Mazara, il consiglio ha approvato la proroga del consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo

Mazara, il consiglio ha approvato la proroga del consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo

Il conseso civico mazarese in aula oggi per l’esame di cinque punti all’ordine del giorno

E’ tornato a riunirsi questa mattina, presso l’aula 31 marzo 1946, il consiglio comunale di Mazara, convocato dal presidente  Vito Gancitano in seduta ordinaria per l’esame di cinque punti all’ordine del giorno.  In apertura di lavori, il consesso civico mazarese ha dedicato ampio spazio alle comunicazioni e interrogazioni che hanno toccato vari argomenti. Il consiglio ha poi aperto il punto riguardante la proroga per altri 20 anni del consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo. Su questo tema, si sono registrati gli interventi di alcuni consiglieri comunali. In aula ha preso la parola anche l’assessore al ramo, Caterina Agate, che ha fornito alcuni chiarimenti sulla questione. L’atto è stato poi messo in votazione e approvato con 16 voti favorevoli e i cinque voti contrari dei consiglieri Randazzo, Quinci, Billardello, Colicchia e Zizzo. Il consesso civico mazarese ha poi aperto il punto sul regolamento per l’applicazione dell’Imu. L’atto è stato illustrato dall’assessore al ramo Agate. Si tratta di alcune modifiche dovute a opportunità normative che consentiranno ai cittadini di usufruire di alcuni sgravi. Come nel caso di anziani e disabili ricoverati in strutture dedicate che potranno usufruire di esenzioni, o come nel caso della riduzione del 50% dell’aliquota in caso di cessione dell’immobile in comodato d’uso gratuito a un parente. Un regolamento che Agate ha definito “soddisfacente”. In più, l’assessore ha preannunciato che le aliquote Imu, su input del sindaco Salvatore Quinci, verranno ridotte dello 0,50 per mille con determina del primo cittadino successiva al regolamento. Sull’atto si è aperta una la discussione, anche con la presentazione di alcuni emendamenti.(riproduzione riservata)