Mazara, incendio in un deposito comunale

Mazara, incendio in un deposito comunale

Sull’episodio indaga il locale comando di polizia municipale

Un incendio di probabile natura dolosa è divampato ieri in uno dei locali comunali di via Alpi nel complesso “Giardino dell’Emiro” di contrada Miragliano: locale che il Comune ha adibito da anni a deposito documenti.

Le fiamme non hanno provocato danni alla struttura, ma hanno causato l’annerimento di parte dei muri, il danneggiamento di una porta e parte di una parete. Hanno inoltre distrutto parte della documentazione depositata che – chiarisce il Comune – non comprende documenti di carattere tecnico-edilizio, che invece sono regolarmente archiviati nell’archivio dei locali ex Tribunale di via Toniolo. La documentazione parzialmente distrutta dalle fiamme nei locali di via Alpi risale a molti anni fa. E’ in fase di approfondimento l’esame della stessa documentazione che non è stata totalmente distrutta ma solo parzialmente.

L’allarme è scattato intorno alle ore 20 di ieri. Avvertito dell’incendio, il sindaco Salvatore Quinci si è recato sul posto dove erano nel frattempo intervenuti il personale comunale di reperibilità, la Polizia Municipale ed i Vigili del Fuoco, che hanno domato le fiamme nel giro di mezz’ora: fiamme che si sono mantenute solo all’interno dei locali anche se visibili dall’esterno.  

Dai primi rilievi sembrerebbe confermata l’ipotesi dolosa anche se si è in attesa della conclusione dei rilievi per la conferma. Nella porta d’ingresso infatti vi sono segni di effrazione. Le indagini sono coordinate dalla Polizia Municipale quale organo di Polizia Giudiziaria.

Il sindaco Salvatore Quinci esprime “amarezza per l’ennesimo atto ostile che danneggia beni di proprietà comunale. Un atto – dice il sindaco – sul quale va fatta piena luce unitamente ai recenti episodi quali ad esempio il furto di un’auto e carburante all’autoparco, o ulteriori danneggiamenti a mezzi e beni comunali”.

Il dirigente del settore tecnico, arch. Marurizio Falzone, sta già programmando il ripristino dei locali che richiederà interventi di tinteggiatura e sistemazione della porta e della parete dei locali danneggiati dall’incendio.

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Marmolada, trovati altri resti e attrezzatura tecnica
    by Redazione on 7 Luglio 2022 at 06:21

    VENEZIA (ITALPRESS) - Con le luci del giorno sono ricominciate le operazioni di ricerca dei dispersi sulla Marmolada. Una squadra altamente specializzata, anche con i cani molecolari, è al lavoro per cercare tracce non ancora individuate da droni ed elicotteri. Un'operazione rischiosa, dal momento che una parte di ghiaccio minaccia di cadere nel pendio.Ma la pioggia caduta nella notte ha ripulito la zona del crollo dalla polvere e questo facilita la ricerca. I 14 operatori con i 2 cani della guardia di finanza specializzati sono rientrati a Canazei al termine delle operazioni di ricerca via terra nell'area interessata dal distacco del ghiacciaio della Marmolada, a valle della colata, come rende noto la Provincia Autonoma di Trento. Nel corso delle ricerche ci sono stati dei ritrovamenti organici e di materiale tecnico. Il tutto è stato recuperato, trasportato a valle e consegnato per le analisi.Coinvolti nelle operazioni via terra il Soccorso Alpino e Speleologico Trentino, il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza con due unità cinofile, il Centro Addestramento Alpino di Moena della Polizia di Stato, i Vigili del Fuoco permanenti di Trento e il Soccorso Alpino dell'Arma dei Carabinieri.In queste ore sono salite a 9 le vittime accertate del disastro. Finora sono stati riconosciuti dai famigliari i veneti Flippo Bari, Tommaso Carollo e Paolo Dani e la trentina Liliana Bertoldi. - foto ufficio stampa Provincia Autonoma di Trento -(ITALPRESS).

