Mazara, i panificatori sollecitano la chiusura domenicale e nei festivi

Mazara, i panificatori sollecitano la chiusura domenicale e nei festivi

Sollecitata un’ordinanza del sindaco Quinci

Nella mattina dello scorso 8 giugno, presso la Sala Giunta di Palazzo dei Carmelitani si è tenuta una riunione fra il Sindaco del Comune di Mazara del Vallo, Dott. Salvatore Quinci, il Presidente dell’Associazione Panificatori della Provincia di Trapani “I Fornarini” e Dirigente Asso-Artigianato Mazara del Vallo, Francesco Alagna, il Segretario Provinciale di Trapani CIFA, Dott. Gaspare Ingargiola, e il Dirigente Sindacale Provinciale CIFA Area Legale Amministrativa e Civile, Avv. Filippo Inzirillo.

In quella prestigiosa sede il Presidente dell’Ass. “I Fornarini”, accompagnato dal suo Vice Giuseppe Norrito, ha presentato al Primo cittadino di Mazara del Vallo la proposta, sottoscritta da più di 30 panificatori mazaresi associati (su 41 complessivi) di chiusura di tutte le attività di panificazione nelle giornate festive, ed in particolare la domenica. Ecco le motivazioni della proposta:

“La proposta, in linea con le dichiarazioni del Santo padre, Papa Francesco, circa la necessità di un ritorno al valore della famiglia, nasce dalla consapevolezza che gran parte di tale esercizi siano delle vere e proprie imprese familiari. La recente emergenza covid-19 ha fatto maturare nella nostra Comunità l’importanza del tempo da dedicare alle famiglie

La domenica chiusa non arreca alcun danno economico alla nostre attività, anzi abbiamo avuto modo di scoprire in queste settimane di chiusura totale quale siano stati i vantaggi economici delle festività senza l’attività aperta.

La mancata vendita nelle festività vengono abbondantemente ricompensate dai maggiori incassi registrati nel prefestivo e nella giornata immediatamente successive.

Ma non solo. La chiusura nei festivi porta un profitto maggiore dato dall’abbattimento dei costi del personale ma anche riduzione del costo delle utenze. Solo per fare un esempio, il lavoro domenicale prevede il costo orario di € 11,59 all’ora, ossia il 75% in più rispetto alla paga oraria riconosciuta ad un apprendista lavoratore addetto alla vendita del pane, oltre ai maggior oneri previdenziali, assicurativi e fiscali.

La chiusura nei giorni festivi non comporterà alcuna perdita di posti di lavoro, ma anzi avremo lavoratori che continueranno a guadagnare come prima e renderanno molto di più perché riscopriranno il diritto al riposo ed al piacere di stare in famiglia.

Del resto, la storia recente ha dimostrato come l’apertura continua di tutte le attività commerciali non abbia portato ad un aumento nel numero di dipendenti occupati, ma solamente un maggiore loro sfruttamento e la riduzione dei loro diritti.

Non per ultimo, con la chiusura nei giorni festivi, si dà la possibilità a tutti i panificatori di dedicare quella giornata ad una più accurata sanificazione dei locali.

L’auspicio è che in tale iniziativa di chiusura nei festivi possano essere coinvolti anche i supermercati e gli esercizi di vicinato alimentare come del resto hanno disposto altri Sindaci in Sicilia e non solo, ma si segnala da subito che qualora la chiusura nei festivi venga disposto unicamente per la nostra categoria, l’apertura domenicale dei Supermercati e della grande distribuzione non porterebbe alcun danno ai panificatori. Infatti, la grande distribuzione nei festivi distribuisce il pane comprato nei giorni prefestivi e altri forniscono pane congelato e cucinato al momento della vendita e tali realtà non arrecano alcun pregiudizio al nostro settore.

