Mazara, rientra il caso della presunta incompatibilità dei consiglieri Emmola e Pipitone, ma la Lega esprime perplessità

Mazara, rientra il caso della presunta incompatibilità dei consiglieri Emmola e Pipitone, ma la Lega esprime perplessità

Si è svolta ieri la seduta urgente del consiglio comunale

Rientra il caso della presunta incompatibilità dei consiglieri comunali di Mazara del Vallo Gioacchino Emmola e Maurizio Pipitone, anche se la Lega esprime perplessità sulla procedura seguita dagli uffici comunali. Durante la seduta urgente di ieri pomeriggio, infatti, il consiglio comunale ha votato la presa d’atto della relazione del Segretario Generale Antonella Marascia sulla presunta causa di incompatibilità dei due consiglieri per presunti debiti tributari locali e ha nel contempo dato atto che la presunta causa di incompatibilità è stata estinta per l’avvenuto pagamento degli stessi debiti tributari da parte degli stessi consiglieri. Alla votazione non hanno preso parte i due consiglieri leghisti Giorgio Randazzo e Ilenia Quinci, usciti dall’aula. Una vicenda che, comunque, potrebbe non essersi conclusa con il voto di ieri e che potrebbe ancora riservare ulteriori sviluppi.(riproduzione riservata)