Marsala, lettera a Giovanni Aiuto

Marsala, lettera a Giovanni Aiuto

Il ricordo dei familiari

Chi era Giovanni Aiuto?

Egli è stato per tanti anni il segretario generale della UIL di Trapani,volto conosciuto in provincia.Leader,sempre in prima linea nelle battaglie sindacali,a difesa dei diritti dei lavoratori.Amava il proprio lavoro,per il quale spendeva intere giornate lavorative,mettendoci sudore e passione nella soluzione dei problemi più difficili,che portava comunque a compimento.

Mi diceva che il suo maestro era stato Giovanni Ballatore,dal quale aveva appreso l’arte del convincimento,della mediazione e della dialettica.

La sua bontà era infinita,la sua cultura non aveva confini.

Caro Giovanni,per me non eri solo un parente stretto,eri qualcosa di più,eri un amico con il quale mi piaceva discorrere per ore di problemi sociali e politici locali e nazionali,mentre si pranzava in allegria e si beveva un bicchiere di vino.

C’era un feeling tra di noi,oggi posso affermare,senza ombra di essere smentito,che sei stato uno dei piu’ autorevoli segretari, che tutto il sindacato provinciale trapanese abbia annoverato tra le sue fila.Eri,insomma,un vero fuoriclasse.

Sono sicuro di interpretare il sentimento di tante persone che ti hanno conosciuto;tu eri il faro per tantissimi lavoratori.Chi non ti è debitore di qualcosa?

Ciao Giovanni,il tempo passa in fretta,l’amore e il rispetto,questi si non moriranno mai.Sono contento di averti conosciuto.

Tuo cognato Franco Giacalone