Mazara, confermato il finanziamento regionale per la realizzazione del Parco inclusivo Urbano

Mazara, confermato il finanziamento regionale per la realizzazione del Parco inclusivo Urbano

Il finanziamento ammonta a 42mila 500 euro

Si chiamerà Puà e sorgerà nel cortile del plesso Borsellino dell’Istituto comprensivo “Borsellino-Ajello” ma sarà fruibile dall’intera comunità

Il Dipartimento regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali ha ufficializzato l’assegnazione al Comune di Mazara del Vallo del finanziamento di 42mila 500 euro per la realizzazione del parco inclusivo urbano denominato Pua’, che verrà installato nel cortile dell’Istituto comprensivo Borsellino Ajello.

La progettazione condivisa tra il primo ed il terzo settore comunale aveva consentito nell’ottobre scorso l’ammissione a finanziamento regionale dell’opera che ora è stata confermata, se pur con la decurtazione lineare del 15% operante per tutti i progetti presentati dai Comuni nell’ambito dell’avviso pubblico “creazione parchi inclusivi”.

Pertanto, rispetto alla richiesta di finanziamento iniziale di 50mila euro con compartecipazione comunale di 15mila euro per un totale di progetto di 65mila euro, la conferma del finanziamento regionale è di 42mila 500euro e comporta l’integrazione del cofinanziamento comunale, che la Giunta municipale ha deliberato ieri con atto n. 10/2021. Il cofinanziamento comunale passa pertanto da 15mila a 22mila 500 euro.

Verranno realizzati: un “Cono di arrampicata rotante” di diametro 195 cm, costituito da elemento tubolare in metallo e da rete in corda fissata alla circonferenza per bambini da 5 anni a salire; un’altalena inclusiva in acciaio per bambini da 0 a 6 anni; un gioco altalena per carrozzina; un gioco rotante inclusivo girante giostra per bambini da 3 a 8 anni; un gioco sonoro inclusivo con pannello giocabilità a forma di organo con tubi sonori in acciaio inox, per bambini da 3 a 12 anni; un gioco inclusivo orologio per bambini da 3 a 12 anni; un gioco inclusivo pallottoliere, per bambini da 3 a 12 anni. Saranno realizzati inoltre spazi a verde e pavimentazione a norma.

Il progetto del parco urbano inclusivo è stato elaborato su incarico dell’Amministrazione per la parte tecnica dal geometra Vito Pinta, mentre per la parte inclusiva e gestionale gli uffici del primo settore comunale hanno coinvolto oltre all’Istituto comprensivo Borsellino-Ajello, le associazioni Abilmente Uniti Onlus, Uildm, Unitalsi e Vivere Con, per una gestione integrata dello stesso parco, che sarà fruibile dall’intera comunità. Previsto anche un progetto formativo ed educativo che coinvolgerà i fruitori del parco, a cura della società cooperativa Periferica.


Presto – assicura l’Amministrazione Comunale – verranno espletati gli atti di gara per la realizzazione del parco.