Stangata Tari, Sìamo Mazara e Fratelli d’Italia all’attacco

Stangata Tari, Sìamo Mazara e Fratelli d’Italia all’attacco

Forti critiche verso l’amministrazione Quinci e l’assessore Mauro

Sulla stangata Tari 2021 a Mazara del Vallo si continua a discutere in città. Oggi è la volta del Movimento civico Sìamo Mazara e di Fratelli d’Italia. In entrambi i casi piovono critiche sull’amminisrrazione Quinci e in particolare sull’assessore al bilancio, Giacomo Mauro, che in questi giorni sta cercando di mettere una pezza all’ondata di malcontento cittadino esplosa dopo il recapito delle bollette. Per Mauro, in sostanza, non è colpa di questa amministrazione, non è stata una scelta politica etc. etc. Non la pensano così Sìamo Mazara e Fratelli d’Italia. Ecco di seguito la nota diffusa da Sìamo Mazara:

In questi giorni i nostri concittadini stanno ricevendo le bollette TARI 2021 aumentate fino al 70%, una vera e propria stangata, inaccettabile soprattutto per la crisi economica che stiamo vivendo e che rischia di ottenere l’effetto contrario a quello sperato: anche chi finora ha pagato potrebbe decidere di non farlo. Nel tentativo di rispondere ai cittadini indignati l’amministrazione ripete come un mantra che non è stata una scelta politica ma l’applicazione del nuovo metodo tariffario previsto dall’ARERA e che nulla di diverso la stessa avrebbe potuto fare. Noi di Sìamo Mazara non la pensiamo così e i nostri consiglieri comunali, Stefania Marascia e Gioacchino Emmola,  lo avevano detto nel corso della seduta di Consiglio del 31 marzo scorso. Il Decreto-legge n. 41/2021 Sostegni, al comma 5 stabilisce infatti che, solo per il 2021, i comuni debbano approvare entro il 30 giugno 2021 le tariffe e i regolamenti della TARI e della tariffa corrispettiva, sulla base del piano economico finanziario del servizio di gestione dei rifiuti. Tale termine di approvazione delle tariffe TARI è disgiunto da quello di approvazione del bilancio di previsione dei comuni, quindi si sarebbe potuto approvare il bilancio di previsione entro i termini procedendo ad effettuare le modifiche allo stesso con la prima delibera di variazione utile. Questo maggiore tempo a disposizione avrebbe permesso di spalmare la tariffa su quelle 1500 nuove utenze private e 500 nuove attività produttive che la stessa amministrazione ha annunciato di aver individuato ma che evidentemente non sono state considerate nella bollettazione della TARI 2021. Questo avrebbe permesso, inoltre, di tenere conto dei fondi stanziati dal DL Sostegni Bis per permettere ai Comuni di concedere riduzioni TARI alle attività economiche colpite dalla pandemia da Covid 19. Se c’era la necessità di anticipare la bollettazione lo si poteva fare procedendo con l’emissione in acconto, sulla scorta delle tariffe dell’anno precedente, in attesa dell’aggiornamento della banca dati. L’amministrazione ha scelto di procedere invece in tutta fretta, non ha voluto ascoltare e oggi sostiene che non c’erano alternative. In tutto questo, per fortuna, nel corso dell’anno e mezzo precedente la passata Giunta, grazie al lavoro svolto dall’ex Assessore Caterina Agate in sinergia con gli uffici preposti, era riuscita a ridurre drasticamente la spesa che in capo l’amministrazione Cristaldi era esplosa fino ad arrivare a oltre 13 milioni di euro; se non si fosse operato in tal modo probabilmente oggi gli aumenti arriverebbero anche al 100%.

