Mazara, costituito il comitato “Ponte Arena”

  • In MAZARA
  • 14 Aprile 2022
  • 450 Views
Mazara, costituito il comitato “Ponte Arena”

Presidente del nuovo comitato è stato nominato Alessandro Culicchia

Si comunica che ieri sera 13/04/2022 presso il ristorante “TRATTORIA DELLE COZZE” si è costituito il comitato “PONTE ARENA” a seguito di un’assemblea di cittadini residenti e non dei quartieri di
“QUARARA” e “BOCCA ARENA”.
La riunione ha visto la partecipazione di numerosi cittadini che stanno vivendo questo inaspettato , improvviso ,e dannoso disagio ,che di fatto ha provocato un isolamento forzato dal resto della città e che sta costringendo i residenti ad un aggravio di spese non preventivato ed insostenibile.
La chiusura del ponte ha altresì determinato una frattura sociale a causa proprio dello sbarramento dello stesso con blocchi di cemento che ne impediscono il transito. Il comitato supportato anche da documentazione tecnica , che farà valere nelle sedi opportune, è convinto che il ponte non necessita di un intervento straordinario, che prevede un’alterazione
strutturale dello stesso e tempistiche di dubbia certezza.
Non può più accettare un tale differimento dell’inizio dei lavori e chiede con forza invece un intervento ordinario di manutenzione che porti all’apertura dello stesso in tempi rapidissimi.
Noi non comprendiamo le ragioni che tengono chiuso il ponte da oltre 7 mesi senza che nessuna ditta di fatto abbia mai dato inizio ai lavori.
Per tale ragione ha eletto PRESIDENTE del comitato il Sig. Alessandro Culicchia al fine di essere rappresentati in tutte le sedi opportune per far valere le proprie ragioni.
Il comitato “PONTE ARENA” risulta a seguito di votazione così composto :
PRESIDENTE : ALESSANDRO CULICCHIA
VICE-PRESIDENTE : MARIO BONASORO
SEGRETARIO : GASPARE GIACALONE
Componenti del comitato direttivo sono :
LUIGI RALLO,NICOLA RIGGIO,VITO CANCEMI,ROSA BONANNO,CATERINA DI MAIO,ANNA D’ALEO,RIGGIO GIOVANNA.

IL PRESIDENTE
ALESSANDRO CULICCHIA

comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Il Napoli non si ferma più, battuta 2-1 la Roma
    by Redazione on 29 Gennaio 2023 at 21:01

