Vaccini, nel Trapanese 12 comuni sotto il target del 75%

Vaccini, nel Trapanese 12 comuni sotto il target del 75%

Ecco tutti i dati aggiornati

In provincia di Trapani i cittadini che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid sono 280.094, ovvero il 74,13% di tutta la popolazione dai 12 anni in su. E’ questo uno dei dati che emerge dall’ultimo report regionale sulla vaccinazione anti-Covid in Sicilia. In pratica, mancano ancora all’appello circa 97 mila abitanti della provincia di Trapani. In tutta la regione, invece, ad aver ricevuto almeno una dose di vaccino è stato il 72,37%. I dati sono aggiornati allo scoro 2 settembre. Tra i comuni della provincia di Trapani si registrano situazioni differenti. In testa a questa speciale classifica troviamo Calatafimi con l’83,64% degli abitanti con almeno una dose, poi Partanna con l’82,14%, Gibellina con l’81,91%, Vita con l’81,5% e Santa Ninfa con l’81,49%. Tra i grandi centri spicca l’80,77% di Alcamo, seguita da Mazara del Vallo con il 77,42%, Marsala con il 76,25% e Trapani con il 70,03%. In fondo a questa speciale classifica troviamo Pantelleria con il 61,6%, San Vito Lo Capo con il 64,19%, Campobello con il 64,69% e Petrosino con il 64,71%. Ricordiamo che il target vaccinale predisposto dal Governo è del 75% di cittadini con almeno una dose e quindi nel Trapanese sotto tale soglia ci sono 12 comuni: Campobello, Castellammare, Castelvetrano, Custonaci, Erice, Paceco, Pantelleria, Petrosino, Poggioreale, San Vito, Trapani e Valderice. Di questi comuni, Castellammare, Erice, Paceco e Valderice hanno mostrato nell’ultima settimana di riferimento una crescita tale da prevedere che se dovesse essere costante tale crescita il target del 75% possa essere raggiunto in due settimane, Castelvetrano, Custonaci, Poggioreale e Trapani tra le 3 le 4 settimane, Campobello, Petrosino e San Vito tra le 5 e le 8 settimane. Bollino nero, infine, per Pantelleria, che a tale ritmo di crescita raggiungerebbe il target oltre le prossime 8 settimane.(riproduzione riservata)

Agenzia di Stampa Italpress - Top News sulla notizia con una squadra veloce ed affidabile

  • Ucraina, Zelensky “Ricostruire è missione del mondo democratico”
    by Redazione on 4 Luglio 2022 at 10:40

    KIEV (UCRAINA) (ITALPRESS) - "La ricostruzione dell'Ucraina non è un progetto locale, ma un compito comune, dell'intero mondo democratico. Ricostruire l'Ucraina significa ripristinare i principi della vita". Così il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, nel suo intervento di apertura alla Conferenza di Lugano. La ricostruzione non è solo "la ripresa del tessuto della vita, ma anche sviluppo delle istituzioni", aggiunge. - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • Governo, incontro Draghi-Conte rinviato al 6 luglio
    by Redazione on 4 Luglio 2022 at 10:05

    ROMA (ITALPRESS) - In relazione al cambiamento di programma del presidente del Consiglio legato alla tragedia sulla Marmolada, Mario Draghi e il presidente del M5S, Giuseppe Conte, hanno concordato di incontrarsi mercoledì 6 luglio alle 16.30. Lo riferisce Palazzo Chigi. - foto agenziafotogramma.it - (ITALPRESS).