Critico anche l’ex consigliere comunale Giampaolo Caruso (Fratelli d’Italia):

La bolletta sui rifiuti? Con questa amministrazione poteva solo aumenTARI…

Fa ridere un’amministrazione che aumenta la tassa sui rifiuti scaricando la colpa su chi non paga e, a che c’è, sull’amministrazione precedente, che non fa mai male… Ai tempi in cui ero capogruppo della maggioranza del Sindaco Cristaldi, affrontammo il problema della riscossione tributi con un atto di indirizzo che prevedeva l’esternalizzazione del servizio. Dall’altra parte della barricata c’era proprio l’attuale assessore al bilancio, a quel tempo consigliere del Pd, che si opponeva con vigore a questo atto e professava il potenziamento dell’ufficio tributi al punto da risolvere il problema della riscossione con modalità diverse e probabilmente considerate più efficaci. Prendiamo atto che la spinta propulsiva che il sindaco ha voluto innescare con nuovi assessori, come quello al bilancio, non ha prodotto nessun potenziamento dell’ufficio tributi, non ha prodotto nessuna soluzione se non quella dell’aumento sconsiderato della bolletta… Ai nostri tempi avevamo ridotto la bolletta e iniziammo un’inversione di tendenza a cominciare dall’avere scoperto tante posizioni fantasma, oltre che al recupero dei tributi tra evasi e mai registrati… Ps: l’aumento della TARI avviene solo se aumentano i costi come quelli, per esempio, dell’intermediazione per lo smaltimento della frazione umida… Mentre la riscossione è proprio quella che i costi li fa abbassare… di certo non è la mancata riscossione a fare aumentare la bolletta!! Questa amministrazione brancola nel buio, ma quando deve tartassare i cittadini ci vede benissimo!!

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Parma-Bari 2-2, gol e spettacolo nell’opening day di Serie B
    by Redazione on 12 Agosto 2022 at 18:56

    PARMA (ITALPRESS) - Pari, gol e spettacolo tutto nel primo tempo nell'opening day di Serie B tra Parma e Bari che impattano sul 2-2. La partita si sblocca già al 3': Man passa tra Maiello e Ricci e di sinistro trova l'angolino opposto, poi all'11' Antenucci pareggia al secondo tentativo su rigore, concesso per fallo di Estevez ai danni di Cheddira. Ed è l'attaccante italo-marocchino ad offrire a Folorunsho l'assist della prodezza da fuori area che vale il sorpasso al 35'. I crociati reagiscono e, dopo il palo di Vazquez, riequilibrano i conti allo scadere del primo tempo grazie alla punizione dal limite di Mihaila. Nella ripresa non accade praticamente più nulla per un punto a testa che fa sicuramente più contenti gli ospiti neopromossi.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Renzi “Non avrei firmato accordo con Pd come Calenda”
    by Redazione on 12 Agosto 2022 at 16:56

    ROMA (ITALPRESS) - "Non avrei firmato l'accordo con il Pd come ha fatto Calenda, ma il fatto che lui abbia detto sono state cambiate le carte in tavola rende chiaro il percorso che c'è stato". Così Matteo Renzi, leader di Italia Viva, a Controcorrente su Rete4. Parlando delle elezioni, secondo Renzi "a ottobre il premier lo farà o Giorgia Meloni o Mario Draghi". Quanto alla coalizione Iv-Azione, denominata Italia sul serio, "siamo l'unica novità di questi giorni - ha detto Renzi - Siamo l'unica coalizione dove tutti hanno sempre sostenuto Draghi. A destra la Meloni non l'ha fato e Salvini e Berlusconi poi l'hanno fatto cadere. Dall'altra parte c'è Sinistra italiana che gli ha votato numerose volte contro. Noi avremo un risultato nettamente superiore alle previsioni, lo capisco anche perchè tutti ci stanno attaccando".- Foto Agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Quadarella domina gli 800: terza vittoria di fila agli Europei
    by Redazione on 12 Agosto 2022 at 16:16