L’intenzione della nostra Associazione “I Fornarini” si basa sulla ricerca di un sano equilibrio tra la vita privata ed il lavoro; lavoro inteso come impegno per utilità sociale affinché ci sia una crescita di un territorio sano fuori da pregiudizi etico morali e o religiosi.  Per quanto sopra, richiediamo l’emissione di una Ordinanza a Sua firma che disponga la chiusura degli esercizi commerciali ed artigianali della panificazione siti nel territorio comunale nei giorni domenicali e festivi”.

Nel corso della stessa riunione il Sindaco Salvatore Quinci si è detto ben disponibile a valutare la proposta dimostrandosi fiducioso per la firma dell’ordinanza per la chiusura domenicale e festivi. Anche in altri comuni viciniori, anche loro a vocazione turistica, i panificatori avrebbero espresso  uguale volontà, per non parlare di alcuni Comuni siciliani ove già emessa un’ordinanza per la chiusura domenicale degli esercizi alimentari. Un’iniziativa comune contro la totale liberalizzazione delle aperture domenicali e festive è prevista proprio oggi dai sindacati Filcams Cgil Sicilia, Fisascat Cisl Sicilia e Uiltucs Sicilia.           

Pertanto ad oggi la quasi totalità dei panificatori mazaresi rimane in attesa di un’ordinanza che certamente darebbe dignità all’intera categoria e soprattutto alle famiglie impegnate nella stessa attività.

“La proposta rappresenta la volontà di oltre 30 panificatori di Mazara del Vallo che richiedono a gran voce il diritto a vivere le festività in famiglia. L’ordinanza di chiusura domenicale e festiva dei panificatori –ha sottolineato il Presidente dell’Associazione “I Fornarini, Francesco Alagna-  sarebbe una vittoria della democrazia e anche per le nostre famiglie. Pensiamo anche a quei bambini, figli di panettieri, che vedono i loro genitori costretti a lavorare 7 giorni su 7 per portare avanti le loro attività per sfamare le loro famiglie privandoli di vivere una vita normale, di andare al mare almeno la domenica o, semplicemente, di stare a tavola a pranzo tutti insieme. Spero che l’Amministrazione comunale si prenda concretamente carico di questa nostra richiesta e si dimostri sensibile alle nostre necessità di vivere il tempo della famiglia oltre che del lavoro”.

Comunicato stampa

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Calenda “Renzi mi ha proposto come leader, grazie per la generosità”
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 17:51

    ROMA (ITALPRESS) - "Renzi mi ha proposto di fare il leader della coalizione. Ringrazio Renzi per la sua generosità. E ora corriamo insieme con un'agenda che è la prosecuzione dell'agenda Draghi e speriamo sia, il terzo polo, la novità vera di queste elezioni. Domani presenteremo il programma...". Lo ha detto, in collegamento con Zona Bianca su Rete4, il leader di Azione Carlo Calenda. "Mai alleato con Renzi? Lo dissi in passato. Molto banalmente, all'epoca, Renzi ha fatto il Governo con l'M5S, io ho un'avversione molto forte per i cinque stelle, non li ho mai voluti vicino. Tra di noi c'è stata una divisione molto netta su questo...". "Mandare a casa l'uomo più illustre che c'è in Italia è stato un errore clamoroso...". Per Calenda: "La prima cosa che c'è da fare è chiudere a chiave dentro Palazzo Chigi Mario Draghi...". E su Letta ha aggiunto: "Letta ha costruito una coalizione eterogenea che dice tutto e il contrario di tutto. È una coalizione che tra l'altro ha una classe dirigente - penso a Luigi Di Maio, Manlio Di Stefano - che io considero la peggior classe dirigente che ha governato l'Italia...". (ITALPRESS). - credit photo agenziafotogramma.it -

  • Conte, “Renzi-Calenda come ‘Una poltrona per 2’, vediamo quanto dura”
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 16:31