    NAPOLI (ITALPRESS) - Il Napoli batte la Roma 2-1 in casa grazie ai gol di Osimhen e Simeone e vola in fuga a +13 sull'Inter, seconda nella classifica della Serie A. La rete del momentaneo 1-1 di El Shaarawy illude i giallorossi ma nel finale è l'argentino ex Verona a regalare i tre punti agli uomini di Spalletti. Dopo il forfait con la Salernitana, il tecnico di Certaldo ritrova Kvaratskhelia dal primo minuto. Il neo sessantenne Mourinho deve invece fare a meno dello squalificato Celik e torna a schierare dall'inizio Spinazzola, a tre mesi dall'ultima volta, il 23 ottobre in occasione proprio del match di andata con i partenopei. Rispetto a quel primo confronto, però, i giallorossi, orfani oggi anche del "dissidente" Zaniolo, sono andati più vicini a fare punti. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto per quanto visto nei 90 minuti di gioco.Il primo squillo è di Kvaratskhelia, al 5': solito movimento dentro al campo e conclusione sul primo palo, Rui Patricio è attento. Al 12' però il Napoli rischia di combinarla grossa: su uno spiovente di Pellegrini, Kim non sente l'uscita di Meret e tenta un retropassaggio di testa che non si tramuta in autorete per una questione di centimetri.A scacciare la paura ci pensa il solito duo: al 17' Kvaratskhelia, liberato da Mario Rui, crossa in area, Osimhen stoppa col petto in mezzo a Ibanez e Spinazzola e, dopo un controllo di coscia, scarica un missile sotto la traversa per l'1-0 azzurro. Nel recupero del primo tempo la Roma va vicina al gol: dopo un recupero alto di Dybala, Pellegrini scarica per Spinazzola ma sul tiro dell'esterno giallorosso c'è la risposta di Meret in angolo. All'intervallo Mourinho cambia proprio il terzino della Nazionale e si gioca la carta El Shaarawy. Doppia occasione per la Roma al 62'. Prima su calcio d'angolo, con Cristante che di testa sul primo palo chiama il miracolo di Meret. Poi, nella stessa azione, Ibanez calcia a botta sicura ma Di Lorenzo si immola. Sul ribaltamento di fronte il Napoli arriva al tiro in ripartenza tre contro due: Lozano è egoista e calcia dal limite, Rui Patricio alza in corner. Al 73' Abraham si ferma per infortunio muscolare e scatta il turno di Belotti. E due minuti dopo arriva il pareggio con la firma di El Shaarawy: Zalewski crossa dal lato opposto, l'esterno italoegiziano scappa a Lozano e mette in rete in caduta. Anche Spalletti però indovina il cambio. Ed è Simeone a regalare i tre punti all'86': stop a seguire in area e conclusione col mancino all'incrocio. E il Napoli vola sempre più in vetta alla classifica.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Lazio-Fiorentina 1-1, Gonzalez risponde a Casale
    by Redazione on 29 Gennaio 2023 at 18:11

    ROMA (ITALPRESS) - La Lazio non va oltre l'1-1 contro la Fiorentina nella 20esima giornata di Serie A, allo stadio Olimpico. Al gol di Casale, arrivato all'inizio del primo tempo, risponde la Viola con la rete di Nico Gonzalez, in apertura di ripresa. Eppure i biancocelesti sembravano avere tutta l'intenzione di sfruttare al meglio la chance di scalare la classifica. Come era successo già con il Milan, la squadra di Sarri riesce a sbloccare il risultato proprio in avvio. All'8' minuto, dal calcio d'angolo battuto da Luis Alberto, Casale ruba il tempo e insacca l'1-0 alle spalle di Terracciano. I viola incassano il colpo ma reagiscono, alzando minuto dopo minuto il proprio baricentro di gioco. Vanno alla ricerca del pareggio: ci provano con il tiro di Nico Gonzalez, fuori di poco. Buon momento per gli uomini di Italiano, alla mezzora è salvifica la parata di Provedel sulla conclusione di Jovic, respinta in corner sopra la traversa.Anche se le incursioni in avanti della Lazio fanno sempre paura - Pedro e Felipe Anderson sprecano due buone occasioni - per produzione di gioco la Fiorentina dimostra di meritare il pareggio. Gli sforzi toscani vengono ripagati all'inizio del secondo tempo. Al 49' Bonaventura fraseggia con Gonzalez, che lascia partire il bolide potente dell'1-1, sul quale nulla può Provedel. La Fiorentina si gasa ed è ancora pericolosa con l'autore del gol. La Lazio non ci sta e cerca di tornare avanti, sfiorando il 2-1 con Felipe Anderson. Il portiere biancoceleste poi salva di nuovo la porta dei suoi parando su Jovic. Il rientro in campo di Immobile dopo l'infortunio sveglia i padroni di casa con un paio di chance ma non basta per arginare la Viola, vicina al gol vittoria sino alla fine con la traversa colpita da Milenkovic. Con questo pareggio la squadra di Sarri sale a 38 punti, a pari merito con Milan e Atalanta, mentre la Fiorentina va a quota 24.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Impresa del Monza allo Stadium: Juve battuta 2-0
    by Redazione on 29 Gennaio 2023 at 15:06