  • Governo, Orlando “Il rischio di incidente è oggettivo”
    by Redazione on 7 Luglio 2022 at 04:46

    ROMA (ITALPRESS) - "Anche se nessuno avesse intenzione di rompere, il rischio che la corda si spezzi è nell'ordine delle cose possibili. La storia ce lo dice: anche non volendo, ad un certo punto le cose possono precipitare. E quindi oggettivamente il rischio dell'incidente esiste, come potevamo prevedere con l'approssimarsi delle elezioni. Da questo punto di vista la gestione politica diventa più complicata e va rafforzata". Lo afferma in un'intervista al quotidiano La Stampa il ministro del Lavoro Andrea Orlando, in merito alla tenuta del Governo."Per quanto siano comprensibili le esigenze di parte o persino l'occhio ai sondaggi - aggiunge -, spero che nelle prossime settimane si tenga conto del vero interesse generale. Questo non significa affatto dover rinunciare al confronto e al conflitto politico anche duro, ma stiamo attenti a collegare questo confronto ai temi reali del Paese. Altrimenti si rischia non solo di mettere a repentaglio la stabilità, ma la credibilità stessa delle istituzioni. Voglio essere chiaro: si può correre il rischio di rompere su una grande questione sociale, ma farlo su questioni simboliche, questo allargherebbe ancora di più il solco tra eletti e opinione pubblica".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Siccità, Cingolani “Dal Pnrr 4,5 mld per il sistema idrico”
    by Redazione on 6 Luglio 2022 at 18:16

    ROMA (ITALPRESS) - "Nel Pnrr ci sono 4,5 miliardi che andranno utilizzati per potenziare le strutture per le acque reflue, per le opere di messa in sicurezza della rete di acquedotti che perdono il 40 per cento dell'acqua, per infrastrutture irrigue nel settore agricolo". Lo ha detto il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ospite di Tg2 Post.Cingolani ha parlato anche di nucleare: "Come ministro non esprimo giudizi. Però in Europa su 27 Stati membri circa la metà ha centrali nucleari. Poi in Italia decideranno i cittadini se e quando ci sarà una scelta da prendere".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Conte “Cambiare marcia, non abbiamo giurato fedeltà a Draghi”
    by Redazione on 6 Luglio 2022 at 17:11

    ROMA (ITALPRESS) - "Bisogna cambiare marcia, bisogna intervenire con una serie di interventi sociali contro i rincari dell'energia, l'inflazione e il lavoro povero. Noi non abbiamo giurato fedeltà a Draghi, abbiamo giurato fedeltà agli italiani e al Paese. Se non riusciamo a perseguire i nostri obiettivi per gli italiani viene meno la ragione di essere qui". Così il leader del MoVimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, intervenendo all'assemblea congiunta dei gruppi parlamentari dopo l'incontro con il presidente del Consiglio Mario Draghi."Se il governo e il premier Draghi che ha ascoltato con attenzione sceglierà di perseguire gli obiettivi della giustizia sociale, di perseguire la transizione ecologica senza arretramenti - ha aggiunto -, se capirà l'importanza di intervenire adesso per evitare che famiglie e imprese si ritrovino sul lastrico, noi ci saremo, altrimenti faremo le nostre scelte e ce ne assumeremo la responsabilità".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Nadal in semifinale a Wimbledon, affronterà Kyrgios
    by Redazione on 6 Luglio 2022 at 16:41

    LONDRA (INGHILTERRA) (ITALPRESS) - Rafa Nadal è approdato in semifinale al torneo di Wimbledon, terza prova stagionale del Grande Slam, in scena sui campi in erba dell'All England Club di Londra. Lo spagnolo, numero 2 del tabellone, ha battuto lo statunitense Taylor Fritz in quattro set con il punteggio di 3-6, 7-5, 3-6, 7-5, 7-6 (4) dopo 4h21' di gioco. Nadal si era fermato nel corso del secondo set per un problema fisico, poi aveva ripreso il match. Per un posto in finale, adesso l'iberico affronterà l'australiano Nick Kyrgios (numero 40 Atp), che nel suo match ha battuto in tre set il cileno Cristian Garin con il punteggio di 6-4, 6-3, 7-6 (5). Tra le donne, continua spedita la corsa di Simona Halep. La tennista rumena, numero 18 del mondo e 16 del seeding, ha battuto la statunitense Amanda Anisimova, testa di serie numero 20 del torneo, per 6-2 6-4 approdando in semifinale dove sfiderà Elena Rybakina, 17esima forza del tabellone, che ha sconfitto la australiana Ajla Tomljanovic con il punteggio di 4-6 6-2 6-3. - foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).