Mazara, al via i cantieri di servizi

Mazara, al via i cantieri di servizi

Saranno impegnati 86 inoccupati

“I cantieri di servizio sono un’opportunità di ristoro economico per decine di nostri concittadini che in questo momento non hanno una situazione lavorativa stabile, ma costituiscono anche un’opportunità di migliorare le condizioni di pulizia, manutenzione e decoro della nostra Città. Guardiamo con fiducia a questo strumento e saremo vigili sull’operato e la riuscita dei cantieri”.

Lo ha detto il Sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci accogliendo al Palazzo di Città gli 86 partecipanti al progetti “Cantieri di Servizi”, che sono stati finanziati dall’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro con circa 230 mila euro.

 In particolare, per un periodo di tre mesi, sono attivati da oggi 5 cantieri:

–       Manutenzione ordinaria e pulizia edifici comunali (16 partecipanti);

–       Verde pubblico ville comunali e aree a verde (17 partecipanti);

–       Pulizia, diserbatura e manutenzione ordinaria strade (17 partecipanti);

–       Riparazione strade (18 strade); 

–       Pulizia, sistemazione cimitero comunale (18 partecipanti).

I partecipanti sono stati selezionati nei mesi scorsi a seguito di avviso pubblico, in base ai criteri della inoccupazione, reddito e nucleo familiare. Avranno un impegno mensile che oscilla tra le 50 e le 80 ore. L’importo dei contributi varia in base anche in base al carico familiare. Per un impegno massimo di 80 ore mensili il contributo varia dalle 450 euro mensili nel caso di unico componente alle circa 1000 euro mensili nel caso di nucleo familiare numeroso. 

I cantieri opereranno per tre mesi, dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 12. Ogni cantiere sarà coordinato da un caposquadra responsabile, dipendente comunale.

Gli atti sono stati coordinati dal dirigente Marascia e dal funzionario Barranca dell’assessorato alle Politiche Sociali, mentre il responsabile unico del procedimento è il geometra Mario D’Agati dell’Ufficio Tecnico comunale.

Comunicato stampa