    TORINO (ITALPRESS) - Monza bestia nera della Juventus in questo campionato. Dopo aver vinto nella gara di andata per 1-0 all'U-Power Stadium, la squadra di Raffaele Palladino è riuscita nell'impresa di espugnare l'Allianz Stadium di Torino superando i i bianconeri per 2-0 nella 20esima giornata di Serie A, vendicando così anche la sconfitta di dieci giorni fa in Coppa Italia. Buio pesto in casa Juve, che dopo la notizia della penalizzazione di 15 punti doveva provare a rilanciarsi nella corsa all'Europa e invece è riuscita a conquistare appena un punto in due gare casalinghe uscendo dal campo tra i fischi. Al 18' del primo tempo, Monza in vantaggio. Dopo che la rete annullata qualche minuto prima a Caprari per fuorigioco, è stato Ciurria a sbloccare la gara: filtrante dalla trequarti di Machin per l'esterno biancorosso che in area è sfuggito alla marcatura di Kostic e ha infilato Szczesny sul primo palo mettendo la palla sotto la traversa. Da una palla persa a centrocampo da Di Maria è arrivato al 39' il raddoppio del Monza: protagonista in primis Carlos Augusto, che ha conquistato palla rubandola all'asso argentino campione del Mondo e si è involato verso il limite dell'area dove, una volta arrivato, ha servito Dany Mota, bravo poi a presentarsi a tu per tu con Szczesny, a saltarlo e a depositare nella porta ormai sguarnita. Dopo un primo tempo in cui raramente la Juve si era fatta vedere dalle parti del portiere De Gregorio, Allegri ha provato a cambiare, prima scegliendo il 4-4-2 e poi giocandosi il tutto per tutto con il 3-4-3 finale. Scelte tattiche che hanno permesso alla squadra di casa di creare qualche pericolo in più alla porta avversaria ma hanno anche esaltato le doti del portiere Di Gregorio, anche lui protagonista di questo storico successo: su tutte la parata sulla conclusione a giro che Di Maria alla mezz'ora ha provato col mancino da fuori area.- foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).

  • Anarchici, Palazzo Chigi “Lo Stato non scende a patti con chi minaccia”
    by Redazione on 29 Gennaio 2023 at 14:31

    ROMA (ITALPRESS) - "Gli attentati compiuti contro la nostra diplomazia ad Atene, Barcellona e Berlino, come pure quello di Torino, le violenze di piazza a Roma e Trento, i proiettili indirizzati al direttore del Tirreno e al procuratore generale Francesco Saluzzo, la molotov contro un commissariato di Polizia: azioni del genere non intimidiranno le istituzioni. Tanto meno se l'obiettivo è quello di far allentare il regime detentivo più duro per i responsabili di atti terroristici. Lo Stato non scende a patti con chi minaccia". E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Meloni “Spread in 100 giorni da 236 a 175, l’Italia ce la farà”
    by Redazione on 29 Gennaio 2023 at 13:36

    ROMA (ITALPRESS) - "Lo spread negli ultimi anni è stato considerato il grande metro di giudizio per valutare lo stato dell'economia italiana. Se restiamo a questo parametro, negli ultimi cento giorni è sceso da 236 a 175 punti base". Lo dice il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, nella sua rubrica social "Gli appunti di Giorgia"."La Borsa Italiana ha registrato un aumento del 20%, la Banca d'Italia stima che nel secondo semestre 2023 l'economia italiana sarà in netta ripresa e che quella ripresa si stabilizzerà nel 2024 e nel 2025 e che l'inflazione tornerà a livelli accettabili. La realtà che abbiamo di fronte, soprattutto se sappiamo lavorare bene, è una realtà per la quale possiamo avere un pò di ottimismo. Il governo ce la sta mettendo tutta e continuerà a farlo, con piccole iniziative necessarie e grandi scenari fondamentali, lavorando su entrambi i livelli con determinazione e dedizione. Io sono ottimista, questa nazione ce la farà".- foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).