Mazara, donazioni per i pazienti dei reparti di Ginecologia e di Pediatria – Nido – Neonatologia

Mazara, donazioni per i pazienti dei reparti di Ginecologia e di Pediatria – Nido – Neonatologia

Domani alle ore 10.30 la consegna in ospedale

Domani, martedì 7 dicembre alle ore 10.30, nel clima gioioso dell’avvento, tempo di preparazione interiore e spirituale al mistero del Natale di Gesù, ed alla vigilia della solennità dell’Immacolata, in cui i cristiani contemplano la bellezza di Madonna resa, dallo Spirito Santo, Madre di Gesù e dell’umanità, l’ospedale di Mazara sarà impreziosito, ancora una volta, di numerose donazioni da parte di tante associazioni e cittadini privati che serviranno, in maniera particolare, per i pazienti dei reparti di Ginecologia e di Pediatria – Nido – Neonatologia. Nella prima iniziativa, che è stata coordinata dal dott. Pietro Musso, primario del reparto di Ginecologia, la famiglia del compianto dott. Bartolo Parrinello, nel primo anniversario dalla sua scomparsa a motivo dell’infezione da Covid-19, ha voluto donare al reparto di Ginecologia dell’ospedale di Mazara tutte le attrezzature dello studio privato dello stimato e apprezzato ginecologo dove, per tanti anni, ha esercitato la sua professione. Saranno presenti all’evento la moglie e i figli che in questo anno sono stati confortati da don Antonino Favata. E sarà proprio lui a celebrare domani sera nella chiesa di Santa Caterina alle ore 19.00 la Messa nel primo anniversario dalla scomparsa del dott. Parrinello (7 dicembre 2020). Tutte le altre iniziative, invece, sono state promosse, coordinate e realizzate, durante tutto l’anno, attraverso il coinvolgimento di diversi donatori da parte del cappellano dell’ospedale, don Antonino Favata.

1. A seguito dell’apertura del reparto di Pediatria a Mazara si è reso necessario munirlo di una ludoteca, una sala giochi, per i piccoli pazienti ricoverati: l’associazione “Maria Ss. del Paradiso” e la famiglia Fullone hanno accolto l’invito di don Antonino e l’hanno realizzata in memoria di P. Giuseppe Fullone s.d.P., già parroco del santuario della Madonna del Paradiso, recentemente scomparso.

2. Per supportare invece qualche nascituro che, subito dopo il parto, potrebbe avere qualche difficoltà respiratoria dovuta all’ambientazione, il reparto di Pediatria – Nido – Neonatologia sarà munito di un sistema di umidificazione con ossigenoterapia ad alti flussi, lo cpap neonatale. Tale macchinario è stato donato col contributo del Rotary Club Salemi, del Rotary Club Mazara del Vallo, del Gruppo CARO Srl di Campobello di Mazara e da altri benefattori (la somma di questi ultimi – € 500,00 – è la rimanenza della campagna di solidarietà promossa da don Antonino all’inizio dell’anno con l’acquisto del bilirubinometro per il Nido dell’ospedale).

3. Il Rotary Club Mazara del Vallo, attraverso il suo presidente dott. Enzo Modica e i soci, omaggiano la Cappella dell’ospedale, come ha fatto già all’inizio dell’anno, di biancheria di prima necessità per i pazienti ricoverati bisognosi, sia per adulti che per neonati, che all’occorrenza sarà fatta pervenire dal cappellano agli interessati.

4. Solidarietà e generosità sono alla base della donazione che sarà effettuata anche dal Lions Club di Mazara del Vallo, attraverso il suo presidente dott. Francesco La Varvera e i soci, al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale, dopo quella dell’inizio dell’anno: si tratta di borsoni destinati alle neomamme in difficoltà con tutto il necessario per i primi giorni di vita del neonato.

5. Anche il dott. Carlo Zambuto e Debora Ferro hanno voluto fare la loro piccola parte: stanno preparando, in occasione delle prossime festività natalizie, dei pacchi-regalo da donare ai bambini di famiglie bisognose assistite dal cappellano dell’ospedale e dai volontari del VOM.

6. Un sentito ringraziamento va anche al Sindaco, all’amministrazione comunale e al presidente del Consiglio, che, come ogni anno, hanno voluto omaggiare il nostro ospedale dell’albero di Natale: grazie anche ai tanti amici della Cappella “Gesù confido in te” che hanno addobbato l’albero e preparato il Presepe.

La generosità di ognuno, come il piccolo tassello di un puzzle, rende più bella la vita di tante persone attraverso gesti concreti di solidarietà: “Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia” (2Cor 9,7) ci ricorda l’apostolo Paolo. E la Santa di Calcutta, madre Teresa, aggiunge: “Non cercate cose grandi, fate soltanto cose piccole con grande amore, gioiosamente”.

comunicato stampa