    ROMA (ITALPRESS) - L'accordo tra Renzi e Calenda? "Mi verrebbe da commentare con il titolo di quel famoso film 'Una poltrona per duè. Vediamo quanto durerà e se riusciranno ad andare d'accordo almeno in campagna elettorale". Lo ha detto il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, a "Controcorrente" su Rete4. "Girano dei video in cui, qualche giorno fa, Calenda dichiarava che gli faceva orrore far politica e governare con chi ha cercato di sponsorizzare il rinascimento saudita: oggi invece li vediamo affianco", sottolinea.(ITALPRESS).Photo credits: www.agenziafotogramma.it

  • Letta, “Il nostro obiettivo è essere prima lista del Paese”
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 16:01

    ROMA (ITALPRESS) - "Il nostro obiettivo è essere la prima lista del Paese. Questa destra la possiamo battere solo noi". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, intervenuto al comitato dei volontari alla presentazione del simbolo elettorale. "Insieme siamo in grado di arrivare a essere, il 25 settembre, la prima lista del Paese".(ITALPRESS).Photo credits: Ufficio stampa Pd

  • Dai leader del centrodestra via libera al programma elettorale
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 15:41

    ROMA (ITALPRESS) - "I leader dei partiti che compongono il centrodestra hanno condiviso e dato il via libera al programma di governo che la coalizione realizzerà dopo le elezioni del 25 settembre quando, finalmente, l'Italia potrà avere un governo coeso e capace di dare al Paese delle risposte concrete. Un programma che si articola in 15 punti, serio e realizzabile, incentrato sulla tutela dell'interesse nazionale e della Patria, sulla crescita economica e sulla difesa del potere d'acquisto delle famiglie". E' quanto si legge in una nota congiunta dei leader dei partiti del centrodestra."Nel documento, elaborato nelle scorse settimane da un tavolo tecnico composto dai delegati di tutte le forze del centrodestra, vengono ribaditi i nostri valori e la nostra collocazione in Europa, nell'Alleanza Atlantica e in Occidente, la necessità di una profonda riforma fiscale con la Flat Tax, del superamento della legge Fornero con Quota 41, dei Decreti sicurezza, dell'autonomia regionale e del presidenzialismo e di tutti gli altri elementi che sono indispensabili per affrontare i problemi dell'Italia e dare finalmente il via a un rilancio che non può più essere rinviato - prosegue la nota -. Il centrodestra sottolinea anche i temi delle infrastrutture strategiche, delle riforme come quelle della giustizia e della pubblica amministrazione, passando, ovviamente per la necessità di tagliare il carico fiscale a famiglie e imprese".- foto ufficio stampa Fdi -(ITALPRESS).

  • Italia d’argento nella staffetta 4×200 agli Europei di nuoto
    by Redazione on 11 Agosto 2022 at 15:36

    ROMA (ITALPRESS) - L'Italia conquista la medaglia d'argento nella finale della 4x200 uomini agli Europei di nuoto in corso a Roma, al Foro Italico. Marco De Tullio, Lorenzo Galossi, Gabriele Detti e Stefano Di Cola chiudono in 7'06"25 e rimontano nelle ultime due frazioni sino al secondo posto, assestandosi alle spalle dell'Ungheria (oro in 7'05"38) e davanti alla Francia (bronzo). "Una bella staffetta, ci siamo divertiti. Con un Milak così credo si potesse fare poco, Stefano (Di Cola) ha fatto una grande cosa nell'ultima, Marco (De Tullio) ha aperto bene, e Galossi ha coperto", ha dichiarato Detti. "L'ultima gara della stagione si fa sentire ma ho iniziato bene e siamo contenti", ha aggiunto De Tullio ai microfoni della Rai. "Sono molto emozionato - ha ammesso Galossi - so che sarebbe potuta andare meglio ma ho dato tutto la mattina. E' andata bene, non ci credevamo quasi più, quindi bravi tutti". "Una gara bellissima - ha chiuso Di Cola - alla virata del 100 ho sentito anche il pubblico. La finale di Budapest è un ricordo recente e ci siamo riscattati. Siamo giovani e un bel gruppo, continuiamo così". - foto LivePhotoSport - (ITALPRESS).