo una riflessione sul sistema, ma ora non colpevolizziamo e sanzioniamo i soggetti prima delle indagini". Lo dice il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a margine della sua partecipazione a Napoli all'evento "Calcio & Welfare", organizzato dal Comitato Regionale. A chi gli chiede se le presunte irregolarità possano aver influito anche sui successi sportivi della Juventus, Gravina è netto: "E' vox vostra, non vox populi. Se vogliamo andare sul linciaggio di piazza non è un problema, ma stiamo calmi perchè temo che quel tema possa riguardare anche altri soggetti". In merito alla presa di posizione della Liga spagnola, che ieri aveva chiesto sanzioni sportive nei confronti dei bianconeri: "Sono arrivate alcune riflessioni e attacchi gratuiti da parte di chi dovrebbe guardare in casa propria e credo siano piuttosto fuori luogo. Siamo a stretto contatto con la Uefa, l'organismo internazionale, aspettiamo il processo e poi tiriamo fuori le conclusioni", termina Gravina.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Oracle, Ippolito “Al lavoro per dati sanitari sempre più fruibili”
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 09:31

    ROMA (ITALPRESS) - "Internet of clouds è la nostra visione sul mondo del cloud. Noi crediamo moltissimo in un approccio per i nostri clienti multicloud, ovvero aperto, il più possibile interconnesso, con sicurezza ma anche con velocità. Questo è un aspetto che riteniamo fondamentale per la crescita di una digitalizzazione veloce". Così Alessandro Ippolito, Country manager di Oracle Italia, in un'intervista all'Agenzia Italpress. "Noi - ha aggiunto - abbiamo l'onore e il privilegio che tantissimi dati nel mondo della sanità sono basati su tecnologia Oracle e su questo stiamo con grande attenzione cercando di portare innovazione, renderli sempre più fruibili, accessibili, possibilmente ovunque. La nostra visione è quella di renderli sempre più aperti e accessibili con sicurezza e garantendo le normative sui dati. Alla base - spiega - c'è sempre la tecnologia che deve far sì che questi dati siano fruibili velocemente, quindi grande capacità elaborativa e grande velocità di fruizione". "Sicuramente con tutti i nostri grandi clienti cerchiamo di portare le nostre applicazioni e, specializzandoli per verticalità, nella sanità stiamo lavorando tantissimo su molti aspetti, non solo su quello del dato, noi abbiamo molto a cuore anche tutte quelle piattaforme che possono migliorare l'esperienza del dipendente, ma anche di chi fruisce - ha sottolineato Ippolito -. Noi abbiamo tanta tecnologia messa a disposizione delle aziende che poi forniscono dei servizi, spesso il servizio a cui siamo abituati tutti i giorni ha anche una parte di Oracle". In vista del Natale è stata effettuata una ricerca sui consumi degli italiani "da dove emerge che c'è un 80% del campione molto attento agli aspetti finanziari che sono pagamenti, sconti, dilazionamenti, buoni, ma - conclude - un'altra cosa che mi ha colpito molto è che un 33% è attento a regali di tipo diverso più orientati all'esperienza che all'oggetto. Infine dal campione sembra che solo il 14% dei consumatori sembra avere acquisito" in base agli influencer. - foto Italpress -(ITALPRESS).

  • Ucraina, Conte “Inviare armi non può più essere la soluzione”
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 09:16

    ROMA (ITALPRESS) - "Pochi giorni fa siamo giunti al nono mese di conflitto in terra ucraina, nove mesi in cui la Russia ha tentato in tutti i modi di soverchiare la sovranità territoriale, politica ucraina aprendo un conflitto alle porte dell'Europa, innescando una crisi i cui risvolti stanno sconquassando il tessuto economico di altri paesi". Lo ha detto il leader del M5S, Giuseppe Conte, intervenendo alla Camera in merito alle mozioni sul conflitto Russia-Ucraina. "Con il passare dei mesi abbiamo constatato che in troppi, in tanti hanno fatto l'abitudine a questa guerra - ha aggiunto - sin dal primo colpo sparato in questo conflitto il M5S ha condannato con forza l'aggressione russa, sostenendo l'apertura di un piano diplomatico e un aiuto militare al popolo ucraino". "Un aiuto - ha chiarito Conte - derivato dalla convinzione di porre un argine all'iniziale asimmetria delle forze in campo, un contributo deciso non a cuor leggero ma necessario per garantire all'Ucraina il diritto alla legittima difesa. Oggi, dopo nove mesi, questa non può essere più la soluzione, sul piano delle armi si è parlato e agito anche troppo, di diplomazia e negoziato di pace ad oggi non vediamo nessuna traccia". Per l'ex premier "la pace va costruita, è frutto di una strategia faticosamente perseguita". - foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Von der Leyen “Creeremo un tribunale ad hoc per i crimini russi”
    by Redazione on 30 Novembre 2022 at 07:31

    BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) - "La Russia deve pagare per i suoi orribili crimini. Collaboreremo con la Corte penale internazionale e contribuiremo alla creazione di un tribunale specializzato per giudicare i crimini della Russia". Lo scrive su Twitter la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. "Con i nostri partner, faremo in modo che la Russia paghi per la devastazione che ha causato, con i fondi congelati degli oligarchi e i beni della sua Banca centrale", aggiunge. - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).