Impianto di compostaggio a San Nicola, i consiglieri di maggioranza di Mazara esprimono il proprio dissenso

Impianto di compostaggio a San Nicola, i consiglieri di maggioranza di Mazara esprimono il proprio dissenso

Per i consiglieri firmatari della nota è indispensabile puntare su moderne tecnologie che guardino al pieno rispetto dell’ambiente


I Consiglieri Comunali di maggioranza, appartenenti ai Gruppi Partecipazione Politica, Siamo Mazara, X Mazara e Osservatorio Politico, dopo un’attenta analisi del progetto per la costruzione di un impianto di compostaggio con tecnologia aerobica nel territorio di Mazara del Vallo, esprimono il proprio dissenso alla realizzazione dell’opera.

Facendo proprio l’appello lanciato nel 2019 da Legambiente, Anci, Cgil, Cisl e Uil, Arci, Zero Waste e WWF al Presidente della Regione Sicilia dove si afferma che “gli impianti migliori, più moderni, efficienti ed economicamente convenienti, siano gli impianti di digestione anaerobica, che producono compost di qualità e biometano per l’autotrazione o l’immissione nella rete di distribuzione del gas, e che hanno un impatto trascurabile sull’ambiente e sul territorio”, si ritiene inadeguato alle reali esigenze del territorio un progetto obsoleto sul nascere e che potrebbe impattare particolarmente su chi abita nelle immediate vicinanze del sito indicato nella istanza depositata in Regione e pubblicata sull’albo pretorio del Comune di Mazara del Vallo.

Pertanto, coscienti della necessità di implementare lo smaltimento della frazione organica dei rifiuti urbani in tutta la Sicilia attraverso la realizzazione di nuovi impianti, crediamo che sia indispensabile puntare su moderne tecnologie che guardino al pieno rispetto dell’ambiente e che diano effetti positivi sui nostri territori attraverso una seria attenzione ai cittadini.

comunicato stampa