Reparto Covid all’Abele Ajello, contrario il Tribunale dei diritti del malato

Reparto Covid all’Abele Ajello, contrario il Tribunale dei diritti del malato

Diffusa una nota a firma di Natale Russo

Si registra la presa di posizione del Tribunale dei diritti del Malato sulla realizzazione di un reparto Covid all’ospedale Abele Ajello. Ecco di seguito la nota diffusa oggi.

I componenti del Tribunale dei diritti del malato (TdM) dell’Ospedale A.Ajello di Mazara avendo preso visione del documento pubblicato dall’assessorato alla salute della Regione Sicilia in data 11/09/2020 che destina l’Ospedale di Mazara ad Ospedale Covid per la provincia di Trapani con la disponibilità di 8 posti letto per le malattie infettive e 4/6 di terapia intensiva a firma dell’assessore Razza e del dirigente generale del DPS Ing.M.La Rocca che riteniamo abbia piena conoscenza della struttura ,degli ambienti e dell’organizzazione dell’Ospedale di Mazara
Rilevano
Che tale destinazione appare alquanto impropria perché i percorsi alternativi dei restanti reparti ospedalieri, a ns. parere. appaiano poco sicuri per una eventuale contaminazione da Covid.
Non riusciamo ad immaginare ,inoltre, come funzionerà il CUP per le prenotazioni
Sarà trasferito in altra sede?
Ci chiediamo ,pertanto, come mai Ospedali già collaudati con personale già formato
Strutture già abilitate e collaudate e con percorsi differenziati per ammalati Covid e normale utenza non siano stati riconsiderati?
Onestamente non vogliamo pensare che l’assessorato alla salute della Regione Sicilia abbia preso una decisione “ squisitamente” politica senza tener conto del fabbisogno dei cittadini.
Di sicuro i cittadini ammalati ,che come TdM dobbiamo tutelare ,saranno penalizzati nella loro ricerca di una offerta sanitaria pronta, celere e efficace
Il coordinatore del TdM
Natale Russo