Mazara, controlli della Guardia costiera, multati alcuni diportisti indisciplinati

Mazara, controlli della Guardia costiera, multati alcuni diportisti indisciplinati

L’attività eseguita nell’ambito di Mare Sicuro 2020

Nel pieno della stagione estiva procedono a ritmo sostenuto le attività di vigilanza e controllo della Capitaneria di porto di Mazara del Vallo lungo il litorale ed il tratto di mare di giurisdizione.
Nella scorsa settimana gli interventi di soccorso e quelli volti a garantire il rispetto dell’Ordinanza di Sicurezza Balneare n. 16/2016, sono stati quotidiani ed hanno visto impegnati sia i mezzi navali che le pattuglie a terra.
In particolare la Motovedetta SAR CP 850, nella notte tra il 31 luglio e 1 agosto, ha intercettato e soccorso un piccolo natante da diporto con due persone a bordo, rimasto alla deriva a circa 5 miglia a Sud-Est dal porto di Mazara del Vallo a causa di un guasto al motore. I diportisti, in buono stato di salute, sono stati condotti in sicurezza fino al porto di Mazara del Vallo.
Nei giorni scorsi è stata inoltre intensificata la vigilanza in mare con controlli alle unità da diporto, ponendo particolare attenzione alle dotazioni di sicurezza ed al rispetto dei limiti delle acque riservate alla balneazione. Quattro le violazioni contestate per il mancato rispetto dei suddetti limiti nelle località di Triscina, Capo Feto e Cala Spaghetti, con altrettante sanzioni per complessivi 960 Euro. Una sanzione di 200 Euro è stata inoltre comminata ad un sub che si era immerso senza il previsto pallone di segnalazione. Tale comportamento è gravemente irresponsabile ed espone lo stesso sommozzatore al rischio di essere travolto da unità in navigazione.
Anche lungo il litorale il personale militare ha svolto diversi controlli nelle spiagge libere al fine di garantire la libera e regolare fruizione del demanio marittimo e presso gli stabilimenti balneari, al fine di verificare, in particolare, il rispetto delle disposizioni in materia di dotazioni di sicurezza obbligatorie e di servizio di avvistamento e soccorso a cura dei bagnini di salvataggio.
Anche in questo caso sono state riscontrate alcune irregolarità. Un bagnante è stato sanzionato per aver lasciato sulla battigia il pedalò preso a nolo ed un’altra persona è stata sanzionata per aver condotto i propri cani in spiaggia in violazione del Decreto Dirigenziale n. 476/2007 della Regione Sicilia. Per entrambe le condotte è prevista una sanzione amministrativa di 200 Euro.
La Capitaneria di porto di Mazara del Vallo invita diportisti e bagnanti ad una condotta rispettosa delle disposizioni di sicurezza vigenti, ricordando che il loro fine è quello di prevenire situazioni che potrebbero mettere a rischio l’incolumità dei fruitori delle nostre spiagge e del nostro mare.