Mazara, il M5s e la Lega chiedono la riduzione o azzeramento dell’Imu agricola

Mazara, il M5s e la Lega chiedono la riduzione o azzeramento dell’Imu agricola

Depositata una mozione a firma dei consiglieri comunali Coronetta, Pipitone, Randazzo e Quinci

Ridurre o azzerare l’Imu agricola a Mazara del Vallo. Lo chiedono i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Antonella Coronetta e Maurizio Pipitone, e della Lega, Giorgio Randazzo e Ilenia Quinci, che hanno presentato una mozione.

Ecco di seguito il testo:

Al Presidente del Consiglio comunale; al Sindaco della città di Mazara del Vallo; all’Assessore comunale competente per delega; al Dirigente del settore competente.

Con la presente mozione,

i consiglieri comunali Maurizio Pipitone, Antonella Coronetta, Ilenia Quinci,Giorgio Randazzo.

in virtù dell’articolo 25 del Regolamento sui lavori consiliari,

PREMESSO con la legge di bilancio 2020 è stata introdotta la nuova IMU che graverà ora esclusivamente sui proprietari degli immobili e non più in quota parte (per quanto concerneva la Tasi), anche sugli inquilini o affittuari;

CONSIDERATO che ai comuni (cui viene data ampia facoltà di regolamentare l’imposta), entro il 30 giugno dovranno approvare le aliquote e i regolamenti senza i quali si dovranno altrimenti applicare le aliquote base previste dalla nuova normativa;

CONSIDERATO che la nuova IMU si applicherà anche sui fabbricati rurali strumentali (finora esenti), per i quali però l’aliquota massima non potrà essere maggiore all’1 per mille, parimenti di quanto avveniva con la Tasi per gli stessi immobili;

VISTO che è data facoltà ai comuni di diminuire o azzerare l’aliquota riducendo l’imposizione sui fabbricati strumentali alle attività agricole;

IMPEGNANO L’AMMINISTRAZIONE

a prendere in considerazione la possibilità di porre al minimo o azzerare l’aliquota IMU riducendo l’imposizione sui fabbricati strumentali alle attività agricole;

a predisporre i regolamenti con i quali saranno applicate le eventuali aliquote riguardanti l’IMU agricola;

L’auspicio è, altresì, che i Consiglieri comunali tutti vogliano manifestare il loro assenso votando favorevolmente la proposta in oggetto.