    ROMA (ITALPRESS) - Simona Quadarella conquista la medaglia d'oro negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in corso a Roma, al Foro Italico. L'azzurra lotta con la tedesca Isabel Marie Gose (seconda), poi mette la quinta e conquista il suo terzo metallo pregiato consecutivo in questa specialità ai campionati europei con il tempo di 8'20"54. Completa il podio la turca Merve Tuncel, mentre Martina Rita Caramignoli chiude al quinto posto. "E' stato molto emozionante - ha dichiarato la Quadarella - sono felice di aver vinto anche se speravo di fare qualcosa in meno per quanto riguarda il tempo. Ho avvertito molto gli ultimi 100 metri. E' il mio settimo oro europeo in vasca lunga, riconfermarsi è la cosa più difficile e più bella dello sport".Dall'ultima gara di giornata è arrivato infine un argento per la staffetta azzurra nella finale della 4x100 mista mista. La squadra formata da Ceccon, Martinenghi, Di Liddo e Di Pietro chiude in 3'43"61, solamente dietro a un'imprendibile Olanda che si prende l'oro con quasi due secondi di vantaggio. Bronzo per la Gran Bretagna.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Tris d’oro per l’Italia agli Europei di nuoto
    by Redazione on 12 Agosto 2022 at 14:41

    ROMA (ITALPRESS) - Tris d'oro per l'Italia del nuoto agli Europei di Roma. Il programma delle finali della seconda giornata in vasca si è aperto con la vittoria di Margherita Panziera nei 200 dorso. Nel giorno del suo 27° compleanno la nativa di Montebelluna ha ottenuto nettamente il successo con il tempo di 2'07"13 davanti alla britannica Katie Shanahan e all'ungherese Dora Molnar. "E' il terzo oro consecutivo agli Europei e sono felice di averlo vinto qui - ha gioito Panziera - il tifo è stato emozionante anche se non ho fatto la gara che mi aspettavo. Sono felice di questo finale di stagione". Il secondo oro di giornata è arrivato da Thomas Ceccon nei 50 farfalla. L'azzurro, dopo essersi messo in mostra agli ultimi Mondiali di Budapest, ha ottenuto il successo anche a livello europeo con il crono di 22"89. Sul podio sono saliti anche il francese Maxime Grousset e il portoghese Diogo Matos Ribeiro. "Una gara nei 50 metri si può vincere o perdere per un attimo, oggi è andata bene a me perchè l'olandese (Korstanje) era andato meglio ieri - ha osservato Ceccon - Forse ho sbagliato la partenza ma ci si gioca tutto sui centesimi. Mi sono riscattato". A completare la festa azzurra ci hanno pensato Nicolò Martinenghi e Federico Poggio, rispettivamente oro e argento nei 100 rana in un podio completato dal lituano Andrius Sidlauskas.- foto LivePhotoSport -(ITALPRESS).

  • Bankitalia, cresce la spesa dei turisti stranieri in Italia
    by Redazione on 12 Agosto 2022 at 14:06

    ROMA (ITALPRESS) - A maggio, secondo i dati della Banca d'Italia, il saldo della bilancia dei pagamenti turistica dell'Italia ha registrato un avanzo di 1,7 miliardi (da 0,1 miliardi nello stesso mese del 2021). Le entrate turistiche (3,5 miliardi) sono state pari a quasi cinque volte quelle dell'anno precedente, mentre le uscite (1,8 miliardi) sono più che raddoppiate.Negli ultimi tre mesi disponibili (marzo-maggio), la spesa degli stranieri in Italia si è all'incirca quintuplicata rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, confermando la forte dinamica registrata nei mesi precedenti; nello stesso periodo la spesa dei viaggiatori italiani all'estero è invece quasi triplicata. Nei tre mesi terminanti a maggio, il divario negativo rispetto ai livelli pre-pandemici del 2019 è rimasto pressochè invariato per i flussi in ingresso (-18,4%) e si è portato su valori analoghi (-17,4%) per quelli in uscita.(ITALPRESS).-foto agenziafotogramma.it-