+++Mazara, prosecuzione indagini per 14 consiglieri comunali+++

+++Mazara, prosecuzione indagini per 14 consiglieri comunali+++

L’informativa sarebbe in corso di notifica ai diretti interessati da parte della Procura della Repubblica di Marsala

Una informativa di prosecuzione indagini sarebbe l’atto giudiziario che vedrebbe come destinatari 14 consiglieri comunali di Mazara del Vallo. L’informativa sarebbe in corso di notifica ai diretti interessati da parte della Procura della Repubblica di Marsala. La contestazione giudiziaria scaturirebbe dalla dichiarazione che ogni consigliere eletto ha sottoscritto all’atto dell’insediamento in aula consiliare. Un documento quest’ultimo con il quale ha dichiarato di non avere debiti certi ed esigibili con il Comune.
Sulla vicenda però venne sollevato un vero e proprio caso dal consigliere della Lega Giorgio Randazzo sulla morosità in materia di tributi comunali da parte di vari consiglieri comunali e anche da parte del sindaco Salvatore Quinci e 3 assessori.
Scattava quindi l’indagine della Procura della Repubblica di Marsala che ora registra la notifica di prosecuzione indagini a 14 consiglieri da parte del P. M. dott.ssa Marina Filingeri.
Allo stato attuale L’informativa non riguarderebbe il sindaco Quinci ed i 3 assessori a suo tempo indicati nella vicenda. L’accusa ruoterebbe attorno all”art. 483 del C. P ed al DPR 445/2000.
In pratica falsità ideologica in atto pubblico. Questi i 14 consiglieri comunali destinatari della informativa:

  1. Vito Gancitano
  2. Gioacchino Emmola
  3. Giuseppe Palermo
  4. Francesca Maria Calcara
  5. Antonella Coronetta
  6. Arianna D’Alfio
  7. Ignazio Maurizio Pipitone
  8. Bonanno Giuseppe
  9. Il Antonio Colicchia
  10. Matteo Bommarito
  11. Antonino Zizzo
  12. Girolamo Billardello
  13. Cesare Gilante
  14. Massimo Giardina