  • E’ morto l’ex presidente della Consulta Paolo Grossi
    by Redazione on 4 Luglio 2022 at 09:15

    ROMA (ITALPRESS) - "Una notizia triste che non avremmo voluto dare: è scomparso Paolo Grossi, Presidente emerito della Corte costituzionale, storico del diritto italiano e professore per oltre quarant'anni all'Università di Firenze". Così su Twitter la stessa Consulta.Grossi aveva 89 anni. E' stato presidente della Corte Costituzionale dal 24 febbraio 2016 al 23 febbraio 2018."Pochi studiosi sono stati maestri autentici come lo è stato Paolo Grossi: per i suoi scavi insuperati nelle radici e nel senso attuale del pluralismo giuridico al di là dello statualismo, per la scuola che ha creato attorno a sè, per gli studi che ha animato sulle sue riviste - afferma il presidente della Corte costituzionale Giuliano Amato -. E infine per il suo ruolo alla Corte costituzionale, dove ha insegnato a tutti noi la ricerca dell'equilibrio e quindi, ovunque possibile, della decisione consensuale; e dove, da Presidente, con la sua naturale e riconosciuta autorevolezza, ci ha presieduto davvero, anche nei momenti più difficili. Lo piangiamo oggi e continueremo a ricordarlo negli anni a venire".- foto agenziafotogramma.it -(ITALPRESS).

  • Intesa Sanpaolo Mobile migliore app di banking in Europa, M.O. e Africa
    by Redazione on 4 Luglio 2022 at 09:05

    MILANO (ITALPRESS) - L'App Intesa Sanpaolo Mobile è stata dichiarata dalla società di ricerche statunitense Forrester "Overall Digital Experience Leader". E' la prima assoluta tra tutte le app di banking valutate in Europa, Medio Oriente e Africa con le migliori funzionalità e customer experience. Il rapporto pubblicato, The Forrester Digital Experience Review: EMEA Mobile Banking Apps, Q2 2022, oltre a riconoscere la digital leadership, ha evidenziato come l'istituto di credito guidato da Carlo Messina sia best practice di quattro categorie su tredici: gestione quotidiana delle proprie finanze (Money Management), per il supporto in termini di analisi che i clienti hanno in App per comprendere come e dove spendono e come possono ottimizzare la gestione delle loro spese; pagamenti e invio di denaro (Money movement), per gli strumenti che consentono l'invio di denaro e i pagamenti anche con strumenti evoluti delle proprie bollette e per le spese quotidiane; navigazione (Navigation), per la facilità della navigazione, chiarezza nell'architettura delle informazioni e degli elementi esposti in pagina, che consentono una navigazione semplice e inclusiva; privacy e contenuti informativi (Privacy cues and content), per la chiarezza e trasparenza con cui l'App gestisce i contenuti legati a Privacy e permessi richiesti ai clienti Tra le caratteristiche dell'App Intesa Sanpaolo Mobile sono state evidenziate: il rigoroso e solido processo di progettazione e design, che hanno reso l'app più usabile e accessibile; la ricchezza dei contenuti funzionali, controbilanciata da una user experience efficace e affidabile; la completezza degli strumenti per l'analisi delle spese, con una categorizzazione accurata, la previsione del saldo a fine mese e suggerimenti personalizzati per i clienti; le innovazioni introdotte per facilitare la ricerca dei documenti e delle informazioni, come la possibilità di utilizzare la voce ed essere guidati nel disporre operazioni sui propri conti e carte direttamente con il motore di ricerca; i nuovi strumenti per rendere l'app più accessibile, con la possibilità di ingrandire i caratteri, attivare modalità di rappresentazione dei grafici più adatti ai clienti ipovedenti e modalità per migliorare la leggibilità. "Il percorso di profonda trasformazione digitale che abbiamo compiuto in questi anni, accompagnato da una metodologia di progettazione solida che mette sempre al centro le esigenze dei nostri clienti, ci ha consentito di raggiungere l'obiettivo che ci eravamo posti nel precedente piano d'impresa e su cui abbiamo investito - spiega Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo -: essere Digital Leader in Europa, Medio Oriente e Africa con un asset di valore e all'avanguardia come l'App per il mobile banking utilizzata da 8 milioni di clienti. Oggi Intesa Sanpaolo Mobile si conferma un punto di riferimento per gli oltre 12 milioni di clienti multicanale, con un miliardo e mezzo di login all'anno e 136 milioni di operazioni transazionali, e ha supportato gli acquisti di prodotti e servizi conclusi sui nostri canali digitali, che rappresentano oggi quasi il 40% delle vendite totali di Banca dei Territori - conclude Barrese -. Questo percorso di eccellenza ci ha portati ad avere ora la maturità per affrontare la prossima sfida: creare una Banca digitale solo mobile per i nostri clienti e non clienti, capitalizzando sulla customer experience che abbiamo consolidato e innovando sui nostri sistemi di core banking. Isybank avrà quindi percorsi interamente digitali per i clienti che non utilizzano le filiali e funzionalità distintive per soddisfare le nuove esigenze dei clienti emerse in questi anni". - foto ufficio stampa Intesa Sanpaolo - (ITALPRESS).

  • Bach incontra Zelensky a Kiev “Gli ucraini non sono soli”
    by Redazione on 4 Luglio 2022 at 08:36

    ROMA (ITALPRESS) - A seguito di un invito del Comitato olimpico nazionale dell'Ucraina, il presidente del Cio Thomas Bach si è recato ieri a Kiev accompagnato dal membro del Cio e presidente del Comitato olimpico nazionale ucraino, Sergey Bubka, e dal ministro dello sport ucraino, Vadym Guttsait. Il numero uno dello sport mondiale ha incontrato circa 100 atleti della squadra ucraina presso l'Olympic Training Center di Kiev e ha ascoltato i loro resoconti su allenamenti e competizioni in condizioni rese estremamente difficili dalla guerra scatenata dalla Russia di Putin. "Vogliamo mostrare non solo a parole la solidarietà del movimento olimpico ai nostri amici della comunità olimpica ucraina perchè sappiamo che state vivendo momenti molto difficili - ha sottolineato Bach - Vogliamo rassicurarvi che non sarete mai soli con la comunità olimpica. Siamo con voi con i nostri cuori, con i nostri pensieri ogni giorno e vogliamo supportarvi per realizzare i vostri sogni olimpici. Presente anche il due volte campione olimpico e membro del CIO Valeriy Borzov. In precedenza, Bach ha visitato un impianto sportivo gravemente danneggiato a Kiev, l'impianto di basket Avangard, colpito durante un attacco missilistico sulla città. Successivamente il presidente del Cio è stato a colloquio per un'ora con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. "Voglio ringraziarla personalmente per i sostegno ai nostri atleti e alla Comunità olimpica ucraina", le parole di Zelensky, che anche ribadito il suo forte sostegno alla posizione del Cio riguardo alla guerra in Ucraina."Voglio ringraziarla per aver tenuto un tale incontro sullo sport in un momento così difficile per il vostro paese - ha risposto Bach - Questa è un'ulteriore conferma del vostro impegno per lo sport e per i valori olimpici. Vogliamo mostrare solidarietà in particolare con la Comunità olimpica ucraina e dimostrare agli atleti e agli allenatori che non sono soli e che siamo al loro fianco". Durante una conferenza stampa, il presidente Zelensky ha anche accolto con favore le nuove iniziative del Comitato Olimpico Internazionale che Bach aveva annunciato durante la visita, che vanno oltre il coordinamento del sostegno a oltre 3.000 atleti ucraini sia in patria che all'estero. Il presidente del Cio si è impegnato a continuare e persino a rafforzare il sostegno dell'organismo internazionale agli atleti ucraini, in vista dei Giochi Olimpici di Parigi 2024 e dei Giochi Olimpici Invernali di Milano-Cortina 2026 e dei rispettivi eventi di qualificazione. Di conseguenza, il fondo di aiuti per gli atleti sarà triplicato a 7,5 milioni di dollari. E Bubka, in qualità di coordinatore di questo fondo, continuerà a mobilitare e coordinare il sostegno dell'intero Movimento Olimpico oltre il fondo stesso. Il presidente Bach si è anche impegnato a convocare a Losanna, insieme al CNO e al ministro dello sport ucraino, una conferenza sul recupero sportivo del movimento olimpico ucraino.- foto Image - (ITALPRESS).